Louise de La Fayette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louise de La Fayette

Louise Angelique de La Fayette (Vésigneux, 8 novembre 1618Parigi, 11 gennaio 1665) fu una dama francese del XVII secolo.

Fu una dei cinque figli di Jean conte de La Fayette e di Margherita di Borbone-Busset[1].

Il legame con Luigi XIII[modifica | modifica sorgente]

Dama di compagnia della regina Anna d'Austria, nel marzo del 1635 Luigi XIII di Francia si invaghì di lei. Il legame fu all'inizio appoggiato dal cardinale Richelieu che intendeva fare allontanare la favorita Marie de H, amica della regina e nemica del cardinale. Il primo incontro avvenne per l'esattezza durante un balletto al Louvre il 18 febbraio 1635.

Gli incontri in convento[modifica | modifica sorgente]

Il 19 maggio 1637 la ragazza, pia e modesta[2], si chiuse nel convento delle Figlie della Visitazione di Sainte-Marie in rue Saint-Antoine a Parigi divenendo suor Angelica[1]. Il legame con il re però andò avanti per un paio d'anni. Luigi andava spesso a farle visita in quanto in lei trovava una confidente[2].

Luigi XIII di Francia

L'influenza politica[modifica | modifica sorgente]

La giovane cercava di convincere il sovrano a fare allontanare il cardinale, a far richiamare dall'esilio la madre Maria de' Medici e a riconciliarsi con la moglie[2], dalla quale non aveva ancora avuto un erede.

Fu così di ritorno dal convento, la notte del 5 dicembre 1637, che il re dovette rifugiarsi nel palazzo del Louvre ove dimorava la regina. Era infatti ormai buio ed era cattivo tempo[2]. Dopo sette anni dall'ultimo aborto e dopo quella notte, la regina rimase incinta del futuro Luigi XIV.

Divenuta superiora nel 1657[1], suor Angelica morì l'11 gennaio 1665.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Louise De La Fayette
  2. ^ a b c d Guido Gerosa, Il Re Sole, Mondadori, Milano, 2008

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie