Lobotes surinamensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lobotes surinamensis
Tripletail Lobotes surinamensis.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Osteichthyes
Ordine Perciformes
Famiglia Lobotidae
Genere Lobotes
Specie L. surinamensis
Nomenclatura binomiale
Lobotes surinamensis
Bloch, 1790
Nomi comuni

lobote,
pesce foglia,
tre code nero

Il lobote o pesce foglia (Lobotes surinamensis Bloch, 1790) è un pesce osseo marino della famiglia Lobotidae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lobotes surinamensis.jpg

Ha un corpo dall’aspetto molto caratteristico, alto e compresso lateralmente ma al tempo stesso robusto. Il profilo della fronte è concavo. Gli occhi sono piccoli situati vicino alla punta del muso e molto vicini fra loro. La bocca è protrattile. La pinna dorsale ha una porzione anteriore spinosa ed una posteriore a raggi molli che forma un lobo rotondeggiante molto simile alla pinna anale, che porta solo pochi e brevi raggi spinosi. La pinna caudale è rotondeggiante. Le pinne pettorali sono piccole ed arrotondate; le pinne ventrali sono abbastanza ampie. Le scaglie sono grandi e robuste, ricoprono in parte le pinne impari.

Il colore è bruno o grigio con due strisce scure (non sempre visibili) che si dipartono dagli occhi. La pinna caudale è bordata di giallo. La linea laterale ha colore argenteo. I giovani sono giallastri.

A causa dell'ampiezza, della forma e della posizione delle pinne dorsali e anale, si ha l'impressione che abbia una pinna caudale trilobata, caratteristica questa che contribuisce a far dare il nome di Tre Code Nere. [1]

Può raggiungere il metro di lunghezza.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare pescato

Si tratta di un pesce cosmopolita nei mari caldi. Nel mar Mediterraneo è rarissimo, in Italia sono note solo due catture nel XX secolo e una a Sciacca nel 2014[2][3].

Vive in acque basse, fino a 10 metri di profondità e penetra nelle foci dei fiumi. Talvolta sosta all’ombra di oggetti galleggianti come le giovani cerniole di fondale.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Non è un pesce molto attivo, ciò nonostante può effettuare salti sorprendenti fuor d’acqua per sfuggire alle reti.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

È carnivoro.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Occasionale.

Nei luoghi dove è comune viene considerato pregiato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pesce Foglia in I pesci dei mari d'Italia.
  2. ^ Pesce rarissimo pescato oggi al largo del mare di Sciacca, Tele Radio Monte Kronio, 26/09/2014.
  3. ^ Pesce foglia nelle reti, specie introvabile nel mare di Sciacca in Repubblica.it, 26/09/2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 8842510033
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 888039472X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]