Lloyd Banks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lloyd Banks
Lloyd Banks
Lloyd Banks
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rap
East Coast rap
Gangsta rap
Periodo di attività 1999 – in attività
Etichetta G-Unit Records
Album pubblicati 2
Studio 2
Sito web

Lloyd Banks, pseudonimo di Christopher Lloyd (New Carrolton, 30 aprile 1982), è un rapper statunitense.

Uno dei più noti membri della G-Unit, amico d'infanzia di 50 Cent, lo seguirà insieme a Tony Yayo nella fondazione della crew New-Yorkese. Dopo la collaborazione con Fifty e Young Buck per la realizzazione dell'album Beg for mercy, pubblica un cd da solista Hunger for more di buon successo e infine all'inizio del 2007 esce il suo ultimo lavoro Rotten Apple nel quale troviamo un Banks più impegnato e apprezzabile non solo per i beat.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Banks ai Monster Jam nel 2006

Lloyd Banks cresce in Jamaica Queens, insieme alla madre di origine portoricana (il padre passa buona parte degli anni dell'infanzia del figlio in carcere). Come molti giovani della periferia trova la consolazione alle sue frustrazioni e alla povertà dilagante nel rap, nel suo caso nella musica di rappers come Big Daddy Kane e Slick Rick. Il ragazzo ha lo sguardo inespressivo di chi è davvero cresciuto nelle strade di Jamaica nel Queens, padre nero sempre dietro le sbarre, la madre è una baby-mama portoricana che lo ha cresciuto da sola. Nella sua infanzia conosce Tony Yayo con cui cresce come rapper, e grazie a lui si unisce al promettente 50 Cent. Abbandona gli studi superiori all'età di 16 anni, dedicandosi completamente al rap. Dopo aver partecipato a molti mixtapes del mercato locale forma una crew, la G-Unit, con gli amici d'infanzia 50 Cent e Tony Yayo. Il gruppo mira a ridefinire le regole dello street marketing, invadendo il mercato nero dell'underground di New York con autoproduzioni. Banks appare nell'LP di 50 Get Rich Or Die Tryin' (2003). Qualche mese dopo esce Best Of Lloyd Banks, autoproduzione, con le strofe e gli spezzoni più significativi dell'MC. Nel novembre dello stesso anno è sul mercato Beg For Mercy, progetto della G-Unit, ora arricchita della presenza di un altro membro: Young Buck. Lloyd Banks non si adagia sul momentaneo successo, anche se la sua crew ha passato un 2003 da sogno. Infatti chiama il suo album solista THE HUNGER FOR MORE (voglia di più fame) When I say The Hunger for More, it could be referring to more success. It could be more money. Or respect. More power. More understanding. All those things lead up to that hunger for more, because my 'more' isn't everybody else's 'more.' I feel like I made it already, because I already got what everybody on the corners of the neighborhood I grew up in is striving to get. God forbid anything happen to me, my family is straight. So anything that happens after this is just me progressing as a person.

Sempre nel 2003,Lloyd Banks riceve l'ambito 2003's Mixtape Artist of the Year per le sue continue e qualitatevoli apparizioni (2 mixtape sono tutti suoi: Money in the Bank e More money in the Bank), e ora arriva il debutto solista, THE HUNGER FOR MORE: dove stile misto ad un flow particolare e inconfondibile lo consolidano uno dei migliori lyricist della crew, apparizioni rare ma pregiate come Snoop e Nate Dogg, i compagni Tony Yayo, Buck e the Game, 50, Eminem. singolo apripista apre è ON FIRE. Di nota anche Warrior, uno dei brani più significativi dell'album, anche nella Part 2, vero inno Gangsta.

'I got all new producers. I'd rather break a producer, than do what everybody else does. There's no guarantee that a big name producer is gonna give you that hit record. You can pay $100,000 for one song, there's no guarantee that it's gonna be that one. It's only what you make it. And that's what I'm gonna show everyone.'

