Luca Bastianello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luca Bastianello (Padova, 28 novembre 1979) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ottenuta la maturità classica, si iscrive alla scuola civica Accademia d'arte drammatica ''Palcoscenico'' del Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni, diretta da Alberto Terrani. Si diploma nel 2000; inoltre si iscrive alla facoltà di Scienze della Comunicazione all'Università La Sapienza di Roma.

Debutta ufficialmente come attore in teatro con Frammenti di un discorso amoroso (2003); nello stesso anno debutta in televisione, escludendo l'apparizione negli spot pubblicitari, nella miniserie tv in sei puntate, Un papà quasi perfetto, regia di Maurizio Dell'Orso, in cui è protagonista nel ruolo di Matteo. Sempre nel 2003 riceve in Campidoglio il premio Oscar dei Giovani.

Nel 2005 gira il cortometraggio La trama d'Amleto, presentato al Festival di Venezia. Nel 2006 recita nel thriller-horror La notte del mio primo amore e nello stesso anno esordisce nella soap opera di Canale 5, Vivere, in cui fino al 2008 interpreta il ruolo di Diego Blasi. Nel 2006 partecipa anche alla miniserie tv Butta la luna, diretta da Vittorio Sindoni, con Fiona May, Giampaolo Morelli e Chiara Conti.

Nell'autunno del 2009 torna su Canale 5 con la soap opera CentoVetrine, dove ha il ruolo di Federico Bettini, precedentemente interpretato da Andrea Bermani. Nel 2011 l'attore torna in televisione con la miniserie televisiva La donna che ritorna , nella quale recita a fianco a Virna Lisi. Nel 2013 recita nella fiction di Rai Uno Rosso San Valentino in cui interpreta il ruolo di Giovanni Danieli. Nella fiction il suo personaggio ha una storia d'amore con Laura Argenti, interpretata da Alexandra Dinu, che diventa la sua compagna anche nella vita.

Teatrografia[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Cortometraggi[modifica | modifica sorgente]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Premio Franco Enriquez (1999)
  • Premio Stars and Style (2002)
  • Oscar dei Giovani (2003)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La trama di Amleto - Evento Speciale al "62º Festival del Cinema di Venezia". URL consultato il 05-01-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]