Loxia leucoptera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crociere fasciato
Whitewingedcrossbillmale09.jpg
Loxia leucoptera
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Fringillidae
Sottofamiglia Carduelinae
Tribù Carduelini
Genere Loxia
Specie L. leucoptera
Nomenclatura binomiale
Loxia leucoptera
Gmelin
Sottospecie
  • Loxia leucoptera leucoptera
  • Loxia leucoptera bifasciata

Il crociere fasciato (Loxia leucoptera Gmelin, 1789) è un uccello canoro della famiglia dei Fringillidi.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Taglia media di 15 cm di lunghezza, e 25 grammi di peso, i colori sono simili a quelli del crociere comune, unica differenza le due barre alari bianche, poi è ben visibile il dimorfismo sessuale specie nel periodo degli amori, quindi maschio adulto rosso-verdastro, femmina sul verdastro, i giovani sono bruni.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Uovo di Loxia leucoptera

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Quasi identica a quella del crociere comune, i semi dalle pigne delle conifere sono la sua dieta di base, raramente mangia qualche insetto. Questo atteggiamento viene osservato principalmente nel periodo di allevamento della prole.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Si riproduce tra i mesi di marzo e giugno.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Nidifica nelle regioni più a Nord di Asia, Europa ed America; le colonie più numerose si trovano in Siberia e nella penisola scandinava; in Italia ci sono stati rari casi di avvistamenti in inverno.[senza fonte]

Il suo habitat naturale sono le foreste di conifere.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Il crociere fasciato ha 2 sottospecie:[2]

  • Loxia leucoptera leucoptera Gmelin, 1789
  • Loxia leucoptera bifasciata (Brehm 1827)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Loxia leucoptera in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Fringillidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'11 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli