Loiblpass

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Loiblpass
Stati Austria Austria
Slovenia Slovenia
Località collegate
Altitudine 1367 m s.l.m.
Coordinate 46°26′21.32″N 14°15′50.79″E / 46.439256°N 14.264109°E46.439256; 14.264109Coordinate: 46°26′21.32″N 14°15′50.79″E / 46.439256°N 14.264109°E46.439256; 14.264109
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Austria
Loiblpass

Il Loiblpass (1.367 m s.l.m. - in sloveno Ljubelj) è un passo alpino che collega l'Austria con la Slovenia. Si trova nelle Caravanche Occidentali.

È caratterizzato dalla presenza di un tunnel costruito dai prigionieri del campo di concentramento di Mauthausen.

Caratteristiche e storia[modifica | modifica sorgente]

Un elemento importante del traffico del Loiblpass è Loibltunnel. La prima galleria venne scavata nel 1560, era lunga 150 metri e per quei tempi era di notevole lunghezza, ma venne abbandonata per mancanza di sicurezza. Già nel XVII Secolo vi erano i piani per costruire una nuova galleria in prossimità del tunnel di oggi, che avrebbe significato un enorme sollievo per la traversata. Tuttavia il progetto non si realizzò a causa degli alti costi di costruzione. Il vecchio tunnel venne rimosso e sostituito da uno di 4 metri di larghezza e 130 metri di lunghezza. Due obelischi vennero posti sul passo per commemorare il completamento dei lavori di costruzione sotto l'imperatore Carlo VI.

Nel settembre 1942 Friedrich Rainer, il Gauleiter della Carinzia, iniziò la costruzione di un nuovo valico, il cui fulcro doveva essere un nuovo tunnel lungo 1.570 metri a 1068 metri sul livello del mare sotto il crinale. Con l'organizzazione delle SS concluse un contratto con l'"Universale ingegneria civile AG", che impegnava se stesso e le SS per la fornitura di manodopera dai campi di concentramento. Dal marzo 1943 1652 prigionieri di guerra e dei campi di concentramento lavorarono in condizioni disumane al nuovo tunnel.

Tale tunnel fu chiuso nel 1947 ma riaperto nel 1950 ed allargato a due corsie nel 1966. Dal 1991 è in funzione un'altra galleria, il Karawanken Tunnel, lunga 7864 metri che collega Villach con Ljubljana.

Percorrendo la statale che dalla Slovenia conduce in Austria, poco prima del confine, sulla sinistra, appaiono i resti del campo di lavoro che era stato eretto in prossimità del tunnel, come campo secondario. I prigionieri che lavoravano agli scavi, in caso di malattia o inabilità al lavoro, venivano ricondotti a Mauthausen dove si procedeva alla loro esecuzione.

Nel luogo adesso sorge un monumento in ferro a ricordo di tutti coloro che, in quella circostanza, persero la vita.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]