Los Indios Tabajaras

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Los Indios Tabajaras
Paese d'origine Brasile Brasile
Genere Folk
Música popular brasileira
Pop
Bolero latino americano
Periodo di attività 1943-2000

Los Indios Tabajaras è stato un duo brasiliano, attivo nella seconda metà del Novecento, che eseguiva alla chitarra soprattutto musica strumentale dell'America Latina.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Delle loro origini si sa poco, salvo che sono originari dello Stato di Ceará, nel Nordest del Brasile. La biografia proposta dalla RCA Víctor che li lanciò musicalmente afferma che i fratelli Mussapere e Herundy erano il terzo e il quarto dei trenta figli di Mitanga, uno dei capi della tribù india Tabajara, residente nelle foreste dello Stato di Ceará. Alla fine degli anni trenta del XX secolo, i due fratelli trovarono nella foresta una chitarra, abbandonata da una spedizione di bianchi. Non conoscevano inizialmente l'utilità dello strumento, ma una volta resisi conto della sua funzione, iniziarono a suonarlo finché decisero di lasciare la tribù e avventurarsi nelle civiltà urbana del Brasile.

A Rio de Janeiro, benché musicalmente ancora inesperti, suscitarono la simpatia del pubblico eseguendo tipiche canzoni tribali, finché furono contattati da un impresario per una tournée di sei anni nell'America del Sud. Poi si stabilirono in Messico, assunsero il nome individuale di Antenor e Natalicio Moreyra Lima, e chiamarono il loro duo Los Indios Tabajaras. Prese lezioni professionali di chitarra, Antenor si specializzò nell'accompagnamento e Natalicio nella melodia. Proseguirono lo studio dedicandosi al repertorio popolare brasiliano e alla musica classica, affrontando Bach, Beethoven, Fryderyk Chopin, Rimskij-Korsakov, de Falla e Albéniz.

Dopo due anni di studi, ripresero le tournée per l'America e poi per l'Europa, esibendosi con successo a Madrid, Barcellona, Roma, Atene, Lisbona, Parigi, suonando e cantando nel loro idioma, in italiano, tedesco, greco, portoghese e spagnolo.

Nel 1943 stipularono un contratto con la RCA latino americana, incidendo soprattutto numerose musiche latino-americane.[1] Nel 1962 ottennero un grande successo in tutto il mondo con la riproposizione della canzone María Elena che avevano pubblicato quattro anni prima e composta nel 1936 da Lorenzo Barcelata. Los Indios Tabajaras incisero con la RCA fino agli anni ottanta, quando avvenne il ritiro dall'attività di Antenor, mentre Natalicio Lima continuò a esibirsi ancora una decina d'anni con la moglie Michiko.

Natalicio Lima è morto per un cancro allo stomaco il 15 novembre 2009, all'età di 91 anni.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Serie Titolo Edizione
STPL-515-080 Popular and Folks Songs of South America Vox Records
LSP-2822 Maria Elena RCA Víctor
LSP-2912 Always in My Heart RCA Víctor
LSP-2959 Mellow Guitar Moods RCA Víctor
LSP-3413 The Many-Splendored Guitars RCA Víctor
LSP-3505 Casually Classic RCA Víctor
LSP-3611 Twin Guitars in a Mood for Lovers RCA Víctor
LSP-3723 Their Very Special Touch RCA Víctor
LSP-3905 Fascinating Rhythms of Brazil RCA Víctor
LSP-4007 The Best of Los Indios Tabajaras RCA Victor
LSP-4013 In a Sentimental Mood RCA Víctor
LSP-4129 Songs of the Islands RCA Víctor
LSP-4365 Dreams of Love RCA Víctor
LSP-4496 The Very Thought of You RCA Víctor
LSP-4615 What the World Needs Now RCA Víctor
AFL 1-3990 Beautiful Sounds RCA Víctor
AFL1-4273 Music for Romance RCA Víctor
AFL 1-4649 Guitars on the Go RCA Víctor
APL 1-0210 Play Favorite Movie Themes RCA Víctor
AP 1-1033 Secret Love RCA Víctor

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel 1943 stipularono un contratto con la RCA latino americana.
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica