London River Services

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
LRS roundel.svg
Traffico intorno al Parlamento nel 2008.

London River Services è una divisione del Transport for London (TfL), che gestisce il servizio passeggeri sulla rete fluviale operante sul Tamigi a Londra. Il servizio non viene operato in proprio ma dato in concessione ad altri operatori. Esso è articolato fra servizi prettamente turistici e servizi per viaggiatori pendolari[1].

Il Tamigi è largo mediamente 300 metri nel tratto che scorre entro l'area della Greater London ed è facilmente attraversabile a mezzo dei tanti ponti che lo scavalcano. Pertanto i servizi fluviali sul Tamigi hanno delle direttrici est-ovest piuttosto che di raccordo fra le due sponde del fiume. Alcuni ferry-boat vengono usati a valle di Londra la dove il fiume si allarga verso l'estuario e dove non esistono ponto che lo scavalcano.

La rete del London's river service non è così estesa come quella di Hong Kong o Sydney, ma con i recenti investimenti nei trasporti fluviali e la creazione dei London River Services, questo genere di trasporto sta ottenendo un nuovo impulso. Più di 2.000 pendolari al giorno viaggiano sui mezzi fluviali operanti sul Tamigi[2] raggiungendo così la non indifferente cifra di circa 3.000.000 di passeggeri per anno, che è destinata a crescere in prospettiva dei XXX Giochi olimpici che si svolgeranno a Londra nell'estate del 2012.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima della costruzione dei ponti sul Tamigi e della metropolitana, il fiume costituì il maggior mezzo di comunicazione fra le due zone di Londra separate da esso. Tentativi per regolare i trasporti di passeggeri e merci, iniziarono già nel 1197, quando re Riccardo I cedette i diritti della Corona sul fiume alla Corporation of the City of London, che iniziò a rilasciare licenze ai natanti per i servizi di trasporto sul fiume. Nel 1510 Enrico VIII concesse delle licenze che davano diritti di esclusiva per il trasporto dei passeggeri lungo il Tamigi[3], e nel 1555 una legge del Parlamento creò una società per il controllo del traffico sul fiume.

Per secoli, l'unico ponte sul Tamigi fu il London Bridge. L'attraversamento del fiume su piccole barche di legno fu l'unico modo di viaggiare fra le due sponde del Tamigi[4].

XIX secolo[modifica | modifica sorgente]

Vaporetti sul Tamigi nel 1841

Vaporetti a vapore vennero introdotti nel 1815 e l'uso del fiume come via di trasporto aumentò in maniera esponenziale. I trasporti si svolgevano da Gravesend, Margate e Ramsgate via Greenwich e Woolwich verso il centro di Londra. A partire dalla metà degli anni 1850, circa 15.000 persone al giorno viaggiavano sul fiume sui battelli a vapore, più del doppio rispetto a quelli che usavano le allora nascenti ferrovie[5]. Con l'aumento della congestione del traffico fluviale, aumentarono a dismisura collisioni ed incidenti e fra questi quello occorso alla SS Princess Alice a Woolwich nel 1878.[6]

Così come la costruzione di grandi battelli e di ponti aveva sottratto gran parte del lavoro ai piccoli barcaioli, la costruzione delle ferrovie sottrasse tantissimi passeggeri ai servizi fluviali. Le compagnie dei battelli andarono perdendo sempre più passeggeri e nel 1876 le cinque compagnie più rilevanto si consorziarono fra di loro costituendo la London Steamboat Company. La società istituì un servizio, della durata di mezz'ora, fra Chelsea e Greenwich che andò avanti per otto anni fino a quando essa fu costretta a chiudere per fallimento nel 1884. Nonostante ciò i servizi continuarono, da parte di altre aziende, per tutto il secolo seguente.

