Lucio Elio Elvio Dionisio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lucio Elio Elvio Dionisio (latino: Lucius Aelius Helvius Dionysius; floruitu 293-302; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano, la cui carriera si svolse principalmente sotto gli imperatori Diocleziano e Massimiano.

Fu pontifex Dei Solis ("pontefice del dio sole"), curator operum publicorum ("curatore delle opere pubbliche"), curator aquarum et miniciae (nel 286/293), corrector utriusque Italiae, praeses Syriae Coele, iudex sacrarum cognitionum totius Orientis (un posto normalmente affidato a senatori.[1]

Fu proconsole d'Africa intorno al 298: le iscrizioni che lo testimoniano riportano il suo nome cancellato.[2] Tra il 301 e il 19 febbraio 302 fu praefectus urbi di Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CIL VI, 1673
  2. ^ Ad esempio, si veda CIL VIII, 12459.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore
Pompeio Appio Faustino
Praefectus urbi
301-19 febbraio 302
Successore
Nummio Tusco
Antica Roma Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma