Luca Bassanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luca Bassanese
Luca Bassanese 2015
Luca Bassanese 2015
Nazionalità Italia Italia
Genere Folk
World music
Teatro canzone
Periodo di attività 2003 – in attività
Strumento pianoforte, armonica a bocca, chitarre, percussioni
Etichetta Venus dischi, Carosello records, Buenaonda Etichetta Discografica
Album pubblicati 9
Studio 7
Live 1
Raccolte 1
Sito web
« ...nessuno può rubarti nulla se ciò che hai di più caro è la tua coscienza, nessuno può rubarti nulla se ciò che hai di più caro sono i tuoi pensieri. »
(Luca Bassanese, Confini)

Luca Bassanese (Vicenza, 18 dicembre 1975) è un cantautore e scrittore italiano, molto attivo nel sociale, già vincitore Premio Recanati Musicultura e Attestato di Merito per l'Impegno Civile (Premio Nazionale "Marcello Torre"), un artista in sintonia con i movimenti ambientalisti e di impegno civile, le sue canzoni raccontano di un'Altra Italia e di un Nuovo Mondo Possibile.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luca Bassanese in concerto - Vicenza 2010
Luca Bassanese in concerto al Cabaret Sauvage di Parigi (Francia) per Le Bal Rital
Luca Bassanese negli studi di Rai News 24 intervistato da Patrizia Morgani
Luca Bassanese in concerto al Carpino Folk Festival - Piazza del Popolo
Luca Bassanese riceve l'Attestato di Merito per l'Impegno Civile (Premio Nazionale "Marcello Torre") 11.12.2013.
Luca Bassanese in concerto a Vicenza - Piazza dei Signori - 28.05.2011.

Sono tre le tappe importanti che segnano la strada che Luca Bassanese deciderà di intraprendere nel suo percorso artistico: l'ascolto assiduo del Volume III di Fabrizio De André, il contatto quotidiano con il padre armonicista e l'incontro con il compositore, autore e regista Stefano Florio con il quale inizia un sodalizio artistico ed umano che lo porterà a collaborare nella realizzazione dei suoi album e dei suoi spettacoli.

Artista in sintonia con i movimenti ambientalisti e di impegno civile, viene scoperto dal grande pubblico nel 2004 quando con il brano Confini, è vincitore alla XV edizione del Premio Recanati Musicultura[1]. Lo stesso brano verrà utilizzato poi dal movimento No dal Molin come sigla per l'omonima trasmissione su radioSherwood[2].

Nel marzo 2009 pubblica il suo primo libro dal titolo "Soltanto per amore, poesie, lettere e momenti di vita" edito da Buenaonda Edizioni e tiene per la Comunità San Benedetto al Porto di Don Andrea Gallo un concerto nella storica Piazza del Campo a Genova, per Faber e la città vecchia - giornata di Musica, Arte, Dialoghi e Poesia[3]. Nell'ottobre dello stesso anno esce "AAVV Duemila Papaveri Rossi"[4], raccolta di canzoni dedicate a Fabrizio De André, all'interno la versione de Il Bombarolo interpretata da Luca Bassanese con la Kocani Orkestar di Macedonia.

Nel suo terzo album "Il futuro del Mondo" tratta il tema dell'inquinamento con un brano dal titolo "la Leggenda del Pesce Petrolio" in sostegno all'Associazione Sea Shepherd[5] per la salvaguardia delle specie marine in via d'estinzione.

Dallo stesso album il brano "L'acqua in bottiglia"[6] diviene manifesto della campagna referendaria per l’acqua pubblica. Nella primavera del 2011 il brano "Salta per l'indignazione" ,tratto dall'album "Al Mercato" del 2006, viene utilizzato come colonna sonora della lista civica che porterà a Sindaco di Napoli l'ex magistrato Luigi De Magistris[7].

Per la «Carovana antimafia 2006» organizzata da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie il 18 dicembre del 2006 Luca Bassanese tiene un concerto presso l'Auditorium dell'Istituto I.T.S.G. “Canova” di Vicenza, sul tema della legalità e della responsabilità, con la presenza del Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso[8]

Con "Un nuovo mondo è possibile!"[9] per la regia di Stefano Florio, porta in scena assieme a Domenico Finiguerra (Sindaco di Cassinetta di Lugagnano) uno spettacolo teatrale che sostiene tra i temi principali lo stop al consumo di territorio.

