Louis Raphaël I Sako

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis Raphaël I Sako
patriarca della Chiesa caldea
PatriarchNonCardinal PioM.svg
Titolo Babilonia dei Caldei
Incarichi attuali Patriarca di Babilonia dei Caldei
Incarichi ricoperti Arcieparca di Kirkuk
Nato 4 luglio 1948
Ordinato presbitero 1º giugno 1974
Consacrato arcivescovo 14 novembre 2003
Elevato patriarca 31 gennaio 2013

Louis Raphaël I Sako (Zakho, 4 luglio 1948) è un patriarca cattolico iracheno, dal 31 gennaio 2013 patriarca di Babilonia dei Caldei.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Louis Sako nasce a Zakho, in Iraq, il 4 luglio 1948.

Il 1º giugno 1974 è ordinato sacerdote. Inizialmente presta il suo servizio pastorale presso la chiesa cattedrale di Mossul. Dal 1979 frequenta a Roma il Pontificio Istituto Orientale, dove consegue il dottorato in Patrologia orientale. Consegue poi il dottorato in Storia alla Sorbona di Parigi.

Nel 1986 è nominato parroco della chiesa del Perpetuo Soccorso a Mossul. Dal 1997 al 2002 ricopre l'ufficio di rettore del seminario patriarcale di Baghdad.

Il 27 settembre 2003 è eletto arcieparca di Kirkuk. Riceve la consacrazione episcopale il 14 novembre dalle mani dell'arcieparca emerito André Sana.

Il 31 gennaio 2013 è eletto patriarca di Babilonia dei Caldei dal sinodo dei vescovi della Chiesa cattolica caldea riunito a Roma, ed assume il nome di Louis Raphaël I. Il 1º febbraio papa Benedetto XVI gli concede l'ecclesiastica communio.

Il 6 marzo 2013 si è svolta la solenne cerimonia di intronizzazione del nuovo patriarca nella cattedrale caldea di San Giuseppe a Baghdad.[1]

Nel mese di maggio 2013, il patriarca ha indirizzato ai vescovi, al clero e ai religiosi della Chiesa caldea una lettera[2], nella quale chiarisce la posizione ufficiale del Patriarcato circa la «questione del nazionalismo caldeo che sta contrapponendo il Patriarcato - a favore dell'unità con le altre chiese presenti in Iraq e che tracciano la loro comune origine nella Chiesa dell'Est diffusasi in Mesopotamia ai tempi della predicazione di San Tommaso - e le due diocesi caldee degli Stati Uniti da tempo a favore di una netta divisione delle suddette chiese in base alla diversa identità nazionale». Nella lettera il patriarca ribadisce che «non è un difetto amare la propria nazione ed esserne orgogliosi, ma lo è il considerarla migliore delle altre ed ad esse superiore, ed insultare coloro che non riconoscono questa stessa identità nazionale».

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Successione apostolica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Successione apostolica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Discorso della cerimonia di intronizzazione e omelia della Santa Messa per l'intronizzazione.
  2. ^ Testo in italiano del documento in Bahgdad Hope.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Arcieparca di Kirkuk Successore ArchbishopPallium PioM.svg
André Sana 27 settembre 2003 - 31 gennaio 2013 Yousif Thomas Mirkis
Predecessore Patriarca di Babilonia dei Caldei Successore PatriarchNonCardinal PioM.svg
Emmanuel III Delly dal 31 gennaio 2013 in carica

Controllo di autorità VIAF: 129789770