Lois Frankel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lois Frankel
Lois Frankel, Official portrait, 113th Congress.jpg

Membro della Camera dei rappresentanti - Florida, distretto n.22
Durata mandato 3 gennaio 2013 - In carica
Predecessore Allen West

Sindaco di West Palm Beach, Florida
Durata mandato 27 marzo 2003 - 31 marzo 2011
Predecessore Joel Daves
Successore Jeri Muoio

Membro della Camera dei Rappresentanti della Florida, distretto n.85
Durata mandato 3 gennaio 1995 - 3 gennaio 2003

Membro della Camera dei Rappresentanti della Florida, distretto n.83
Durata mandato 3 gennaio 1987 - 3 gennaio 1993

Dati generali
Partito politico Democratico
Tendenza politica progressista

Lois Jane Frankel (New York, 17 maggio 1948) è una politica e avvocato statunitense, membro della Camera dei Rappresentanti per lo stato della Florida.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a New York, dopo la laurea in legge alla Georgetown University, Lois Frankel si trasferì a West Palm Beach e lavorò come avvocato per diversi anni.

Nel 1986 entrò in politica con il Partito Democratico e venne eletta all'interno della legislatura statale della Florida. Nel 1993 lasciò il posto per candidarsi alla Camera dei Rappresentanti nazionale ma perse le primarie contro Alcee Hastings, che venne poi eletto.

La Frankel tornò alla legislatura statale e vi rimase fino al 2002, quando entrò nella corsa per governatore della Florida. Poco tempo dopo abbandonò la competizione e si candidò a sindaco di West Palm Beach, venendo eletta. Nel 2007 venne rieletta per un secondo mandato, ma nel 2011 non poté richiederne un altro per via dei limiti di tempo imposti dalla costituzione dello stato.

Nello stesso anno però annunciò la sua seconda candidatura alla Camera, sfidando il repubblicano in carica Allen West. Questi però subito dopo decise di chiedere la rielezione in un altro distretto congressuale e la Frankel concorse così contro un altro avversario. A novembre del 2012 la Frankel riuscì a vincere le elezioni con una netta maggioranza e approdò così al Congresso nel gennaio dell'anno seguente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]