Low fantasy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Low fantasy è un'espressione generale, utilizzata per descrivere varie opere all'interno dei vari sottogeneri della letteratura fantasy, per mettere in contrasto specifiche opere con l'high fantasy.

Caratteristiche del Low fantasy[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene sia un termine molto vago, caratteristiche che possono sminuire gli aspetti epici o drammatici, comprende la non enfatizzazione magica, l'ambientazione del mondo reale, favorendo il realismo, una narrazione cinica e il dark fantasy. L'esempio archetipo di low fantasy è una storia che si svolge in un'ambientazione quasi-storica in cui i protagonisti non hanno una chiara iniziativa morale e potrebbero essere ossessionati o guidati da un oscuro passato o da un difetto del carattere, e dove gli elementi convenzionali del fantasy come ad esempio la magia, gli elfi, o i nani sono scarsi o assenti.

Ci sono molte discussioni su ciò che costituisce la linea di demarcazione tra low e high fantasy, ma invariabilmente nell'high fantasy vi è una dicotomia morale di bene altruistico male non redimibile, e nel low fantasy ci sono molte sfumature di grigio, dove il "protagonista" è spesso un antieroe. Per esempio, elfi immorali o nani mercenari potrebbero comunemente apparire in un racconto di low fantasy, ma raramente nell'high fantasy.

Il Signore degli Anelli è considerato la quintessenza del racconto di high fantasy che tutti gli altri emulatori o studiosi evitano, e così elfi e nani e una comunanza di magia sono considerate le caratteristiche dell'high fantasy, ma in verità è la netta separazione del bene e del male che lo blocca nel regno dell'high fantasy. Shadowrun, e il suo predecessore Shadowbane, sono entrambi esempi di fantasy che comprende elfi e nani, in un'ambientazione senza una chiara dicotomia tra bene e male.

Molti dei giochi di ruolo della White Wolf, Inc. andrebbero anche considerati low fantasy. Inoltre, Guerre stellari manca delle tipiche razze dell'high fantasy ed ha un'ambientazione fantascientifica, ma mantiene ancora il tema dell'high fantasy dello scontro bene-male. Il genere Sword and Sorcery è lo stile di scrittura fantasy maggiormente associato al low fantasy.

Alcuni dei significati che gli sono stati assegnati sono:

  • Fantasy comico
  • Fantasy con un grado di magia e sovrannaturale relativamente basso
  • Fantasy con un approccio realistico riguardo a sporco, malattie, potere o denaro. Per esempio il ciclo di Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin è, per questo criterio, low fantasy
  • Fantasy ambientata nel nostro mondo con elementi fantastici, come la magia e mostri -- fantasy contemporaneo o fantasy storico. Per esempio, la serie di Harry Potter è ambientata nel nostro mondo contemporaneo, ma narra di una comunità di praticanti di magia, volutamente segreta ai più.
  • Fantasy senza un approccio mondiale, priva per esempio di un male assoluto
  • Dark fantasy
  • Fantasy i cui protagonisti sono persone ordinarie, al massimo eroiche nell'atteggiamento
  • Fantasy che si occupa della vita di ogni giorno, invece che di una cerca che abbia vitale influenza sul mondo
  • Fantasy scritta in maniera semplice invece che con prosa raffinata. La diminuzione dell'influenza stilistica di Tolkien e di Lord Dunsany ha reso questa definizione sempre meno utile.
  • Sword and sorcery che può essere considerato low fantasy per molte delle definizioni elencate sopra.

Giochi di ruolo[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo più popolari le ambientazioni High fantasy esistono diverse ambientazioni low fantasy, per esempio Hârn, Seventh Sea, Martelli da guerra e i prodotti di diversi editori che si appoggiano al d20 System. Il low fantasy è poco presente nei videogiochi: tra le eccezioni si ricordano Gothic, Darklands e Shadow Hearts.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]