Con due spettacoli distinti nel luglio 2010 Luca Bassanese inaugura assieme a Marco Paolini il “Parco della Pace”[10] a Vicenza; nella stessa città nel maggio 2011 tiene un concerto spettacolo a due voci assieme al cantautore Eugenio Finardi dal titolo "Di generazione in generazione"[11] nella magnifica cornice della Piazza dei Signori. Durante l'esibizione la comparsa di uno striscione di notevoli dimensioni riportante la scritta: "Bassanese: Extraterrestre portalo via" suscita l'ilarità della piazza e dei due artisti che ringraziano i numerosi fan presenti[12].

Il brano Santo Subito, inno alla libertà, dai ritmi Klezmer e Balcanici, presente nell'album La Società dello Spettacolo, diviene sigla d'apertura del programma Il Comunicattivo condotto quotidianamente da Igor Righetti su Rai Radio 1 e in febbraio 2012 fa da colonna sonora all'omonimo carro satirico di prima categoria, vincitore del Carnevale di Viareggio[13], Carnevale d'Italia nel mondo, 2012.

Ad oggi Luca Bassanese fa parte della famiglia di Radio Chango con sede a Barcellona, tra gli artisti: Manu Chao. L’incontro nasce dalla pubblicazione del suo album “Al Mercato” nella versione in lingua spagnola dal titolo “El Mercado”[14]

Il 7 dicembre 2012, RAI UNO all'interno della storica rubrica di approfondimento del TG1[15], Tv7, trasmette uno speciale sul tema della Costituzione e dell'impegno civile nell'arte e nella musica d'autore, nel quale è presente per la salvaguardia e la difesa dei beni comuni Luca Bassanese, oltre ad artisti, tra cui, Roberto Benigni, Fabrizio De André, Giorgio Gaber, Franco Battiato, Antonello Venditti, con un estratto dal video della canzone "Qui si fa l'Italia o si muore" prima traccia del suo quinto album "La Rivoluzione", che vede la produzione di Stefano Florio per Buenaonda.

L’8 gennaio del 2013 Rai News 24 dedica un’intervista a Luca Bassanese a cura della telegiornalista Patrizia Morgani nella quale l’artista esprime la sua posizione sul tema della nonviolenza parlando del suo ultimo album La Rivoluzione.[16]

La poliedricità di Luca Bassanese come autore lo ha portato a collaborare nella scrittura con numerosi artisti, alcuni anche distanti dal suo universo musicale; tra questi, Lost (gruppo musicale) e Decò (gruppo musicale).

il 6 luglio del 2013 con il suo spettacolo concerto "per l'acqua, per la terra, per la dignità dei Popoli" è nella Top 10 del "Miglior Live dell'Anno" indetta dal MEI e dalla Rete dei Festival [17]

l'8 settembre 2013 riceve il PREMIO VRBAN Eco-festival 2013 per la sua continua ricerca e impegno attraverso la propria musica e scrittura alle tematiche di sostenibilità sociale ed ambientale. Il premio è consegnato da Giordano Sangiorgi presidente di Audiocoop e M.e.i. durante la presentazione del M.E.I. 2.0 – “20 anni del neo-folk italiano” [18]

Luca Bassanese in Francia per la promozione del suo ultimo album “Popolare Contemporaneo” il 23 novembre ottiene grande successo di pubblico e critica[19], con un concerto al prestigioso Cabaret Sauvage di Parigi per Le Bal Rital.

il 10 dicembre 2013 con il suo spettacolo concerto "per l'acqua, per la terra, per la dignità dei Popoli" è in scena al Teatro Sant'Alfonso Maria de' Liguori di Pagani (SA) in occasione del Premio Nazionale per l'Impegno Civile "Marcello Torre" con il ricavato devoluto al Comune di Lampedusa per le iniziative di accoglienza e sostegno ai migranti.

l'11 dicembre viene conferito a Luca Bassanese l'Attestato di Merito per l'impegno civile al Premio Nazionale "Marcello Torre". [20]

Luca Bassanese il 10 ottobre del 2014 torna nuovamente in Francia questa volta accompagnato da una nuova formazione nata sul palco del Cabaret Sauvage di Parigi, la Tarantella Circus Orchestra, con due concerti distinti, presso la sala Le Zéphyr a Châteaugiron e allo Chapiteau di Parc du Thabor di Rennes, capitale Bretone, per il Festival di musica internazionale Le Grand Soufflet di Bretagna dove viene definito come "Il menestrello, attivista, poeta e musicista italiano che critica l'austerità convocando fanfare e tarantelle trans alpine, in una grande operetta felliniana popolare e mondiale. Musicista, Luca Bassanese, cresciuto con i dischi di Fabrizio de André e ravvivato dal potente folklore delle due rive adriatiche (quella italiana e quella balcanica) che soffia sul braciere acceso dell'impegno sociale italiano con folate di fiati klezmer e ventate calde di opera buffa. Il suo è uno spettacolo moderno, circense e straordinario, nuova pietra miliare nella sua opera di restaurazione della grande musica popolare italiana." (Festival internazionale "Le Grand Soufflet" – Rennes, Francia) [21]

