Lithocarpus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lithocarpus
Lithocarpus edulis Nakai leaf acorn.jpg
Lithocarpus edulis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fagales
Famiglia Fagaceae
Genere Lithocarpus
Sinonimi

Pasania

Specie
Lithocarpus sp.
Lithocarpus sp.

Il genere Lithocarpus (Lithocarpus, Blume 1825), dal greco frutto di pietra, comprende alberi e arbusti sempreverdi affini alle querce e inclusi nella famiglia delle Fagacee.

Areale[modifica | modifica wikitesto]

Questo genere è esclusivo dell'Asia orientale e tropicale, in particolare Cina e Giappone, con l'eccezione di una sola specie, presente in Nordamerica (California e Oregon).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le specie appartenenti al genere Lithocarpus sono piante legnose, a portamento arboreo o arbustivo.

Le foglie sono coriacee, sempreverdi, alterne, semplici, a margine intero o dentato.

I fiori maschili e femminili sono separati, anche se possono coesistere sulla stessa pianta. I fiori maschili sono raccolti in infiorescenze allungate (amenti).

I frutti sono tecnicamente delle noci. Il loro aspetto è simile alle ghiande, con una cupola estremamente dura (da cui il nome del genere).

A parte la cupola, il frutto è commestibile in alcune specie, ma in altre è immangiabile, generalmente a causa del sapore eccessivamente amaro.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Lithocarpus fu definito da Blume nel 1825 e comprende, secondo gli autori, da 100 a oltre 300 specie.

Nel 1866 Anders Sandoe Oersted propose di attribuire una parte delle specie a un genere di nuova istituzione, Pasania. Questa scelta non è generalmente seguita e Pasania è oggi considerato sinonimo di Lithocarpus.

Sono state proposte anche altre suddivisioni del genere, e alcune sono ancora in discussione.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Alcune specie di questo genere sono impiegate per scopi ornamentali.

La corteccia della quercia del tannino (Lithocarpus densiflorus) è ricca di tannino e veniva impiegata un tempo per estrarre tannino destinato alla concia delle pelli.

Il Lithocarpus edulis produce frutti commestibili.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]