Liza saliens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cefalo verzelata
Liza saliens.jpg

Liza saliens1.jpg

Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukarya
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Mugiliformes
Famiglia Mugilidae
Genere Liza
Specie L.saliens
Nomenclatura binomiale
Liza saliens
Risso, 1810
Sinonimi

Mugil saliens

Nomi comuni

Cefalo verzelata,
Cefalo musino

Il Cefalo verzelata o Cefalo musino (Liza saliens) è un pesce appartenente alla famiglia Mugilidae.

Distribuzione ed habitat[modifica | modifica sorgente]

Il suo areale va dal Golfo di Guascogna a norda alle Isole Canarie e l'Africa tropicale a sud comprendendo l'intero mar Mediterraneo ma non il mar Nero. È stato introdotto con successo nel mar Caspio.

Il suo habitat è prevalentemente lagunare o estuariale, si può anche trovare in mare ma quasi mai in acqua dolce.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Assai simile al Cefalo dorato al punto da essere quasi indistinguibile presenta però alcune caratteristiche diverse:

  • il corpo è molto snello, molto più che nei congeneri tanto da renderlo quasi sempre riconoscibile a colpo d'occhio
  • il muso è molto più appuntito
  • la macchia dorata sull'opercolo è spesso presente e frazionata in 2 o più macchie più piccole, non è mai vistosa ed unica come in Liza aurata
  • La macchia nera all'ascella delle pinne pettorali è assente e queste pinne, girate in avanti, raggiungono o superano il bordo anteriore dell'occhio.

L'unico carattere sicuro di riconoscimento però consiste nell'osservare numero e forma di particolari degli organi interni.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Simile a quella degli altri membri della Famiglia.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Il periodo riproduttivo si estende da maggio a settembre (molto più che negli altri cefali).

La maturità sessuale viene raggiunta prima nei maschi che nelle femmine, questo spiega l'inversione sessuale che, unica fra i mugilidi mediterranei, si osserva talvolta in questa specie.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Identica a quella praticata per il cefalo comune. Le sue carni sono ottime come quelle degli altri cefali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Liza saliens in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Costa, Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 88-425-1003-3
  • Patrick Louisy. Trainito, Egidio (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 88-8039-472-X

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci