Louis Baraguey d'Hilliers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Louis Baraguey d'Hilliers

Louis Baraguey d'Hilliers (Parigi, 13 agosto 1764Berlino, 6 gennaio 1813) è stato un generale francese, sotto il comando di Napoleone Bonaparte.

Baraguey d'Hilliers è un nobile entrato nell'esercito francese come luogotenente nel 1784. All'inizio della guerra rivoluzionaria francese decise di rimanere in Francia, e nel 1793 venne promosso, durante l'assedio di Mainz. Baraguey d'Hilliers venne arrestato e processato, ma venne rilasciato per via della morte di Robespierre. Nel 1796 comandò parte della repressione contro agli insorti.

Trasferito in Italia, ha servito sotto Napoleone Bonaparte e fu coinvolto nella conquista di Bergamo. Fu quindi promosso generale di divisione. Nel 1798 accompagnò Bonaparte in Egitto, ma dopo che i francesi conquistarono Malta venne nuovamente inviato in Francia con il bottino conquistato. Durante il viaggio di ritorno la sua nave fu però intercettata dalla Royal Navy fu fatto prigioniero. Dopo la sua liberazione dovette affrontare una corte marziale, e fu assolto.

Nel 1801 Baraguey d'Hilliers venne nominato ispettore generale di fanteria e nel 1804 divenne colonnello generale dei dragoni. Comandò una riserva di cavalleria durante la campagna del 1805, e si distinse nella battaglia di Austerlitz. Durante la campagna del 1809 ha servito sotto il viceré Eugenio di Beauharnais. Nel 1810 fu inviato in Spagna, dove servì in Catalogna. Richiamato dalla Spagna, servì nella campagna di Russia. Durante la ritirata da Mosca, Baraguey d'Hilliers e la sua divisione dovettero arrendersi il 9 settembre ai russi, ed a gennaio morì a Berlino.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere di Gran Croce dell'ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'ordine della Legion d'Onore

Controllo di autorità VIAF: 122924