XX secolo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1905 il London County Council lanciò un proprio servizio di trasporto sul Tamigi per integrare il nuovo London County Council Tramways, acquistando diversi attracchi e 30 nuovi battelli a vapore[7]. Vennero istituiti frequenti corse fra Hammersmith e Greenwich ma il LCC river service non si rivelò un grande successo accumulando in un anno debiti per 30.000 sterline. Esso venne chiuso definitivamente dopo soli due anni di servizio[8][9]

Nel 1940, venne realizzato un servizio temporaneo durante la seconda guerra mondiale per sostituire i treni ed i tram distrutti dai bombardamenti tedeschi[10].

Ripresa del servizio passeggeri[modifica | modifica sorgente]

Nel 1997, il segretario di stato ai trasporti del Governo britannico lanciò Thames 2000, un progetto da 21 milioni di sterline per rilanciare i trasporti passeggeri sul Tamigi in previsione dei festeggiamenti dell'anno 2000[11]. L'attazione principale di questi festeggiamenti fu il Millennium Dome, ma vi fu anche un piano per creare un progetto a lungo termine di pubblici trasporti fluviali fra le sponde del Tamigi.

Il risultato fu la costituzione, nel 1999, del London River Services, una sussidiaria del Transport for London.

LRS oggi[modifica | modifica sorgente]

La LRS è responsabile per l'integrazione dei trasporti fluviali con gli altri trasporti di Londra, come la metropolitana ed i bus. Essa promuove il trasporto sul fiume sotto il marchio di London River Services.

Gestisce direttamente anche otto dei 32 moli che sono presenti sulle rive del Tamigi.


Servizi[modifica | modifica sorgente]

I servizi proposti sono diversi a seconda delle stagioni e sono suddivisi in tre tipologie diverse[12]:

Servizio pendolare[modifica | modifica sorgente]

Un servizio pendolare operato da Thames Clipper sul fiume Tamigi.

Questo servizio viene effettuato con frequenze maggiori durante le ore di punta. Alcuni funzionano sette giorni a settimana mentre altri non operano il sabato e la domenica. Molti operatori offrono tariffe scontate per possessori di Travelcard. La Oyster Card pay-as-you-go non è però accettata su alcuni di questi servizi. Le principali linee sono:

  • Embankment - Woolwich
  • Putney - Chelsea Harbour - Cadogan - Embankment - Blackfriars

I catamarani che operano sulle rotte sono dotati di bar, sedili stile aereo, possono caricare biciclette e sono accessibili a disabili su sedie a rotelle.

Ferry-boat[modifica | modifica sorgente]

Il servizio di trasporto veicoli e passeggeri da Woolwich.

Nella zona centrale di Londra il corso del Tamigi è abbastanza stretto da consentirne lo scavalcamento con una serie di ponti; verso la foce il suo corso si allarga e vi sono pochi ponti per l'attraversamento. Vi sono pertanto due servizi di collegamento per il trasbordo di autovetture:

Altri due servizi di ferry operano ad ovest di Londra e sono l'Hammerton's Ferry ed l'Hampton Ferry. Questi non dipendono dal London River Services.

Servizi turistici[modifica | modifica sorgente]

Un battello turistico operato dalla Bateaux London Catamaran Cruisers.

Questi battelli sono destinati essenzialmente ai turisti e normalmente non funzionano nelle ore di punta. Molte società hanno delle corse ad orari prefissati mentre alcune realizzano soltanto due corse al giorno, in alcuni giorni della settimana o soltanto in alcune stagioni dell'anno. Le destinazioni sono attrazioni turistiche o una crociera sul fiume per ammirare i maggiori ponti d'interesse della città. Queste sono alcune delle maggiori rotte turistiche:

  • Bankside - Waterloo - Millbank (Da Tate Gallery a Tate Gallery)
  • London Eye River Cruise
  • Multilingual Circular Cruise (multilingue)
  • Greenwich Sunday Evening Sightseeing Cruise
  • MV Balmoral and Paddle Steamer Waverley Crociere da Tower Pier
  • Richmond - Kingston - Hampton Court
  • Tilbury/Gravesend - Greenwich
  • Westminster - Kew - Richmond - Hampton Court
  • Westminster - St Katharine's Hop-on, Hop-off (servizio circolare con possibilità di scendere e risalire varie volte per vedere i luoghi più interessanti di Londra)
  • Westminster - Waterloo - Tower - Greenwich
  • Westminster - Greenwich - Barrier Gardens

