Lophuromys chrysopus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lophuromys chrysopus
Immagine di Lophuromys chrysopus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Deomyinae
Genere Lophuromys
Specie L.chrysopus
Nomenclatura binomiale
Lophuromys chrysopus
Osgood, 1936

Lophuromys chrysopus (Osgood, 1936) è un Roditore della famiglia dei Muridi endemico dell'Etiopia.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 100 e 128 mm, la lunghezza della coda tra 72 e 87 mm, la lunghezza del piede tra 19 e 23 mm, la lunghezza delle orecchie tra 16,5 e 20 mm e un peso fino a 65 g.[3]

La pelliccia è lunga, densa e leggermente ruvida. Le parti dorsali sono bruno-nerastre, con la base dei peli bruno-rossastra e una banda centrale giallastra. Le parti ventrali sono screziate di crema-rosato o crema-grigiastro. Il dorso delle zampe anteriori è nerastro mentre quello delle zampe posteriori è rosso-grigiastro. Le dita sono nere. Gli artigli sono chiari e iù corti rispetto alle altre specie simili. La coda è più corta della lunghezza della testa e del corpo ed è densamente ricoperta di scagli grigie o nere e di corti peli nerastri, mentre sotto è grigio chiara. La punta è bianca. Le femmine hanno due paia di mammelle pettorali e un paio inguinale. Il cariotipo è 2n=54 FNa=60.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie terricola, attiva sia di giorno che di notte.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Probabilmente si nutre di parti vegetali.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Femmine gravide sono state catturate ad aprile e maggio. Danno alla luce due piccoli alla volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è endemica dell'Etiopia meridionale.

Vive nelle foreste montane tropicali sempreverdi e pluviali dei due versanti dell'altopiani etiopici tra 1.200 e 2.760 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica L.chrysopus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Lavrenchenko, L. 2008, Lophuromys chrysopus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lophuromys chrysopus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Happold, 2013

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi