Luca Fanfoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luca Fanfoni (San Secondo Parmense, 5 luglio 1964) è un violinista italiano.

Biografia e carriera artistica[modifica | modifica sorgente]

Nato a San Secondo Parmense, figlio del clarinettista Ercole Fanfoni (Torrile 1936 – Parma 2010), ha iniziato lo studio del violino al Conservatorio di Parma con Giuseppe Alessandri per poi proseguire al Conservatorio di Musica "G. Verdi" di Milano, ove si è diplomato con il massimo dei voti sotto la guida di Gigino Maestri. Giovanissimo, vince il primo premio al Concorso Internazionale di Stresa, il primo premio al Concorso Nazionale di Pescara e il primo premio alla Rassegna Nazionale Violinistica di Vittorio Veneto. Decisivi per la sua formazione musicale gli incontri e lo studio con musicisti e violinisti di fama internazionale quali Leonid Kogan e Franco Gulli all'Accademia Chigiana di Siena, dove ha ottenuto una borsa di studio che gli ha consentito di studiare con questi prestigiosi musicisti accordandogli nel contempo sia il Diploma di merito che il Diploma d'onore.

Ha studiato per cinque anni con Salvatore Accardo presso la Fondazione "W. Stauffer" di Cremona e in quest'ultima fase di perfezionamento ha partecipato con successo a numerosi Concorsi Internazionali, conseguendo nel 1988 il primo premio al Concorso Internazionale "Romano Romanini - Premio Città di Brescia" dopo essersi brillantemente laureato al Concorso Internazionale "Giovan Battista Viotti" di Vercelli nel 1987. Si è esibito in prestigiose sale da concerto, quali: Carnegie Hall di New York, Palazzo del Quirinale di Roma, Philharmonie Hall di Anversa, Kaikan Hall di Kyoto e Geijutsu Gekijo di Tokyo, Sala Verdi di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Music Hall dell'Hochschule di Vienna, Sala dei Concerti del Conservatorio di Lucerna ecc., riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica, così da poter essere oggi considerato uno fra i giovani violinisti italiani di maggior spicco.

Nel 2000 ha registrato per la casa discografica Phoenix un CD con musiche di E. Grieg, Paganini-Milstein, M. Ravel e A. Piazzolla, accolto con grande interesse e lodevoli considerazioni dalla critica specializzata; nel 2001, a conclusione del centenario Verdiano, la casa discografica di Genova Dynamic ha recentemente pubblicato un suo CD contenente brani inediti e fantasie brillanti su temi verdiani per violino e pianoforte. Nel febbraio del 2002 ha debuttato a New York alla Carnegie Hall, dove è stato nuovamente ospite nel febbraio 2003, concerto d'apertura della sua tournée negli Stati Uniti. Ha registrato per la Dynamic l'integrale dei 12 concerti Op.III e i 24 Capricci per violino solo di Pietro Antonio Locatelli, con il complesso cameristico "Reale Concerto", sia in veste di direttore che di solista. La registrazione ha ricevuto strepitosi consensi da parte della critica specializzata.

Nell'ottobre 2004 l'importante rivista musicale italiana Amadeus ha prodotto e pubblicato le sei sonate per violino solo di Eugène Ysaÿe, interpretate da Luca Fanfoni. Nel maggio 2005, in collaborazione con il pianista Massimo Guidetti, ha tenuto un concerto presso il Palazzo del Quirinale a Roma, alla Cappella Paolina, in diretta radiofonica su Rai Radio 3.

È docente e titolare della cattedra di violino al Conservatorio di Parma. Suona un violino dell'importante liutaio veneziano Francesco Gobetti del 1719 e un Ansaldo Poggi del 1971.

Con l'orchestra dello Stato di San Marino nel 2006 ha interpretato e diretto il VI concerto in Mi min. di Niccolò Paganini.

Nell'ottobre 2007 Dynamic ha pubblicato l’integrale dei dieci concerti per violino e orchestra di Antonio Lolli in collaborazione con il Reale Concerto, di cui Luca Fanfoni è solista e direttore. Questa incisione ha riscosso notevole successo da parte della critica specializzata.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • Antonio Lolli: Complete Violin Concertos, Reale Concerto
  • Eugène Ysaÿe: Sei sonate per violino op. 27
  • P. Locatelli: dal Concerto n° 1 op. III
  • Maurice Ravel: Tzigane rapsodie de concert per violino e pianoforte
  • Edvard Grieg: Sonata in do minore op.45 per violino e pianoforte
  • Nathan Milstein: Paganiniana, Variations per violino solo
  • Astor Piazzola: Cuarto Estaciones per violino e pianoforte
  • Antonio Vivaldi: Le quattro stagioni op. 8, Concerti F. III n.23 e F. XII n.38
  • Giuseppe Verdi: dall'"A Solo" per violino dai Lombardi alla Prima Crociata, trascrizione e cadenze di Arturo Toscanini (1887)
  • Luigi Arditi: da Fantasia brillante per violino e pianoforte dal Trovatore

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34143586

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie