Longships

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Longships
Le Longships viste da Land's End
Le Longships viste da Land's End
Geografia fisica
Coordinate 50°03′58″N 5°44′45″W / 50.066111°N 5.745833°W50.066111; -5.745833Coordinate: 50°03′58″N 5°44′45″W / 50.066111°N 5.745833°W50.066111; -5.745833
Arcipelago Longships
Geografia politica
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Sud Ovest
Contea Cornovaglia
Parrocchia civile Sennen
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Longships

Fonti nel testo

voci di isole presenti su Wikipedia

Longships è un gruppo di isolotti rocciosi situati circa 2 km a ovest di Land's End, Cornovaglia, Regno Unito.[1]

La maggior parte del piccolo arcipelago delle Longships viene sommerso durante l'alta marea, ma i tre isolotti principali– Tal-y-Maen, Carn Bras e Meinek – restano sempre al di sopra del livello del mare.

Due isolotti più piccoli, noti come Kettle's Bottom, si trovano a metà strada tra le Longships e la costa. Le isole Longships (ma non gli scogli di Kettle's Bottom) ricadono sotto la parrocchia civile di Sennen.[2]

Nomi degli scogli[modifica | modifica sorgente]

Elenco dei nomi degli scogli che costituiscono l'arcipelago con relativi significati in lingua cornica.

  • Cein (cornico: Keyn, che significa "dorso", "cresta" o "crinale")
  • Farkell Carn (cornico: Karn Forhel, che significa "roccia spaccata")
  • Tal-y-maen (cornico: Tal an Meyn, che significa "sopracciglio delle rocce")
  • Carn Bras (cornico: Karn Bras, che significa "grande mucchio di roccia")
  • Herly (cornico: Hir Legh, che significa "lunga cornice")
  • Plassek (cornico: Plosek, che significa "lo schifoso")
  • Meinek (cornico: Meynek, che significa "posto roccioso')

Il faro[modifica | modifica sorgente]

Il faro delle Longships sorge su Carn Bras, l'isolotto più alto, che raggiunge una quota di 12 metri sul livello del mare. Un primo edificio fu costruito nel 1795 su progetto dell'architetto della Trinity House Samuel Wyatt. La lanterna si trovava a 24 metri sul livello del mare, ma le maree più alte ne oscuravano la luce.[3]

Nel 1869 la Trinity House avviò la costruzione di un faro sostitutivo.[4] L'attuale torre in granito impiega molte delle attrezzature precedentemente utilizzate nella costruzione del Faro di Wolf Rock.[4] Il faro fu acceso per la prima volta nel mese di dicembre 1873; la sua realizzazione costò 43.870 sterline.[4] Anche dopo questi miglioramenti, la nave S.S. Bluejacket naufragò sugli scogli vicino al faro durante una notte limpida del 1898, rischiando di demolire il faro stesso.

La lampada del faro ha un raggio di 11 miglia nautiche (20,372 km) e manda un segnale di 5 secondi ogni 10 secondi. I segnali sono bianchi se visti dal mare, ma settori di luce rossa avvertono se un'imbarcazione si avvicina troppo a Cape Cornwall a nord o a Gwennap Head a sud-sudest. Un segnale acustico per la nebbia risuona ogni 10 secondi.

Naufragi[modifica | modifica sorgente]

  • 1898 S.S. Bluejacket
  • 1901, novembre. Mary James. Costruita nel 1862 da Richard Tredwen a Padstow. Per la maggior parte della sua attività è stata di proprietà della famiglia di Harvey James e ha effettuato viaggi verso il Galles con carichi di rame grezzo, riportando carbone nero per le miniere.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Ordnance Survey: Landranger map sheet 203 Land's End ISBN 978-0-319-23148-7
  2. ^ (EN) Cornwall Council online mapping; controllato giugno 2010
  3. ^ (EN) Trinity House website; Longships lighthouse; retrieved April 2010
  4. ^ a b c (EN) Christopher Nicholson, Rock lighthouses of Britain The end of an era?, Whittles Publishing, 1995, pp. 72–73, ISBN 1-870325-41-9.
  5. ^ (EN) Jenkin, C.J. (2009) Newlyn. 'A view from Street-an-Nowan'. Penryn: R. Booth Ltd.