Louiselle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louiselle
Louiselle si esibisce in uno spettacolo per la rivista Big nel 1966
Louiselle si esibisce in uno spettacolo per la rivista Big nel 1966
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Periodo di attività 1964 – in attività
Etichetta ARC, Parade, Liberty, Produttori Associati, Erre, Papaya
Album pubblicati 5
Studio 5

Louiselle, nome d'arte di Maria Luisa Catricalà (Vibo Valentia, 1946), è una cantante italiana che è stata in auge negli anni sessanta e settanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini calabresi (è nativa della località di Vallelonga), dopo aver trascorso l'infanzia all'isola d'Elba si è trasferita a Roma.

Scoperta dal paroliere Carlo Rossi, che anni dopo diventerà suo marito, viene scritturata dalla casa discografica RCA Italiana e nel 1964 incide i primi dischi, partecipando inoltre al Festival delle Rose con Il momento giusto.

L'anno successivo avrebbe dovuto debuttare al Festival di Sanremo 1965 in coppia con Dalida ma la RCA decide di ritirare tutti i suoi artisti in gara; il brano Ascoltami ottiene comunque un buon successo. La grande popolarità arriverà qualche mese dopo con la partecipazione a Un disco per l'estate, con Andiamo a mietere il grano. Il brano ottenne un notevole riscontro discografico.

Alla stessa manifestazione negli anni successivi la cantante presenta con buoni risultati altri brani sempre ispirati alla tradizione popolare: Il pontile (1966), La scogliera (1968), La vigna (1969). Louiselle è poi in gara al Festival di Napoli 1970 dove raggiunge la finale con i brani "Quanno sponta primmavera" di Bonagura, Rutigliano e De Angelis e "Funtanella" di Dura, Troia e Salerni, eseguiti in abbinamento con Nunzio Gallo e Mario Da Vinci.

Durante tutti gli anni settanta Louiselle incide regolarmente dischi senza però ripetere il successo degli anni precedenti; discreti risultati ottengono comunque i singoli Forse bello non sarai (1974), Grande sei tu (in gara a Un disco per l'estate 1975) e l'album 40 minuti d'amore (1973), che risentì della censura imposta dalla RAI a causa dei testi considerati troppo "audaci" .

Nel 1992 ha inciso l'album Spaghetti Country. Nel 2004 è autrice del testo di Nando, successo di Teo Mammucari.

Nell'ottobre 2008 e nel dicembre 2010 ha partecipato alla trasmissione televisiva I migliori anni condotta da Carlo Conti.

Il 26 settembre 2010 ha partecipato alla trasmissione televisiva I Soliti Ignoti condotta da Fabrizio Frizzi.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Sciotti, Enciclopedia del Festival della Canzone Napoletana 1952-1981, ed. Luca Torre, 2011.
  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Louiselle, di Enzo Giannelli, pagg. 937-938
  • Franco Brizi, Le ragazze dei capelloni, Coniglio Editore, Roma, 2010; alla voce Louiselle, pagg. 248-249