Lo scatenato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo scatenato
Titolo originale Lo scatenato
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1967
Durata 86 minuti
Colore colore
Audio mono
Genere commedia
Regia Franco Indovina
Sceneggiatura Tonino Guerra, Franco Indovina, Luigi Malerba
Produttore Mario Cecchi Gori
Casa di produzione Fair Film
Fotografia Aldo Tonti
Montaggio Marcello Malvestito
Musiche Luis Enríquez Bacalov
Scenografia Pier Luigi Pizzi
Costumi Pier Luigi Pizzi
Interpreti e personaggi

Lo scatenato è un film del 1967, diretto dal regista Franco Indovina.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bob è un famoso attore di varie pubblicità, che però pian piano inizia ad impazzire. Infatti egli sembra essere perseguitato da normali animali che non lo vedono di buon occhio. Un toro ad esempio getta Bob in un fiume, mentre dei topi rosicchiano una corda che tenevano lui appeso ad un elicottero per girare una pubblicità. Quando Bob si rifiuta di girare altre pubblicità con degli animali come comparse, viene immediatamente licenziato. Sul punto della disperazione, entra in scena una comunissima mosca, che inizia a tormentare la vita del povero Bob che cerca di ucciderla in ogni modo, senza riuscirci. Quando la mosca scompare, Bob continua ugualmente a sentire il fastidioso ronzio, menando le mani ovunque come un vero folle. Ormai impazzito del tutto, Bob supplica il gestore di uno zoo romano di farsi rinchiudere in una gabbia, sostituendo uno scimmione ormai vecchio.

Il cameo di Carmelo Bene[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda metà del film, mentre Vittorio Gassman è intento a schiacciare la mosca immaginaria, si scontra con il celebre teatrante Carmelo Bene, uno degli attori più poliedrici, controversi e famosi della storia del teatro italiano. Bene, in vesti di prete, esce da una vettura e Gassman, cercando di colpire con la mano la mosca, gli molla un ceffone, facendogli volare il berretto nero. Gassman mortificato cerca di scusarsi con il prete che, stordito e instupidito (metodo celebre usato da Bene in qualsiasi suo film), cerca di scappare dalla presa nevrotica dello scatenato. Il prete, sempre atterrito e con lo sguardo verso il nulla, mormora confuso: "Perché ... Perché ..?", mentre Gassman continua a scusarsi. Improvvisamente due guardie si mettono ad inseguire lo scatenato, già denunciato per manie di persecuzione in pubblico per colpa degli animali. Il prete, recuperato il cappello, si mette a chiedere sempre: "Perché?" ad una pellegrina.

Il cameo dei Five Pennies

Nella scena del toro infuriato che insegue Vittorio Gassman, si vedono in mezzo al prato una troupe di ripresa di un carosello e il gruppo musicale dei Pennies che suonano un motivetto pubblicitario. Anche i Pennies fuggono precipitosamente alla vista del toro.

Link Youtube:

https://www.youtube.com/watch?v=qjBK4zIW2_w

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Mereghetti (1993): **

«Commedia intellettuale [...] sulla patologia persecutoria. Gassman si autodenigra [...] ma a volte eccede [...]. Discontinuità [...] nel copione.»

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema