Ludwig Minelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ludwig A. Minelli (5 dicembre 1932) è un avvocato e attivista per i diritti umani svizzero.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il 17 maggio 1998 fonda a Forch (Zurigo), Dignitas, organizzazione senza scopo di lucro che si pone l'obiettivo di fornire assistenza per il suicidio assistito a soggetti malati terminali.[1] È inoltre fondatore e segretario generale della Società Svizzera per la Convenzione europea dei diritti dell'uomo.[2]

È tra i più noti sostenitori del suicidio assistito e dell'eutanasia.[3] Le sue posizioni e la sua associazione hanno in più occasioni suscitato dibattito internazionale.[3]

Autore di varie pubblicazioni sull'argomento, Minelli ha un Master of Laws, ottenuto presso l'Università di Zurigo. Divorziato, una delle sue due figlie collabora alla gestione amministrativa di Dignitas.[3]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alison Langley, 'Suicide Tourists' Go to the Swiss for Help in Dying, The New York Times, 4 febbraio 2003
  2. ^ Jane Wheatley, Ludwig Minelli: Suicide missionary, Times, 22 settembre 2006
  3. ^ a b c Amelia Gentleman, Inside the Dignitas house, The Guardian, 18 novembre 2009. URL consultato il 18 novembre 2009.

Controllo di autorità VIAF: 74648283 LCCN: n82102500

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie