Louis de Noailles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis de Noailles, IV duca di Noailles

Louis de Noailles, 4º duca di Noailles (Versailles, 21 aprile 1713Saint-Germain-en-Laye, 22 agosto 1793), fu un nobiluomo francese. Sposò Catherine de Cossé-Brissac il 25 febbraio 1737 da cui ebbe quattro figli: Jean Paul duc d'Ayen, Adrienne Catherine de Noailles, Emmanuel de Noailles, and Philippine Louise de Noailles.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Françoise Charlotte d'Aubigné nipote di Madame de Maintenon. Era un nipote di Marie Victoire de Noailles, nuora di Luigi XIV di Francia.

Portò il titolo di duc d'Ayen fino alla morte di suo padre nel 1766, quando divenne duca di Noailles. Servì in molte delle guerre del diciottesimo secolo senza particolare distinzione ma fu comunque creato maresciallo di Francia nel 1775. Rifiutò di emigrare durante la rivoluzione e morì prima che avesse inizio il regime del Terrore, il che gli permise di sfuggire alla ghigliottina.

La vedova del duca, la nipote e la nuora furono invece ghigliottinate il 22 luglio 1794 venticinque giorni dopo che anche il fratello e la sorella del duca, la cognata la loro nuora e nipote furono ghigliottinati. Un'altra nipote, Adrienne, moglie del Marquis de La Fayette fu salvata grazie dagli sforzi di James Monroe, in seguito Ministro americano in Francia[1]. Adrienne ed il Maquis sono sepolti, con i Noailles ed altri nobili che caddero sotto la ghigliottina, nel Cimitero di Picpus.

Louis de Noailles fu succeduto dal figlio maggiore, Jean de Noailles. Nel XXI secolo il titolo rimane ancora fra i discendenti del IV duca.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dello Spirito Santo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dello Spirito Santo
Cavaliere dell'Ordine di San Luigi - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Luigi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ExecutedToday.com URL consultato il 10 ottobre 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 88091271 LCCN: n2003071726

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie