Famiglia di Los Angeles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Los Angeles (famiglia))
Famiglia di Los Angeles
Nomi alternativi Famiglia Licata
Area di origine Los Angeles
Aree di influenza California meridionale, Las Vegas
Periodo 1910 - in attività
Alleati Cinque famiglie e le famiglie mafiose di Chicago, Buffalo, Cleveland e Kansas City
Rivali Varie gang di strada a Los Angeles
Attività Racket, gioco d'azzardo, contrabbando, prostituzione, traffico di droga, usura, riciclaggio di denaro, frode, appalti, rapina, estorsione, pornografia, ricettazione, scommesse, furto
Pentiti Frank Bompensiero
Jimmy Fratianno
Anthony Fiato

La Famiglia di Los Angeles, nota anche come Famiglia Licata è una delle potenti organizzazioni appartenenti a Cosa nostra americana che controlla le attività (criminali e non) della città californiana. Nel corso degli anni ha mantenuto rapporti di alleanza con tutte le "Famiglie" di Cosa Nostra, soprattutto con quella di Buffalo. Analogamente a molte altre famiglie mafiose, è nata nel contesto storico del Proibizionismo. Dagli anni '70 l'organizzazione ha subito un lento declino, anche a causa della nascita e successivo sviluppo di altre potenti gang malavitose nella città, come Mara Salvatrucha; secondo una stima del 2010 i membri effettivi della famiglia sono solo 14.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni del crimine organizzato in California, negli anni '20, furono connotati dalla divisione di diverse bande di strada italiane come le organizzazioni della Mano nera. La banda più prominente era quella della famiglia Matranga, una banda composta dai parenti di Charles Matranga, fondatore della Famiglia di New Orleans. La loro attività legale era la vendita di frutta, d'altraparte usavano minacce, violenze e estorsioni per controllare la Plaza area, che era il cuore della comunità italo-americana a quel tempo. Il primo capo fu Orsario, Sam, Matranga nel 1905.

Joseph Cuccia, fu un criminale rispettato nel mondo del crimine, utile come traduttore per gli italiani che non sapevano l'inglese

Quando, un capo della mano nera, Joseph Ardizzone, fu coinvolto con George Maisano, un membro della banda di Matranga, andarono entrambi da Cuccia per avere una mediazione. Cuccia era un parte di Ardizzone e membro della sua famiglia e decise in favore di quest'ultimo, e dovendosi subire le minacce dei Matranga. In risposta, Ardizzone il 2 luglio 1906 uccise Maisano e si diede latitante.

Joseph "Iron Man" Ardizzone ritornò in California nel 1914 e fu assolto dall'accusa di omicidio nel 1915 per mancanza di prove e con nessun testimone. Iniziò così a riprendersi il potere del racket. Collaborò per 10 anni con Jack Dragna.

Dopo aver prosperato nell'era del proibizionismo scompare misteriosamente nel 1931, probabilmente era in conflitto con membri della mafia italo-americana della Costa Orientale, i quali ne ordinarono l'omicidio.

Jack Dragna divenne il nuovo capo e si riappacificò con le altre famiglie.

Quando Lucky Luciano mandò Benjamin "Bugsy" Siegel da New York City a Los Angeles per controllare i suoi interessi nella Costa occidentale (tra cui Las Vegas), si formò una alleanza con Dragna. Siegel fu capace di essere indipendente da lui, dovendo solo pagare una piccola tassa per le sue attività di gioco d'azzardo.

Negli anni '50 mentre le altre famiglie prosperavano quella di Los Angeles era in declino grazie alla polizia che cominciò un giro di vite sull'organizzazione invece di essere compiacente, e la famiglia perse terreno nei confronti di New York e di Chicago Outfit.

Peter Milano divenne ufficialmente il boss della famiglia dopo la morte del boss Dominic Brooklier nel 1984. Durante la sua reggenza la famiglia fu coinvolta nel traffico di droga, nella pornografia, il gioco d'azzardo e il riciclaggio di denaro. Alla fine degli anni '80 furono arrestati gran parte dei membri della famiglia, tra cui lo stesso boss. Nel 1991 Milano fu rilasciato prese il controllo della famiglia, ormai indebolita.

Oggi[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte delle attività della famiglia oggi è sconosciuta. Le forze dell'ordine ora concentrato le loro forze verso altre bande e organizzazioni criminali come la mafia russa, le triadi, molto più diffuse sul territorio.

Si pensa che Peter Milano sia ancora il boss della famiglia, ma molti membri se ne sono andati via dallo stato della California e altri sono morti. Los Angeles non ha più un'alta concentrazione di italiani che possa rinfoltire le file della famiglia. Sicuramente deve scontrarsi con molte bande di altra etnia della California meridionale per il controllo del racket.

Boss (ufficiale e reggente)[modifica | modifica wikitesto]

Viceboss[modifica | modifica wikitesto]

Consigliere[modifica | modifica wikitesto]

Capidecina storici della famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Fazione Los Angeles[modifica | modifica wikitesto]

Fazione Contea di Orange[modifica | modifica wikitesto]

Fazione Riverside[modifica | modifica wikitesto]

Fazione San Diego[modifica | modifica wikitesto]

Boss della famiglia di Los Angeles[modifica | modifica wikitesto]



Vito Di Giorgio
1909 - 1922

Rosario DeSimone
1922 - 1925

Joseph Ardizzone
1925 - 1931

Jack Dragna
1931 - 1956

Frank DeSimone
1956 - 1967

Nicholas Licata
1967 - 1974

Dominic Brooklier
1974 - 1984

Peter Milano
1984 - 2012