Lorenzo Dalmazzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lorenzo Dalmazzo
Renzo Dalmazzo.jpg
23 gennaio 1886
Soprannome Renzo
Nato a Torino
Dati militari
Paese servito bandiera Regno d'Italia
Forza armata Regio Esercito
Grado generale di corpo d'armata
Guerre Guerra d'Etiopia
Seconda guerra mondiale
Campagne Operazione Compass
Invasione della Jugoslavia
Comandante di Regio Corpo Truppe Coloniali della Somalia (1925-1926)
2ª Divisione Celere "E.F.T.F." (1935-1936)
1ª Divisione eritrea (1936)
VI Corpo d'armata (Albania, 1940-1942)
9ª Armata (Albania, 1943)
Decorazioni Commendatore BAR.svg Commendatore dell'Ordine militare d'Italia[1]

(EN) Biografia Lorenzo Dalmazzo.

voci di militari presenti su Wikipedia

Lorenzo Dalmazzo (Torino, 23 gennaio 1886 – ...) , detto "Renzo", è stato un generale del Regio Esercito, insignito dell'Ordine militare d'Italia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Lorenzo "Renzo" Dalmazzo servì nella colonia della Somalia italiana nel 1925-1926 come Regio Corpo Truppe Coloniali della Somalia. Durante la guerra d'Etiopia ebbe il comando della 2ª Divisione eritrea. Dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale, fu al comando del XXI Corpo d'armata durante l'Operazione Compass[2]. Comandò il VI Corpo d'armata nell'invasione della Jugoslavia, dove fu determinante nella negoziazione dell'accordo di collaborazione con i cetnici[3]. Nel 1943 era in Albania come comandante della 9ª Armata. Qui ottenne la collaborazione di Ali Këlcyra, dell'organizzazione nazionalista Balli Kombëtar, per combattere la resistenza comunista. Fu fatto prigioniero di guerra dai tedeschi nel 1943, quando l'Italia si arrese agli Alleati. Le circostanze della sua morte sono sconosciute[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sito ufficiale del Quirinale.
  2. ^ a b Elsie, op. cit. pag. 96.
  3. ^ Tomasevich, op. cit. pag. 213.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]