Louise Fazenda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louise Fazenda

Louise Fazenda (Lafayette, 17 giugno 1895Beverly Hills, 17 aprile 1962) è stata un'attrice cinematografica statunitense, nota principalmente per aver interpretato comiche e commedie all'epoca del muto.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il padre, Joseph Fazenda, era un mediatore d'affari. Dopo il trasferimento della famiglia sulla costa occidentale, Louise frequentò la Los Angeles High School e quelle del Convento di St. Mary. Prima di iniziare la propria carriera nel mondo del cinema lavorò come assistente di un dentista, come commessa in un negozio di dolciumi e come collaboratrice di un esattore delle imposte.

Louise Fazenda iniziò a prendere parte a cortometraggi comici verso il 1913 per conto dei Joker Studios, comparendo al fianco di Max Asher e Bobby Vernon. Ben presto venne chiamata a far parte della compagnia di Mack Sennett ai Keystone Studios.

Come accadde a molti degli attori della Keystone, la fama della Fazenda presto diventò più grande di quanto Sennett fosse disposto a pagarla, così nei primi anni venti lasciò la compagnia per cercare ingaggi migliori e più redditizi. Nel biennio 1921-1922 prese una pausa dal cinema per tentare l'avventura del vaudeville. Per tutto il resto del decennio prese parte ad un gran numero di corto e lungometraggi. Al momento dell'avvento del sonoro Louise Fazenda era un'attrice con un alto cachet e girava film per tutte le più importanti case di produzione. Continuò la propria carriera per tutti gli anni trenta prendendo parte principalmente a commedie e film musicali. Era specializzata in ruoli da caratterista, interpretando spesso il personaggio tipico della petulante zitella o quello della moglie rompiscatole.

Nel 1927 Louise Fazenda sposò il celebre produttore della Warner Bros Hal B. Wallis; l'unione durò fino alla sua morte. La coppia ebbe un figlio, Brent.

L'ultima apparizione di Louise Fazenda sullo schermo fu nel 1939. Complessivamente in carriera aveva interpretato più di 270 film. Trascorse il resto dei suoi anni facendo la collezionista d'arte e dedicandosi ad attività di filantropia. Tra i bambini che aveva aiutato c'era Edward Bunker, che ha descritto il loro rapporto nella sua autobiografia Educazione di una canaglia.

Morì nel 1962 colpita da un'emorragia cerebrale. Fu sepolta all'Inglewood Park Cemetery, in California.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Per il suo grande contributo allo sviluppo dell'industria cinematografica le è stata dedicata una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6801 dell'Hollywood Boulevard.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 32259178