Lodovico Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lodovico Ferrari (Bologna, 2 febbraio 1522Bologna, 5 ottobre 1565) è stato un matematico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bologna, iniziò la sua carriera come assistente di Girolamo Cardano. Lodovico si rivelò estremamente intelligente, tanto che Cardano iniziò ad insegnargli la matematica.

Ferrari aiutò Cardano nella soluzione delle equazioni di terzo e quarto grado, e fu il maggiore responsabile della soluzione delle equazioni di quarto grado che Cardano pubblicò. Ancora adolescente, Lodovico riuscì ad ottenere una prestigiosa cattedra da insegnante su raccomandazione di Cardano, dopo che questi si era dimesso.

Si ritirò dall'attività relativamente giovane (aveva 42 anni) e abbastanza ricco.

Successivamente tornò a Bologna, dove ottenne una cattedra come insegnante di matematica nel 1565. Poco dopo morì di avvelenamento da arsenico bianco, forse assassinato da sua sorella.

Gli è stato dedicato un asteroide, 21331 Lodovicoferrari[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) MPC 42679 del 9 maggio 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 41886443 LCCN: no97020375