Lo sport preferito dall'uomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo sport preferito dall'uomo
Sport preferito.jpg
Paula Prentiss e Rock Hudson in una scena del film
Titolo originale Man's Favorite Sport?
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1964
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Howard Hawks
Soggetto Pat Frank
Sceneggiatura John Fenton Murray, Steve McNeil, Leigh Brackett
Fotografia Russell Harlan
Montaggio Stuart Gilmore
Musiche Henry Mancini
Scenografia Alexander Golitzen, Tambi Larsen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo sport preferito dall'uomo è un film del 1964, diretto da Howard Hawks.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roger Willoughby, autore di un apprezzato manuale di pesca e responsabile alla vendita del settore sportivo dei grandi magazzini Abercrombie and Fitch, non solo non è davvero un esperto di questo sport, ma non ha mai pescato in vita sua, tutte le sue competenze derivano in realtà da racconti altrui.

Quando il suo capo, per motivi pubblicitari, lo costringe a partecipare alla gara del lago Wakapoogie, Roger imbarazzato confessa la verità ad Abby e "Easy", le organizzatrici che hanno fortemente spinto per ottenere la sua presenza. Le due intraprendenti ragazze, per nulla scoraggiate dalla scoperta e decise a salvaguardare la riuscita del loro torneo, lo aiutano ad imparare a pescare nel giro di pochi giorni.

Durante i tre giorni di gara, l'inesperto dilettante ha una fortuna così sfacciata da riuscire addirittura a vincere, quasi suo malgrado. Intanto, grazie a tutto il tempo passato insieme, fra Roger e Abby è nata una reciproca attrazione, ma l'uno è già sentimentalmente occupato con Tex, l'altra non sopporta che lui sia un truffatore.

Roger ammette pubblicamente di aver ingannato tutti e di non aver meritato il trofeo e per questo è licenziato, ma la sua sincerità viene infine doppiamente premiata: ottiene l'amore di Abby ed è prontamente riassunto quando il suo capo capisce che è una pubblicità perfetta di come chiunque possa diventare un grande pescatore, con l'attrezzatura giusta.

Commento critico[modifica | modifica wikitesto]

Tratto dal racconto The Girl Who Almost Got Away di Pat Frank, il film è l'ennesima variazione di un tema classico del regista, l'uomo vittima dell'altro sesso. In questo caso, l'uomo mostra la propria debolezza non solo nei rapporti sentimentali, ma in quello che dovrebbe essere un campo favorevole, lo sport, ed è vittima addirittura di tre donne, la rossa Tex, la bionda Easy e la mora Abby. Molto felice appare la scelta dell'interprete principale («Hudson, come preda preferita della donna e macho solo nell'apparenza, non è mai stato così autoironico»,[1] «persino un attore non eccelso come Rock Hudson pareva un mostro di bravura»[2]), ben assistito dalle controparti femminili («un'adorabile P. Prentiss»[3]).

Un film particolarmente riuscito (per il Mereghetti, giudizio di tre stelle e mezzo su quattro, «Due ore senza un attimo di respiro: una delle commedie di Hawks più maliziose e meglio congegnate»,[1] per il Morandini giudizio di quattro stelle su cinque) che riesce a ricordare gli esiti migliori del periodo d'oro della commedia americana, la screwball comedy degli anni trenta e quaranta, come il capolavoro dello stesso Hawks Susanna! (1938), con Katharine Hepburn e Cary Grant.

Riferimenti ad altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il Mereghetti - Dizionario dei Film 2000, p. 1731
  2. ^ Aldo Fittante, FilmTV
  3. ^ Il Morandini - Dizionario dei Film 2000, p. 1266

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema