Lorenzo Costa il Giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lorenzo Costa detto il Giovane (Mantova, 1537Mantova, 1583) è stato un pittore italiano. Era figlio ed allievo di Ippolito Costa, nonché nipote di Lorenzo Costa (successivamente detto Il Vecchio).

Dal 1561 al 1564 fu a Roma, dove collaborò con Federico Zuccaro alle decorazioni del Palazzo del Belvedere, del Casino di Pio IV e della torre Borgia.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Fu autore di affreschi nel Palazzo Ducale di Mantova: tra questi è opera sua l'affresco del soffitto della Sala dello Zodiaco del 1579 e gli è stato attribuito l'affresco Costruzione di Porta Pradella nel Salone di Manto dell' "Appartamento Grande di Castello". All'interno della chiesa di palazzo, Basilica di Santa Barbara, nei due altari laterali, sono collocate due sue grandi tele:

  • Battesimo di Costantino, Basilica Palatina di Santa Barbara, Mantova (1572)
  • Martirio di San Adriano, Basilica Palatina di Santa Barbara, Mantova (1572)
  • Diana sul carro trainato da cani, volta della sala dello Zodiaco ; Palazzo Ducale, Mantova (1579)

Dipinse una grande pala d'altare Sant'Elena e il rinvenimento della Croce conservata nella Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano a San Martino dall'Argine

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Jane Turner (a cura di), The Dictionary of Art. 8, pp. 4-5. New York, Grove, 1996. ISBN 1-884446-00-0

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]