Lo schiavo dell'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo schiavo dell'oro
Titolo originale Scrooge
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1951
Durata 86 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere fantastico, drammatico
Regia Brian Desmond Hurst
Soggetto Charles Dickens
Sceneggiatura Noel Langley
Fotografia C.M. Pennington-Richards
Montaggio Clive Donner
Musiche Richard Addinsell Franz Grüber Felix Mendelssohn Bartholdy Charles Villiers Stanford
Interpreti e personaggi

Lo schiavo dell'oro (Scrooge) è un film del 1951 diretto da Brian Desmond Hurst ispirato al romanzo A Christmas Carol di Charles Dickens.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Londra vive un uomo considerato il più avaro e più cinico di tutti: Ebenezer Scrooge.
A causa della sua ossessione per il guadagno e per l'oro il suo impiegato Bob Cratchit vive in umilissime condizioni economiche ed ha un figlio con un piede nella fossa. Una sera, la vigilia di Natale, Scrooge congeda come al solito Cratchit e si avvia verso casa sua. Entrato comincerà per il vecchio un viaggio ultraterreno di profonda conversione spirituale per redimersi dai suoi peccati, cominciando dalla sua infanzia fino all'anno presente.
Alla fine Ebenezer Scrooge diventerà un altro uomo, più buono e più felice della vita.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema