Locomotiva FS 940

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Locomotiva Gruppo 940)
Locomotiva Gruppo 940
Locomotiva a vapore
Locomotiva 940.022
Locomotiva 940.022
Anni di costruzione 1922 - 1923
Anni di esercizio 1922 - presente
Quantità prodotta 50
Dimensioni 13.178 mm (lunghezza tra respingenti)
Massa in servizio 87.300 kg
Massa aderente 61.600 kg
Rodiggio 1-4-1
Diametro ruote motrici 1.370 mm
Distribuzione Walschaerts
Potenza oraria 980 CV
Sforzo trazione massimo 13.500 kg
Velocità massima omologata 65 km/h
Autonomia Acqua: 10.000 litri
Carbone: 3.500 / 5.000 kg

Le locomotive a vapore del gruppo 940 sono delle locotender a vapore delle Ferrovie dello Stato italiane, oggi quasi tutte fuori servizio, costruite per i servizi gravosi sulle linee appenniniche dell'Italia centrale.

Le 940 sono il prodotto della rielaborazione del precedente progetto del gruppo 740, a cui è stata modificata la distribuzione dei pesi per rendere la locomotiva simmetrica, cioè in grado di sviluppare la medesima velocità sia in marcia avanti che in marcia indietro. Ciò consentiva di non dover girare la locomotiva nelle piccole stazioni di testa delle linee.

Con un rodiggio 1-4-1, una potenza di 980 CV, sviluppavano una velocità di circa 65 km/h.

Vennero costruite in 50 esemplari tra il 1922 ed il 1923.

La 940.001, ritirata dal servizio è ora in mostra al Museo nazionale della scienza e della tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano; la 940.050 è invece custodita dal Museo nazionale dei trasporti della Spezia. Altri due esemplari, la 940.002 monumentata a Piazza al Serchio e la 940.014 era in stato di totale abbandono, ma dal gennaio del 2014 si sta provvedendo al recupero presso l'Officina Grandi Riparazioni di Voghera dove verrà ripristinata per le celebrazioni del 100º anno di fondazione della stessa nel 2015 Voghera. La 940.030 è conservata in ottime condizioni estetiche, è esposta dinnanzi alle ex OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Torino per le celebrazioni del 150º Unità d'Italia fino a fine manifestazione.

Gr 940.030 Innanzi alle OGR di Torino

La 940.047 si trova nella stazione di Casarsa[1]. La 940.044, attualmente presso il deposito di Sulmona in attesa di riparazioni, è stata utilizzata nelle riprese del film di Roberto Benigni La vita è bella nel quale traina il treno merci tedesco atto alla deportazione nei campi di concentramento. La 940.041, da poco restaurata è occasionalmente attiva, ed in cura ai volontari del museo FERALP TEAM di Bussoleno. Presso il deposito locomotive di Fabriano si trova ancora oggi in perfette condizioni di stato e funzionamento, la Locomotiva 940.006 utilizzata per l'effettuazione di treni storici. Mentre un ulteriore esemplare la 940.022 è in fase di riparazione e restauro presso il deposito di Mestre da parte dei soci di Avts. Alcuni esemplari hanno ricevuto un rialzo della carbonaia che ha permesso di aumentare la capacità di carbone da 3.5 tonnellate a circa 5.

La 940.036 è in revisione presso il Museo Nazionale dei Trasporti di La Spezia[2] La 940.052 è esposta al Museo ferroviario di Montesilvano

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Locomotiva 940.047
  2. ^ ::: Afi - Amici Della Ferrovia Italia :::

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti a stampa[modifica | modifica sorgente]

  • Enrico Levi, Nuove locomotive a 4 assi accoppiati (1-4-1) delle Ferrovie dello Stato Italiano, in Rivista tecnica delle ferrovie italiane, a. 11, 22 (1922), n. 5, pp. 317-321 e tav. XVIII e XVIII-bis
  • Album FS, 1915-1923
  • Istruzione FS, 1940
  • Corbellini, 1955
  • Diegoli, 1961
  • Vicuna, 1968
  • Vicuna, 1986
  • Istruzione FS, 1971

Storiografia e complementi[modifica | modifica sorgente]

  • Damen, Naglieri, Pirani, 1971
  • Briano, 1977
  • Cornolò, 1998
  • Riccardi, 2005
  • Gruppo 940: 90 anni di onorato servizio, in "I Treni" n. 357 (marzo 2013), pp. 12-18.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trasporti