Operatori[modifica | modifica sorgente]

Scheduled tourist and commuter services on the river are operated by a number of private companies, including:[12]

Operatore Servizi Collegamenti esterni
London Eye River Cruise (operato da Thames Clipper) servizio turistico [1]
Bateaux London servizio turistico [2]
Crown River Cruises servizio turistico [3]
Lower Thames and Medway Passenger Boat Company servizio turistico [4]
London Borough of Greenwich Woolwich Ferry [5]
Thames Clippers pendolare e servizio turistico [6]
Thames Executive Charters pendolare [7]
Thames River Services servizio turistico [8]
Turks Launches servizio turistico [9]
Westminster Passenger Services Association servizio turistico [10]
Waverley Excursions servizio turistico [11]

Moli[modifica | modifica sorgente]

I principali moli nell'area della central London

London River Services elenza 24 moli nella sua pubblicazione, di cui otto autogestiti.

Millennium Piers[modifica | modifica sorgente]

Millbank Millennium Pier

Nel 2000, sono stati aperti 5 nuovi moli:[13]

Elenco dei moli[modifica | modifica sorgente]

Servizi regolari, turistici e pendolari usano i seguenti punti di attracco anche se nessuno dei servizi serve tutti questi punti di arrivo. I moli sono indicati secondo la direzione della corrente del fiume:[14]

# Molo Servizio Stazione vicina Destinazione Note
1 Hampton Court Pier Hampton Court Hampton Court Palace
2 Kingston (Town End Pier) Kingston upon Thames
3 Kingston (Turks Pier) Kingston Kingston upon Thames
4 Richmond Landing Stage Richmond Richmond upon Thames
Ham House, London
Hammerton's Ferry
5 Richmond (St. Helena Pier) Richmond Richmond upon Thames
6 Kew Gardens Pier Kew Gardens
Kew Bridge
Kew Gardens
Kew Bridge Steam Museum
7 Putney Pier [12] Putney Bridge
Putney
Fulham
Putney
Gestito da Livett's Launches [13]
8 Wandsworth Riverside Quarter Pier [14] Wandsworth Town Wandsworth
9 Chelsea Harbour Pier [15] Imperial Wharf (proposta) Chelsea
10 Cadogan Pier [16] Chelsea
11 Millbank Millennium Pier [17] Pimlico Tate Britain art gallery Gestito da TfL
12 Westminster Millennium Pier [18] Westminster Palazzo di Westminster
Westminster Abbey
Gestito da TfL
13 Waterloo Millennium Pier Waterloo London Eye
South Bank arts precinct
Gestito da London Eye
14 Embankment Pier [19] Embankment
Charing Cross
London Eye
South Bank arts precinct
Trafalgar Square
Gestito da TfL
15 Festival Pier [20] Embankment
Waterloo
London Eye
South Bank arts precinct
Gestito da TfL
16 Savoy Pier Embankment
Charing Cross
Savoy Hotel
Covent Garden
17 Tower Lifeboat Station [21] Solo per uso RNLI, non aperto al pubblico.
18 Blackfriars Millennium Pier [22] Blackfriars St Paul's Cathedral
Tate Modern art gallery
Gestito da TfL
19 Bankside Pier [23] Blackfriars Globe Theatre
Tate Modern art gallery
Gestito da TfL
20 London Bridge City Pier London Bridge HMS Belfast
London Dungeon
Southwark Cathedral
21 Tower Millennium Pier [24] Tower Hill Torre di Londra
Tower Bridge
Gestito da TfL
22 St. Katharine Pier [25] Tower Hill St Katherine's Dock
Torre di Londra
Tower Bridge
23 Hilton Docklands Nelson Dock Pier - Rotherhithe Canary Wharf - Rotherhithe Ferry only
24 Canary Wharf Pier Canary Wharf (DLR)
Canary Wharf
Canary Wharf financial district
25 Greenland Dock Pier Surrey Quays Greenland Dock
26 Masthouse Terrace Pier Island Gardens Isle of Dogs
27 Greenwich Pier [26] Cutty Sark
Greenwich
Greenwich
Cutty Sark
National Maritime Museum
Gestita da TfL
28 QEII Pier North Greenwich Millennium Dome
29 Barrier Gardens Pier Woolwich Dockyard Thames Barrier soltanto in estate
30 Woolwich Pier Woolwich Dockyard
Woolwich Arsenal
(a circa 600 metri una dall'altra)
Woolwich
South Circular
Woolwich Ferry soltanto
31 North Woolwich Pier King George V Woolwich
North Circular
London City Airport
Woolwich Ferry soltanto
32 Woolwich Arsenal Pier Woolwich Arsenal
(600 metri circa)
Woolwich

