Lola Utva 75

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lola Utva 75
Un Utva 75 della Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana Vojske Jugoslavije, l'aeronautica militare dell'allora Repubblica Federale di Jugoslavia, ripreso al Batajnica Air show del 1997
Descrizione
Tipo addestratore basico
Equipaggio 2
Costruttore Jugoslavia UTVA
Serbia Lola Utva
Data primo volo 19 maggio 1976
Data entrata in servizio primi anni ottanta
Utilizzatore principale Jugoslavia RV i PVO
Altri utilizzatori Serbia RV i PVO VS
Bosnia ed Erzegovina RV i PVO VRS
Montenegro VsCG
Esemplari 138
Sviluppato dal UTVA-66V
Dimensioni e pesi
Lunghezza 7,11 m
Apertura alare 9,73 m
Altezza 3,15 m
Superficie alare 14,63
Peso a vuoto 685 kg
Peso max al decollo 970 kg
Capacità combustibile 103 L
Propulsione
Motore un Lycoming IO-360-B1F
Potenza 180 hp (134 kW)
Prestazioni
Velocità max 215 km/h
Velocità di stallo 100 km/h
Velocità di crociera 185 km/h
Velocità di salita 4 m/s
Autonomia 2 000 km
Raggio di azione 800 km
Tangenza 4 000 m
Armamento
Mitragliatrici in due pod calibro 7,62 mm o 12,7 mm
Bombe 2 da 100 kg
Piloni 2
Note dati riferiti alla versione 75A21

UTVA-75 in Уголок неба [1] tranne dove indicato.

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'UTVA-75, poi Lola Utva 75, è un monomotore monoplano a pistoni da addestramento basico ad ala bassa prodotto dall'azienda jugoslava, ora serba, Lola Utva.

Utilizzato per formare i nuovi piloti nelle scuole di volo militari, è un velivolo conosciuto principalmente nell'area dei paesi ex-jugoslavi[2].

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

L'UTVA-75 venne sviluppato con lo scopo di sostituire nel servizio operativo l'oramai superato UTVA-66V, versione militare dell'UTVA-66 civile.

Il prototipo del nuovo modello venne portato in volo per la prima volta il 19 maggio 1976 seguito da un secondo prototipo che si differenziava nella soluzione della rivettatura dei pannelli al fine di diminuirne la resistenza aerodinamica a vantaggio delle prestazioni complessive. Durante le prove di volo il secondo esemplare non riuscì ad esprimere miglioramenti apprezzabili per cui venne deciso di avviare alla produzione in serie la configurazione del primo prototipo.

nel 1986 venne introdotta una nuova versione a 4 posti, la UTVA-75A, nella quale l'azienda costruttrice aveva riposto le speranze di entrare in concorrenza con i modelli già presenti sul mercato occidentale. Il livello tecnologico offerto dal mercato occidentale, già sviluppati ad esempio verso il contenimento dell'inquinamento acustico, non offrirono spazi e la speranza di aprire nuovi sbocchi commerciali venne meno.

Con la dissoluzione della Jugoslavia l'azienda di produzione cambiò nome in Lola Utva continuando a produrre il modello nei propri stabilimenti a Pančevo, ora situati in Serbia. L'ultimo esemplare uscì dagli stabilimenti nel 2003, anno in cui la produzione cessò definitivamente.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Gli UTVA-75 vennero acquisiti dalla Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana Vojske Jugoslavije, l'aeronautica militare dell'allora Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia che li utilizzò nelle proprie scuole di volo fino ai primi anni novanta con l'inizio delle guerre jugoslave. Negli anni seguenti vennero utilizzati nelle missioni belliche in Croazia e in Bosnia ed Erzegovina verso obbiettivi a scarso rischio con risultati apprezzabili. Con la progressiva dissoluzione della Jugoslavia gli esemplari vennero acquisiti dalle nuove forze aeree che si erano venute a creare con i nuovi stati balcanici. Attualmente risultano essere operativi numerosi esemplari in quasi tutte le aeronautiche militari dell'ex Jugoslavia oltre a quelli acquistati da utenze private e che volano in diverse parti del mondo.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

75
versione biposto da addestramento destinata all'impiego militare.
75A21
prima versione quadriposto di produzione in serie.
75A41
sviluppo del 75A21 dotato di nuova elettronica con possibilità di caricare fino a 2 passeggeri.
75AG11
versione civile ad uso agricolo.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Un UTVA-75 dell'allora Ratno Vazduhoplovstvo i PVO VRS, la passata designazione dell'aeronautica militare della Bosnia ed Erzegovina, in livrea mimetica.
Flag of Republika Srpska.svg Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina
inizialmente dotata di 12 esemplari, attualmente opera con cinque "75".
Croazia Croazia
gli esemplari in dotazione sono stati tutti ritirati.
Jugoslavia Jugoslavia
con la dissoluzione dell'entità nazionale gli esemplari vennero acquisiti dalle nuove forze aeree del territorio ex jugoslavo.
Jugoslavia Jugoslavia
con la dissoluzione dell'entità nazionale gli esemplari vennero acquisiti dalle nuove forze aeree del territorio ex jugoslavo.
Macedonia Macedonia
gli esemplari in dotazione sono stati tutti ritirati.
Montenegro Montenegro
opera con tre esemplari.
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
con la dissoluzione dell'entità nazionale gli esemplari vennero acquisiti dalle nuove forze aeree della Serbia e del Montenegro.
Serbia Serbia
opera con 12-15 esemplari.
Slovenia Slovenia
gli esemplari in dotazione sono stati tutti ritirati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ UTVA-75 in Уголок неба.
  2. ^ Утва 75

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Cecoslovacchia Cecoslovacchia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]