Luigi Chinetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi Chinetti
Luigi Chinetti - apres LeMans - 83d40m.JPG
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria 24 Ore di Le Mans
Carriera
Carriera nella 24 Ore di Le Mans
Esordio 24 Ore di Le Mans 1932
Stagioni 1932-1935, 1937-1939, 1949-1953
Scuderie Alfa Romeo, Lord Selsdon
Vittorie 3 (1932, 1934, 1949)
 

Luigi Chinetti (Jerago con Orago, 17 luglio 1901Greenwich, 17 agosto 1994) è stato un pilota automobilistico e imprenditore italiano con cittadinanza statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Jerago con Orago, non lontano da Varese, iniziò a lavorare come meccanico all’Alfa Romeo nel 1917. L’avvento del Fascismo in Italia lo spinse a trasferirsi a Parigi, dove lavorò come venditore per la Casa automobilistica del “biscione”. Durante questo soggiorno parigino iniziò la sua carriera di pilota.

Guidando un’Alfa Romeo 8C insieme al co-pilota Raymond Sommer, Chinetti vinse nel 1932 la sua prima 24 Ore di Le Mans. L’anno seguente si aggiudicò la 24 Ore di Spa insieme a Louis Chiron. Nel 1934, con il co-pilota Philippe Étancelin, conquistò la sua seconda 24 Ore di Le Mans sempre a bordo di un’Alfa Romeo 8C.

Quando in Europa scoppiò la seconda guerra mondiale, si trasferì negli Stati Uniti d'America. Qui, durante il conflitto, lavorò per Alfred Momo, un importatore, venditore e meccanico di automobili. Nel 1946 Chinetti ottenne la cittadinanza statunitense.

Dopo la pausa dovuta al conflitto, tornarono ad essere organizzate le competizioni automobilistiche. Alla 24 Ore di Le Mans del 1949, Chinetti portò alla vittoria una Ferrari 166 MM insieme al co-pilota Peter Mitchell-Thomson, diventando il primo corridore della storia a conquistare tre edizioni della celebre corsa francese. Durante la gara, Chinetti guidò la 166 MM per 23 ore. Fu la prima vettura Ferrari ad imporsi in questa corsa. Nello stesso anno Chinetti conquistò la sua seconda 24 Ore di Spa insieme a Jean Lucas, sempre a bordo di una 166 MM. Nel 1951, si aggiudicò, come co-pilota, la Carrera Panamericana su una Ferrari 212 Inter.

Nel 1953 pose fine alla sua carriera automobilistica e diventò l’importatore ufficiale delle autovetture Ferrari in Nord America, privilegio che conservò per qualche decennio. Chinetti aprì il primo, ed all’epoca unico, concessionario Ferrari degli Stati Uniti. Più tardi l’area di pertinenza diventò il territorio ad est del Mississippi, che corrispondeva a circa metà del paese. La prima Ferrari venduta da Chinetti fu un modello da competizione ceduto a Briggs Cunningham. Questo suo primo concessionario esiste ancora oggi, ed è ubicato a Greenwich, nel Connecticut; attualmente è di proprietà della “Miller Motorcars”, e si occupa della vendita di vetture Ferrari e Maserati.

Nel 1958 Chinetti fondò la NART, una scuderia automobilistica che fu attiva fino al 1982. Anche in questa attività il legame con la Ferrari fu rilevante, visto che la scuderia utilizzava vetture della Casa del “cavallino rampante”. Grazie ad esse la NART si aggiudicò diverse gare, tra cui spiccò la 24 Ore di Le Mans del 1965, conquistata dalla coppia Jochen Rindt e Masten Gregory su una Ferrari 250 LM.

Dopo il suo ritiro Luigi Chinetti rimase a Greenwich, dove morì nel 1994 all’età di 93 anni.

Controllo di autorità VIAF: 12625959