Tariffe[modifica | modifica sorgente]

Biglietterie diverse per ogni operatore.

Contrariamente alla metropolitana ed ai bus, gli operatori dei servizi fluviali hanno tariffe e biglietterie diverse ed il costo della corsa è più elevato dei trasporti via ferrovia e via gomma. La Travelcard e la Oyster Card non sono valide, anche se diversi operatori offrono uno sconto del 30% ai possessori di queste carte così come agli ultra sessantenni residenti ed agli studenti. L'unica eccezione è il Woolwich Ferry che è gratuito.

La vendita dei biglietti non è gestita direttamente dagli operatori ma affidata ad alcuni chioschi ognuno dei quali vende i biglietti di un singolo operatore. I biglietti di corsa semplice possono essere acquistati anche a bordo, ma non tutti gli operatori consentono questa facilitazione.

Alcuni operatori offrono biglietti settimanali e mensili o carnet di biglietti. La Thames Clipper, per esempio, offre un biglietto di un intero giorno che consente di scendere e risalire sul battello innumerevoli volte per la visita dei monumento. La sua validità cessa comunque alle cinque del pomeriggio nei giorni lavorativi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Transport for London, About London River Services. URL consultato il 1º aprile 2008.
  2. ^ ThamesClippers: Surf the Thames!
  3. ^ Making waves | Society | The Guardian
  4. ^ London Transport Museum, Wherry model, 2008. URL consultato il 13 maggio 2008.
  5. ^ London Transport Museum, 19th century London - On the water, 2008. URL consultato il 13 maggio 2008.
  6. ^ London Transport Museum, 19th century London - River traffic declines, 2008. URL consultato il 13 maggio 2008.
  7. ^ LCC steamers were supplied by a number of different shipbuilders: Thames Ironworks and Shipbuilding Company, the Glasgow shipbuilders Napier & Miller, J I Thornycroft of Southampton and Rennie of Greenwich - Paddle Steamer Resources - London County Council. URL consultato il 19 maggio 2008.
  8. ^ Exploring 20th Century London, A London County Council paddle steamboat 'The Rennie' at Lambeth Pier, 2004. URL consultato il 13 maggio 2008.
  9. ^ London Transport Museum, Paddle steamer "King Alfred", built 1905, 2005. URL consultato il 13 maggio 2008.
  10. ^ Exploring 20th Century London, A conductor selling tickets on a Thames river bus, 1998. URL consultato il 13 maggio 2008.
  11. ^ Hansard, 8 aprile 1998. URL consultato il 30 marzo 2008.
  12. ^ a b River Timetable, Transport for London. URL consultato il 12 giugno 2007.
  13. ^ Thames 2000 Initiative, The Millennium Commission, 2000. URL consultato il 30 marzo 2008.
  14. ^ Riverboat service map and guide, Transport for London. URL consultato il 13 giugno 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]