Lolo Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lolo Ferrari
Lolo Ferrari
Dati biografici
Nome Ève Geneviève Aline Vallois
Data di nascita 9 febbraio 1963[1]
Luogo di nascita Clermont-Ferrand
Francia Francia
Data di morte 5 marzo 2000
Luogo di morte Grasse
Francia Francia
Dati fisici
Altezza 163 cm
Peso 56 kg
Occhi azzurri
Capelli biondi
Seno naturale no
Misure 180-61-91
 

Lolo Ferrari, pseudonimo di Ève Geneviève Aline Vallois (Clermont-Ferrand, 9 febbraio 1963Grasse, 5 marzo 2000), è stata un'attrice, attrice pornografica, ballerina e cantante francese di origini italiane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni aspetti biografici della sua infanzia sono ancora avvolti nel mistero: taluni, ad esempio, ritengono che ella sia nata in realtà l'8 novembre del 1963. Per molto tempo si è pensato che fosse nata nel 1970 ma ciò significherebbe che sia convolata a nozze minorenne, cosa illegale in Francia.

Da giovane ha lavorato come modella e nel 1988 sposò Eric Vigne, uomo di 14 anni più anziano di lei. Nel corso dei primi anni novanta ha fatto molte operazioni chirurgiche per aumentare il seno, portandolo ad una grandezza di 180 cm: il Guinness dei primati la ricorda per questo come la donna dal décolleté più grande di tutti i tempi. È stata anche ospite di Giancarlo Magalli in una trasmissione della RAI nella quale, dopo aver parlato delle sue celebri protesi al seno dichiarò che il suo sogno era di estremizzare le proprie caratteristiche femminili (seno, labbra, etc) tramite interventi chirurgici, così come facevano i transessuali maschi.

Dopo le operazioni ha fatto vari film porno, raggiungendo una discreta fama nel settore. Nel 1996 prese parte al Festival di Cannes (per aver recitato nella pellicola Camping Cosmos di Jan Bucquoy e il produttore Francis De Smet) e da tale partecipazione ricevette numerosa pubblicità: è in questo periodo che assunse il nome d'arte di Lolo Ferrari, che, pur riprendendo quello della nonna materna, può essere interpretato come un segno di ammirazione nei confronti della celebre casa automobilistica italiana, anche se con essa condusse una battaglia legale quando stava per lanciare una sua linea di intimo.

Il 5 marzo del 2000, all'età di 37 anni, Lolo fu trovata morta in casa dal marito in circostanze misteriose. L'autopsia individuò le cause della morte in un'overdose di antidepressivi e tranquillanti che la Ferrari era solita prendere a causa di una depressione cronica che la caratterizzava oramai da anni. Il caso venne chiuso poco dopo imputando il decesso ad un suicidio. I familiari richiesero, ed ottennero, una seconda autopsia sul cadavere due anni dopo i fatti, sospettando un coinvolgimento del Vigne. Dal secondo referto del medico legale emergevano elementi atti a supporre che la reale causa del decesso fosse da imputarsi in un soffocamento indotto. Il vedovo venne ufficialmente indagato per l'omicidio dell'attrice e trattenuto in carcere per 13 mesi. A seguito di ulteriori indagini medico-legali effettuate, Eric Vigne, fu definitivamente scagionato da ogni accusa nel 2007.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Lolo Ferrari in Camping Cosmos.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Les Gens du cinéma.
  2. ^ Le mari de Lolo Ferrari blanchi, 20minutes.fr, 20 February 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22341600