Livio Piomarta (S 515)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Livio Piomarta
ex USS Trigger della US Navy
515.jpg
Descrizione generale
US Naval Jack.svg Naval Jack of Italy.svg
Tipo sommergibile
Classe Piomarta
Proprietario/a Flag of the United States.svg United States Navy
Naval Ensign of Italy.svg Marina Militare
Identificazione S 515
Cantiere Electric Boat - Groton Connecticut USA
Impostata 24 febbraio 1949
Varata 14 giugno 1951
Entrata in servizio Stati Uniti 31 marzo 1952
Naval Ensign of Italy.svg 10 luglio 1973
Radiata Stati Uniti 2 luglio 1973
Naval Ensign of Italy.svg 28 febbraio 1986
Caratteristiche generali
Dislocamento in superficie 2050 t
in immersione 2700
Lunghezza 87,4 m
Larghezza 8,3 m
Profondità operativa 213 m
Propulsione diesel-elettrica:

potenza totale 5.600 CV

Velocità in superficie 15,5 nodi
in immersione 18,3 nodi
Equipaggio 8 ufficiali
75 sottufficiali e comuni
Equipaggiamento
Sensori di bordo Sonar a scafo EDO BQR-2B e BQS-4 a media frequenza passivo
sonar prodiero Sperry-Raytheon BQG-4 passivo
Radar navigazione Fairchild BPS-12
sistema ESM WLR-1
sistema di direzionamento per siluri Mk 106
Armamento
Armamento alla costruzione:
siluri:8 tubi lanciasiluri da 533mm
(6 anteriori + 2 posteriori)

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Il sommergibile Livio Piomarta fu un battello di fabbricazione americana in servizio nella Marina Militare Italiana dal 1973 al 1986.

Il sommergibile venne intitolato al Capitano di Corvetta Livio Piomarta che nel corso della seconda guerra mondiale al comando del sommergibile Marconi si distinse per il suo valore venendo insignito di Medaglia d'Oro al Valor Militare.[1]

Costruito negli Stati Uniti nei cantieri Electric Boat di Groton nel Connecticut, impostato il 24 febbraio 1949 e varato con il nome Trigger il 14 giugno 1951, entrò in servizio nell US Navy il 31 marzo 1952 e faceva parte della Classe Tang, una classe di sommergibili statunitensi costruiti dopo la Seconda guerra mondiale aggiornata agli standard chiamati GUPPY (Greater Underwater Propulsion Power Program) e basati sulle invenzioni tedesche della parte finale del conflitto. Tali standard furono implementati anche su sommergibili costruiti in anni precedenti come quelli delle classi Gato Balao e Tench. Il sommergibile ha lo stesso nome di un precedente battello della Classe Gato che era stato affondato dai giapponesi durante la seconda guerra mondiale.

Viste le caratteristiche, con la velocità in immersione superiore di quella in emersione si può già parlare di sottomarino più che di sommergibile.

Nell'estate del 1957 si era unito al sottomarino a propulsione nucleare Nautilus durante il primo viaggio al di sotto della calotta polare artica trascorrendo dieci giorni a nord del Mare di Groenlandia.

Il battello montava all'origine dei motori diesel elettrici General Motors ad alta velocità che però diedero dei problemi tanto che furono sostituiti con motori diesel a cilindri contrapposti di media velocità di derivazione aeronautica di dimensioni maggiori. Per potere essere installati questi motori, l'unità, all'inizio del 1958 e fino all'agosto di quell'anno, venne sottoposta a dei lavori per essere allungata di circa tre metri presso i cantieri Portsmouth Naval Shipyard di Kittery nel Maine.

L'unità venne sottoposta a nuovi lavori di allungamento dello scafo tra il 3 gennaio 1968 e il 6 giugno 1969, alla base navale di Charleston nella Carolina del Sud, questa volta per permettere l'installazione di nuove apparecchiature elettroniche tra cui un nuovo sonar.

Nel 1973 dopo un periodo trascorso in estremo oriente, l'unita raggiunse il 5 aprile San Diego in California, dove il successivo 25 giugno venne imbarcato l'equipaggio italiano per prendere conoscenza con l'unità che radiata dalla US Navy il 2 luglio, il 10 luglio venne consegnata alla Marina Militare dove destinata alla base di Taranto prestò servizio fino al disarmo, avvenuto il 28 febbraio 1986.

Il Piomarta quando prestava servizio nella US Navy con il nome Trigger
Il sommergibile Trigger nel 1971 durante i test del siluro Mark 48


Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ PIOMARTA Livio - Medaglia d'oro al valore militare.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina