Long Tall Sally (EP)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Long Tall Sally
Artista The Beatles
Tipo album EP
Pubblicazione 19 giugno 1964
Durata 9 min : 06 s
Dischi 1
Tracce 4
Genere Rock and roll
Etichetta Parlophone
Produttore George Martin
Registrazione 1 marzo e 1 giugno 1964, Abbey Road Studios, Londra
Note numero 1 Gran Bretagna
The Beatles - cronologia
EP precedente
(1964)

Long Tall Sally è il quinto EP ufficiale pubblicato dai Beatles, e il primo EP britannico a includere canzoni inedite mai pubblicate prima su album o su singolo.[1] Il disco venne pubblicato dalla Parlophone in versione mono con il numero di catalogo GEP 8913, il 19 giugno 1964.

I brani[modifica | modifica sorgente]

Long Tall Sally[modifica | modifica sorgente]

Questa canzone è celebre sia per le frequenti inclusioni nei live della band (nell'ultimo live, a Candlestick Park, fu l'ultima canzone in scaletta), sia per l'esecuzione vocale di Paul McCartney. L'originale canzone era di Little Richard[2].

I Call You Name[modifica | modifica sorgente]

I Call Your Name è l'unica canzone originale presente nell'EP. L'anno prima era stata "regalata" ad un altro gruppo di Brian Epstein, Billy J. Kramer and The Dakotas, e l'avevano piazzata in testa alle classifiche, ma l'esecuzione era stata disprezzata da Lennon. Inizialmente voleva farla apparire nella colonna sonora del film A Hard Day's Night, ma il regista rifiutò. Per il decennale della morte di Lennon, Ringo Starr incise una propria versione, ripresa anche in vari live[3].

Slow Down[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Slow Down (Larry Williams).

Slow Down è stata la prima delle tre canzoni di Larry Williams ad apparire su un disco dei Beatles (seguita da Dizzy Miss Lizzy e Bad Boy, rispettivamente in Help! e in A Collection of Beatles Oldies (But Goldies!)), ma l'esecuzione è negativa: George Martin non suona in certi punti e Ringo fa errori con la batteria[4].

Matchbox[modifica | modifica sorgente]

La canzone è cantata da Ringo Starr; quando erano ad Amburgo, il suo predecessore Pete Best ne era il cantante. La canzone venne registrata il 1º luglio 1964 con la presenza di Carl Perkins, autore del brano. Starr l'avrebbe ripresa in seguito nei suoi live. Negli USA e in Canada venne pubblicata in un singolo, che riscontrò un buon successo[5].

Copertina[modifica | modifica sorgente]

La foto di copertina è opera del fotografo svedese Bosse Trenter che la scattò a Stoccolma il 25 ottobre 1963.[6]

Classifica[modifica | modifica sorgente]

In Gran Bretagna il disco si classificò alla posizione numero 11 nella classifica dei singoli e alla posizione numero 1 nella classifica riservata espressamente agli EP.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A
  1. Long Tall Sally (Johnson-Penniman-Blackwell) - 2:03
  2. I Call Your Name (Lennon/McCartney) - 2:09
Lato B
  1. Slow Down (Williams) - 2:56
  2. Matchbox (Perkins) - 1:58

Altre pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1976, le quattro canzoni dell'EP furono incluse nell'album Rock 'n' Roll Music, una raccolta di 28 brani dei Beatles. Con la pubblicazione di quest'album, i brani furono pubblicati in formato stereo per la prima volta in Gran Bretagna.
  • Nel 1978, le tracce furono incluse nell'LP Rarities, con tutte e quattro le canzoni dell'EP in versione mono. La versione USA di Rarities era differente e non comprendeva i brani dell'EP Long Tall Sally.[7]
  • L'EP è stato inserito integralmente nel primo volume della raccolta Past Masters. Ancora una volta i brani furono pubblicati in formato stereo.
  • Nel dicembre 2004, la Capitol Records pubblicò un cofanetto di 4 CD intitolato The Capitol Albums, Volume 1. Il box set include le ristampe dei primi quattro album dei Beatles in versione americana, per la prima volta in formato compact disc. Le canzoni Long Tall Sally e I Call Your Name sono sul secondo CD (The Beatles' Second Album), mentre Slow Down e Matchbox sul CD 3 (Something New).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Graham Calkin, Graham Calkin's Beatles Pages. URL consultato il 21 dicembre 2004.
  2. ^ Long Tall Sally | The Beatles | Discografia | Pepperland | Tutto sui Beatles
  3. ^ I Call Your Name | The Beatles | Discografia | Pepperland | Tutto sui Beatles
  4. ^ Slow Down | The Beatles | Discografia | Pepperland | Tutto sui Beatles
  5. ^ Matchbox | The Beatles | Discografia | Pepperland | Tutto sui Beatles
  6. ^ Börje, Lundberg, och Ammi Bohm: Yeah! Yeah! Yeah! The Beatles erövrar Sverige, pag. 76–79
  7. ^ Craig Cross, The Beatles: Day-by-Day, Song-by-Song, Record-by-Record, 2005, pp. 511, 570.