Due settimane al numero uno di Billboard, già più di 500000 copie vendute solo negli States. Il debutto solista lo abbiamo sotto G-Unit/Interscope Records, Hunger For More, nel giugno del 2004. L'album presenta street anthems e brani da club di buon livello. Il primo singolo è "On Fire", che presenta un videoclip con la b-side del brano "Warrior". Il secondo singolo è "I'm So Fly". Le collaborazioni sono quelle di casa G-Unit (50 Cent, Young Buck e Tony Yayo), di Nate Dogg, Eminem e The Game, nuovo membro Aftermath e G-Unit. ROTTEN APPLE: La G unit dalla uscita del cd di Tony Yayo ha vuto un periodo di crisi per il calo delle vendite e l'aggiunta di molti beef. Il rilancio della credibilità della crew è stata iniziata con l'uscita, spesso rimandata del secondo cd di Lloyd Bank$,Rotten Apple. La promo del suo cd è iniziato con il singolo Hands up, tipico pezzo da club con la partecipazione di 50 cent e la produzione di Eminem, ritmato, facile da ricordare e soprattutto ballabile. Il successivo singolo fu Cake sempre in collaborazione con fifty. Nel suo cd ci sono numerosi features Rakim, Scarface 8ball e il resto della G unit. Non si può dimenticare il pezzo di Iceman molto potente con un beat molto da club. Grazie al flow incofondibile di Buck c'è proprio il clima Dirty South, anche se verso la fine Scarface non dà il meglio di sé. Oltre ai temi "duri" ci sono certi pezzi dedicati alle ragazze come Help con il ritornello di Keri Hilson. In generale il cd contiene ottime rime e beat un po' tutti incentrati su un ritmo verso il club. Ha un grosso tatuaggio sulla schiena con la scritta Rotten Apple titolo di un suo album.

Stili ed influenze[modifica | modifica wikitesto]

Banks e Tony Yayo durante le riprese del video "rider pt.2" 2009

LLoyd Banks ha l'abitudine di cambiare spesso voce: se confrontiamo la voce nelle seguenti canzoni: Popping Them Thang's (G-Unit 2003) con Cake o Hands Up (2006) e per finire con Officer Down (The Cold Corner 2009) ci si accorge che la voce diventa sempre più forte e aggressiva. Ciò lo avvantaggia molto, poiché tutto sommato le sue canzoni sono principalmente di stile gangsta. LLoyd Banks veste ovviamente largo, come tutti i membri della sua crew, vestendo la marca ufficiale della G-Unit e la sua marca: South Side. Il cappellino, (quasi sempre NY) lo porta principalmente all'indietro, con il dureg. Non bisogna però farsi illudere da questa descrizione del vestiario che l'avvicina molto agli altri rappers, infatti egli indossa spesso camicie e polo.

Cold Corner[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 è uscito il suo ultimo disco mix-tape "Cold Corner" che tuttora sta riscuotendo ottimo successo. Nell'album troviamo anche dissing contro Rick Ross oltre che numerose citazioni in quasi tutte le canzoni (sempre contro Rick). Nell'ultimo album troviamo un Lloyd Banks più "agguerrito" con meno featuring dando più peso alla sua carriera da solista. Infatti l'unico artista "estraneo" nel cd è eminem che canta l'intro del disco.

Contrasti con The Game[modifica | modifica wikitesto]

Già da tempo tutti i membri della G-Unit compreso lo stesso Lloyd Banks sono in contrasto con The Game. The Game ha creato nel 2005 la G-Unot, un gruppo di rappers cercano di rovinarli con dissing e falsa pubblicità. Attualmente Lloyd Banks ha risposto a The Game nelle seguenti canzoni: You Ain't Authentic e Beneath Me, oltre che in molti free-style.

Collaborazione con i Dj[modifica | modifica wikitesto]

LLoyd BankS ha collaborato anche come producer-dj. esempio alcuni suoi album in collaborazione con dj qui sotto riportati:

Mo money in the banks pt I con Dj Whoo Kid

The Banks Vault con Dj Woogie

Chashing in con Dj Whoo Kid

The City is Mine con Dj ConTroversy

Mo Money in the Bank pt II con Dj Whoo Kid

Anche "The Cold Corner" è con il dj Whoo Kid

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004,a Lloyd Banks è stato assegnato il premio per il miglior Mixtape del 2004 dal prestigioso Mixtape Awards. Lloyd Banks commentò questo premio, in un'intervista con AOL Sessions, dicendo:

Banks e la g unit

"When I won the mixtape artist of the year 2004, after that I didn’t want to get away from it because that right there is where I got my satisfaction, from the fans giving me that award. It wasn’t like an award show when you got some big fat guys in suits on the podium that never even heard my album giving me a rating or judging what I deserve... that's actually my most proudest trophy right now."

BET Awards 2006, Migliore collaborazione ("Touch It [Remix]") con Busta Rhymes, Mary J. Blige, Rah Digga, Missy Elliott, Papoose, & DMX.

BET Hip-Hop Awards 2006, video Hip-Hop dell'anno ("Touch It [Remix]") con Busta Rhymes, Mary J. Blige, Rah Digga, Missy Elliott, Papoose, & DMX.

2005, migliore performance da solo ("On Fire")

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia di Lloyd Banks.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale di Lloyd Banks


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 267103 LCCN: no2004109817