Livello trofico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per livello trofico si intende la posizione che un individuo facente parte di un gruppo occupa rispetto al livello trofico di base che è rappresentato dagli autotrofi (produttori, come i vegetali). Più esattamente in un "livello trofico" sono compresi tutti quegli organismi che ottengono energia dal Sole (o da altri tipi di fonti primarie) tramite lo stesso numero di passaggi; se ad esempio consideriamo una catena alimentare composta da graminacea-->cavalletta-->rana-->rapace, la graminacea (autotrofo, che cioè sfrutta direttamente l'energia solare o chemiosintetica come fonte per organicare le sostanze necessarie al proprio metabolismo) sarà al 1º livello trofico, la cavalletta sarà al secondo in quanto consumatore primario (ovvero organismo eterotrofo che si nutre di vegetali) e così via fino al rapace che occuperà il 4º livello trofico.

Con una semplificazione, si può dire che il livello trofico è il posto occupato da un individuo all'interno della catena alimentare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Mangiarotti G., Lineamenti di Biologia, Torino, UTET, 1978.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]