Luigi I di Fiandra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi I di Dampierre

Luigi I di Dampierre, talvolta Luigi I di Crécy o Luigi di Nevers (1304 circa – Crécy-en-Ponthieu, 26 agosto 1346), figlio di Luigi I di Nevers, fu conte delle Fiandre, di Nevers, di Rethel e Signore di Mechelen.

Il nonno Roberto III lo fece sposare nel luglio del 1320 con Margherita, figlia del re di Francia Filippo V. In questa occasione Roberto dovette accettare, il passaggio alla Corona di Francia dei tre distretti valloni di Lille, Douai e Orchies, e il pagamento di una forte tassa. Questo matrimonio pose fine alla politica anti-francese che suo nonno Roberto e ancora prima il suo bisnonno Guido.

Succedette nel settembre del 1322, dopo la morte prematura di suo padre Luigi I di Nevers, che non aveva fatto nemmeno in tempo ad essere nominato Conte, a suo nonno Roberto. Senza attendere il permesso del re di Francia Carlo IV, alla morte del padre, si precipitò nelle Fiandre per farsi nominare Conte, al fine di prevenire le mire di suo zio Roberto.

Il 6 marzo 1323 a Parigi, sottoscrisse con Guglielmo I di Hainaut il Trattato di Parigi attraverso il quale vengono concluse tutte le dispute tra i Dampierres e gli Avesnes sulla Contea di Zelanda. Il trattato stabilisce che Luigi I rinuncia ai diritti feudali fiamminghi sulla Zelanda, sulle sue isole e le sue acque e riconosce il Conte d'Olanda quale Conte di Zelanda.[1]

Bataille de Crécy

Sposò Margherita I di Borgogna, da cui ebbe Luigi. Morì nella battaglia di Crécy.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NL) Arie van Steensel, Edelen in Zeeland: macht, rijkdom en status in een laatmiddeleeuwse samenleving, Hilversum, Uitgeverij Verloren, 2010, p. 21, ISBN 9789087041854.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Conte di Nevers Successore
Luigi I 1322 -1346 Luigi II
Predecessore Conte di Fiandra, Conte di Nevers e Conte di Rethel Successore Blason Comte-de-Flandre.svg
Luigi I 1346–1384 Luigi II di Male
Controllo di autorità VIAF: 72321716 · GND: 124234550