Luigi Antonelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Antonelli (Castilenti, 22 gennaio 1877Pescara, 21 novembre 1942) è stato un drammaturgo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli iniziali studi di medicina, si dedicò alla letteratura e quindi trascorse alcuni anni in Argentina, a Buenos Aires, dove diresse il Giornale degli Italiani all'estero.

Luigi Antonelli

Autore di commedie e racconti, la sua opera va collegata, insieme con quella di Chiarelli, Rosso di S. Secondo e Cavacchioli, ai princìpi del cosiddetto "teatro grottesco" che, nel secondo decennio del Novecento, si opponeva allo psicologismo borghese del teatro italiano dell'epoca.

Egli va senz'altro individuato tra i protagonisti di quel tentativo di rinnovamento del teatro italiano, nel quale si venne attuando una liberazione dalle forme di un realismo ormai fattosi convenzionale e stantìo. Affrancandosi dal convenzionalismo e dagli schemi dell'intrattenimento borghese in nome della libera invenzione fantastica, Antonelli si spinge a costruire un teatro che smette di preoccuparsi di espedienti come la coerenza e la logicità, e che al contrario mira a una vera e propria dissoluzione dei personaggi, dei tempi, delle vicende, lasciandosi guidare da un'ironia spesso polemica.

In particolare con la commedia L'uomo che incontrò se stesso, che è del 1919, Antonelli scrisse uno dei testi fondamentali dello stile "grottesco", indicando nell'uomo scontento di sé a cui viene concesso di ripetere la propria vita una sorta di nuovo modello drammatico e antropologico.

Tra le collaborazioni va ricordata quella con Pirandello, che curò la regia della commedia di Antonelli Il maestro nel 1934 e di cui Antonelli scrisse la biografia Maschera nuda di Pirandello (1935).

La sera della sua morte, il 21 novembre del 1942, la sua commedia L'uomo che incontrò se stesso veniva rappresentata al Teatro Nazionale di Bucarest.

Tra le sue commedie sono da ricordare: La fiaba dei tre maghi (1919), I diavoli nella foresta (1920), L'isola delle scimmie (1922), La casa a tre piani (1925), Il dramma, la commedia, la farsa (1927),La donna in vetrina (1926), La bottega dei sogni (1927),Il maestro (1934), L'amore deve nascere (1942).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Luigi Antonelli il lirico e il fantastico, Atti del Convegno Nazionale "Luigi Antonelli: il lirico fantastico 1877-1942", Milano, Sipario Edizioni - Documenti, supplemento n.529, dicembre 1992
  • Teatro, a cura di Luciano Paesani, con una Prefazione di Franca Angelini, Atri (Teramo), Associazione culturale "Amici del libro abruzzese", 2001, 2.voll, pp. CVIII-514 (I vol.), 640 (II vol.); trattasi della stampa anastica della raccolta in volume di novelle, atti unici e articoli, proposta dall'Associazione Culturale "Amici del libro abruzzese", pubblicati da Luigi Antonelli sulle riviste II secolo XX.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]