Lucia Migliaccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucia Migliaccio

Lucia Migliaccio, duchessa di Floridia (Siracusa, 19 luglio 1770Napoli, 26 aprile 1826), fu una duchessa siciliana, e seconda moglie del re Ferdinando I delle Due Sicilie. Il loro matrimonio fu morganatico e Lucia non divenne mai regina consorte.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma di Floridia, Lucia Migliaccio ne fu la dodicesima duchessa.

Figlia di Vincenzo Migliaccio e Doretta Borgia, appartenente alla celebre famiglia di origine spagnola, sposò in prime nozze Benedetto III Grifeo, principe di Partanna. Questi era un membro dell'antichissima famiglia dei Grifeo, proprietaria dei terreni su cui sorse il Parco Grifeo.

Dopo la morte del marito, cui diede numerosi figli, il 27 novembre 1814 Lucia sposò a Palermo Ferdinando I delle Due Sicilie, Lucia aveva 44 anni all'epoca del matrimonio, lo sposo 63.

La prima moglie di Ferdinando, Maria Carolina d'Austria, era morta l'8 settembre 1814. Aveva di fatto già abdicato al suo potere, affidando al loro figlio primogenito, il futuro Francesco I delle Due Sicilie, la maggior parte delle sue funzioni. Mentre Maria Carolina era considerata capo di stato de facto della Sicilia fino al 1812, Lucia ebbe sempre un'influenza molto limitata.

Ferdinando riottenne il trono del regno di Napoli dopo la sua vittoria nella Battaglia di Tolentino (3 maggio 1815) sul suo rivale Gioacchino Murat. L'8 dicembre 1816 egli riunì i due troni di Sicilia e di Napoli nel trono delle Due Sicilie, con Francesco come reggente e Lucia (piuttosto invisa al figlio) come consorte reale.

Nel 1823 Ferdinando fece dono alla consorte di un enorme parco sulla collina del Vomero, allora quasi del tutto agricola e occupata solo da Castel Sant'Elmo, dalla Certosa di San Martino e da alcune ville nobiliari, tra le quali spiccava Villa Carafa di Belvedere, spesso utilizzata dagli stessi Borbone come propria residenza e situata a poca distanza dal nuovo parco. All'interno di questo parco egli fece costruire una villa in stile neoclassico, che chiamò Villa Floridiana, e un'altra villa di dimensioni minori, cui diede il nome di Villa Lucia. In questa villa il sovrano e sua moglie trascorsero in tranquillità gli ultimi anni della loro vita.

Ferdinando si spense il 4 gennaio 1825. Lucia gli sopravvisse un anno e tre mesi. Dal loro matrimonio non nacquero figli; le proprietà della duchessa furono divise fra i figli del precedente matrimonio, il che comportò anche la divisione in due parti del Parco della Floridiana e la spartizione del Parco Grifeo.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa
— 14 gennaio 1828

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90262850 SBN: IT\ICCU\NAPV\056287

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie