Luciobarbus microcephalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Barbo microcefalo
Barbus microcephalus.png
Luciobarbus microcephalus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Cyprinidae
Genere Luciobarbus
Specie L. microcephalus
Nomenclatura binomiale
Luciobarbus microcephalus
(Almaça, 1966)
Sinonimi

Barbus microcephalus

Areale

Mapa Barbus microcephalus.png

Il Barbo microcefalo (Luciobarbus microcephalus (Almaça, 1966)) è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Cyprinidae, diffuso nella Penisola Iberica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ha un aspetto simile agli altri Luciobarbus iberici da cui si può distinguere per i seguenti caratteri:

  • l'ultimo raggio indiviso della pinna dorsale è molto robusto e fortemente seghettato per quasi tutta la lunghezza
  • la pinna dorsale è profondamente concava, la parte superiore del bordo posteriore di questa pinna, quando viene estesa, è perpendicolare al dorso.
  • il labbro inferiore è sottile
  • la punta della mascella inferiore non è coperta dal labbro.

Misura fino a 40 cm.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di invertebrati bentonici, materiale vegetale e detrito.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce in primavera.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

È una specie endemica della penisola Iberica sudoccidentale, precisamente del fiume Guadiana e dei suoi tributari. Segnalazioni dal Tago non sono confermate.

Popola i corsi intermedi dei fiumi in tratti larghi e profondi, dove le corrente è lenta.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Le popolazioni si sono ridotte del 30% negli ultimi 10 anni. È minacciato dalla costruzione di dighe che bloccano la continuità fluviale e dall'introduzione di specie aliene.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Luciobarbus microcephalus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kottelat M., Freyhof J. Handbook of European Freshwater Fishes, Publications Kottelat, Cornol (CH), 2007

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]