Lucy Mancini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucy Mancini
Lucy Mancini al matrimonio di Connie Corleone.
Lucy Mancini al matrimonio di Connie Corleone.
Universo Il padrino
Lingua orig. Inglese
Autore Mario Puzo
1ª app. in Il padrino
Ultima app. in Il padrino - Parte III
Interpretata da Jeannie Linero
Sesso Femmina
Affiliazione Famiglia Corleone
Parenti

Lucy Mancini è un personaggio di finzione del romanzo Il padrino di Mario Puzo. Appare nei film Il padrino e Il padrino - Parte III, interpretata da Jeanie Linero.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Lucy Mancini è nata a New York in una famiglia italo-americana.

Nel 1945, giovanissima e reduce da tre anni di college, fa da damigella al matrimonio di Connie Corleone e diviene l'amante del fratello Santino. I due vengono scoperti da Tom Hagen e in seguito da Don Vito Corleone.

Santino la frequenta spesso, anche durante la guerra tra bande che scoppia a seguito dell'attentato quasi mortale ai danni del padre. Allo scopo prende severe misure di sicurezza per stare con lei senza problemi, facendo per esempio affittare un appartamento accanto al suo da uno dei suoi uomini più fidati.

Quando il giovane Corleone viene crivellato a morte dai colpi dei soldati di Emilio Barzini, la Mancini tenta di uccidersi con un'overdose di sonniferi, ma viene salvata in tempo.

Successivamente, la Famiglia Corleone, tramite l'intervento di Tom Hagen, la invia a Las Vegas, dove lavora in un albergo lussuoso dove operano Fredo Corleone, Moe Greene e Jules Segal, un chirurgo abortista con cui intraprende una relazione amorosa.

Nel film Il padrino - Parte III viene introdotta brevemente durante la festa di consegna di un'onorificenza papale a Michael Corleone ed, insieme a lei, viene presentato il giovane Vincent Mancini, figlio illegittimo di Santino Corleone, nato dopo la morte del padre.

Questa è un'incongruenza con il romanzo di Puzo, in cui viene precisato che i due amanti, Lucy e Santino, non hanno figli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]