Llŷn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Galles nord-occidentale con la penisola di Llŷn
Il porticciolo di Porthmadog, "porta" d'accesso alla penisola di Llŷn
Paesaggio della penisola nei pressi di Tudweiliog
La località balneare di Criccieth
La spiaggia di Llanbedrog, nella penisola di Llŷn

Il Llŷn o - secondo la forma anglicizzata - Lleyn è una penisola del Galles nord-occidentale, situata tra la Baia di Tregaron, un tratto della Baia di Cardigan, e la Baia di Caernarfon[1][2] (Mare d'Irlanda[3]), nella contea di Gwynedd.

Capoluogo "non ufficiale" della penisola, soprannominata il "braccio della Snowdonia"[4], è Pwllheli.[3] Altre località principali sono: Aberdaron, Abersoch, Criccieth, Nefyn, Porth Dinllaen e Porthmadog.[1][3][5][6]

L'area è in gran parte di proprietà del National Trust[3][7] e circa l'80% della penisola è considerato Area of Outstanding Natural Beauty[3][4][7] ("area di incoparabile bellezza naturale").

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Si suppone che il toponimo Llŷn abbia la stessa etimologia di quella del popolo irlandese dei Laigin.[3]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

La penisola si estende a sud-ovest dell'isola di Anglesey e della città di Caernarfon e a nord di Harlech e ad ovest del parco nazionale di Snowdonia.[1]

La costa meridionale è bagnata dalla Baia di Tregaron[1], mentre quella settentrionale è bagnata dalla Baia di Caernarfon[1].

Lungo la costa meridionale si susseguono da est ad ovest le località di Porthmadog, Criccieth, Pwllheli e Abersoch[1], mentre lungo la costa settentrionale si trova la località di Nefyn[1].

Al largo della penisola si trova Bardsey Island.[1][3][4][7]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

La penisola si estende per 24 miglia in lunghezza.[4]

Località[modifica | modifica wikitesto]

Si trovano nella penisola le seguenti località[3][5]:

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Montagne[modifica | modifica wikitesto]

Sulla penisola si trovano le seguenti montagne[3]:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Llŷn fu, insieme, alla vicina isola di Anglesey, una delle ultime zone del Galles ad essere raggiunte dai Romani e dai Normanni.[7]

Storicamente, l'isola fu un punto di transito per i pellegrini diretti a Bardsey Island.[3]

Nel 1936, la penisola fu al centro della protesta riguardanti l'uso della lingua gallese nota come Tân yn Llŷn.[3]

Il 19 luglio 1984, si verificò nella penisola un terremoto di magnitudo 5,4 sulla scala Richter con epicentro nei dintorni di Nefyn.[3]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Nella penisola ha avuto origine la razza di pecora chiamata appunto Lleyn.[8]

Edifici e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Porthmadog, la località che segna l'accesso alla penisola da sud-est, è collegata con la Ffestiniog Railway e con la Welsh Highland Railway.[2]

Personaggi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, Touring Club Italiano, Milano, 2007, p. 433
  2. ^ a b A.A.V.V., Key Guide - Gran Bretagna, cit., p. 141
  3. ^ a b c d e f g h i j k l Peninsula of Lleyn in: My Etymology
  4. ^ a b c d Llyn Peninsula in: Snowdonia Guide
  5. ^ a b King, John, Galles, Lonely Planet, Victoria - EDT, Torino, 2001, pp. 341-346
  6. ^ Llyn Peninsula su Wales Directory
  7. ^ a b c d King, John, op. cit., p. 341
  8. ^ The Lleyn Sheep Society
  9. ^ King, John, p. 341
  10. ^ King, John, pp. 341-342

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]