In occasione del concerto a Rennes (Francia), standing ovation per Luca Bassanese e la Tarantella Circus Orchestra a mezz'ora dall'inizio dello spettacolo [22]

Il 4 aprile 2015 con una cerimonia ufficiale presso il Centro Congressi Principe di Piemonte a Viareggio, gli viene consegnato il premio per la migliore colonna originale "Icilio Sadun" dedicato a Roberta Bartali, grazie alla canzone “Ola Ola Ola (Tu sei Superman, tu hai venduto Peter Pan)” scritta assieme allo scrittore, attore e attivista per l'ambiente, Jacopo Fo e al musicista, autore, compositore Stefano Florio che ne cura la produzione artistica per Buenaonda Etichetta Discografica [23]

Un estratto dal testo del Brano "NO O.G.M. La terra è nostra!" di Luca Bassanese apre il libro dal titolo "Contro Natura" pubblicato da Rizzoli (maggio 2015) del chimico Dario Bressanini e della biotecnologa Beatrice Mautino. Gli autori citano più volte l'artista nell'introduzione del libro [24] assieme a Jacopo Fo, ospite con il coro delle Mondine di Bentivoglio all'interno del suddetto brano scritto da Luca Bassanese e Stefano Florio per l'album "Quando piove tutti cercano riparo tranne gli alberi che hanno altro a cui pensare".

Premi vinti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004 - Con il brano Confini - Premio Recanati/Musicultura XV edizione
  • 2013 - Premio Vrban Eco-festival 2013 "per la sua continua ricerca e impegno attraverso la propria musica e scrittura alle tematiche di sostenibilità sociale ed ambientale"
  • 2013 - Attestato di Merito per l'Impegno Civile (Premio Nazionale "Marcello Torre")
  • 2015 - Premio miglior colonna sonora originale "Icilio Sadun" dedicato a Roberta Bartali [25]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Casa discografica Numero di catalogo
2005 Oggi che il qualunquismo è un'’arte mi metto da parte e vivo le cose a modo mio X-Land XL01
2006 Al Mercato X-Land/Venus XL02
2008 La Società dello Spettacolo Buenaonda/Venus BO02
2010 Il Futuro del Mondo Buenaonda/Carosello BO07
2011 C'è un mondo che si muove! Buenaonda BO09
2012 La Rivoluzione Buenaonda BO12
2013 Popolare contemporaneo - per l'acqua, per la terra per la dignità dei popoli Buenaonda BO16
2014 L'amore (è) sostenibile Buenaonda BO20
2015 Quando piove tutti cercano riparo tranne gli alberi che hanno altro a cui pensare Buenaonda BO21

Spettacoli teatrali[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri lavori[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 - A Silva (DVD con il brano ed il video “A Silva” accompagnato da una ricerca storica multimediale a cura dell’IstReVi)

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

Libri di Luca Bassanese[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] Premio Recanati
  2. ^ [2] Voce dal sito antiwarsongs.org
  3. ^ [3] Voce dal sito sanbenedetto.org - Comunità San Benedetto
  4. ^ [4] Voce dalla rivista "A"
  5. ^ [5] Ufficio stampa Comune di La Spezia
  6. ^ [6] Voce dal sito ilsalvagente.it
  7. ^ [7] Voce da sito ufficiale del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris
  8. ^ [8] Voce dal sito grillonews.it
  9. ^ [9] Voce dal sito ufficiale di Domenico Finiguerra
  10. ^ [10] Dal Giornale VicenzaPiù
  11. ^ [11] Da Famiglia Cristiana - famigliacristiana.it
  12. ^ [12] Da Il Giornale di Vicenza - ilgiornaledivicenza.it
  13. ^ [13] Da Il Tirreno
  14. ^ [14] Voce dal sito radiochango.com
  15. ^ [15] Da Tv7
  16. ^ [16] Da Rai News 24
  17. ^ [17] Da Sito MEI
  18. ^ [18] MeiWeb
  19. ^ [19] MEI
  20. ^ [20] Libero notizie
  21. ^ [21] Festival Internazionale Le Grand Soufflet - Francia
  22. ^ [22] Musica Popolare
  23. ^ [23] Sito ufficiale della Fondazione del Carnevale di Viareggio
  24. ^ Dario Bressanini e Beatrice Mautino, Contro Natura, p. 7-8, Rizzoli, 2015, ISBN 978-88-17-08092-7.
  25. ^ [24] Premio "Icilio Sadun"

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]