Listerine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Listerine
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1879 a St.Louis
Fondata da
  • Joseph Lawrence
  • Jordan Wheat Lambert
Sede principale 1 Johnson And Johnson Plaza, New Brunswick
Gruppo Johnson & Johnson
Settore Igiene orale
Prodotti
Fatturato Green Arrow Up.svg 66,5 Mln [1] (2010)
Slogan «(IT) Spazza via i batteri che non spazzoli via
(EN) Kills germs that cause bad breath»
Sito web www.listerine.it/

Listerine è un marchio statunitense di prodotti per l'igiene orale distribuito dalla Johnson & Johnson, specializzato nella produzione di collutori. Il marchio, creato nel 1879, è oggi disponibile in oltre 60 paesi, ed è uno dei principali marchi nel settore per volume di vendite[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Listerine venne formulato per la prima volta a St. Louis nel 1879 dal Dottor Joseph Lawrence e da Jordan Wheat Lambert, concepito inizialmente come disinfettante per procedure chirurgiche.

Bottiglia anni '20

Lambert cominciò a distribuirla dal 1881, e tre anni dopo, nel 1884, fondò l'azienda farmaceutica Lambert Pharmacal Company per promuovere e distribuire il prodotto nella comunità medica; nel 1885 il dottor Lawrence vendette definitivamente la formula all'azienda[2].
Successivamente, il suo utilizzo venne ampliato ad antisettico multiuso, utile fra le altre cose per la pulizia degli ambienti, contro la gonorrea[3], e per l'igiene orale; nel 1895 estese la distribuzione alla comunità dentistica americana, promuovendolo come potente antisettico orale. Il prodotto riscosse un grande successo e nel 1914 divenne un prodotto da banco distribuito nelle farmacie su tutto il territorio statunitense[4].

Negli anni venti l'azienda passò nelle mani del figlio di Jordan Lambert, Gerard; per un breve periodo, nel 1927, l'azienda tentò la produzione di sigarette.
Nel 1955 l'azienda venne fusa con la Warner-Hudnut di Filadelfia, dando origine alla Warner-Lambert Pharmaceutical Company. All'inizio degli anni ottanta, il marchio perse appetibilità nei confronti del mercato[5], sebbene nel 1987 fu il primo collutorio da banco a guadagnare il sigillo d'approvazione dell'American Dental Association; negli anni novanta cercarono di rinnovare l'immagine del marchio: rinnovarono le campagne promozionali, ristudiarono il packaging e introdussero nuove varianti.

Nel 2000 la Pfizer acquistò l'azienda; sei anni dopo, nel dicembre del 2006, il marchio passerà alla Johnson & Johnson.

Marchio[modifica | modifica wikitesto]

Il nome "Listerine" deriva dal medico inglese Joseph Lister, pioniere dell'antisepsi. Il Listerine venne distribuito in bottigliette di vetro con un'etichetta bianca con il nome in nero; negli anni venti vennero ridisegnate dall'artista Maximilian Fyscher in stile decò, design che verrà mantenuto pressoché invariato sino al 1994, quando vennero proposte le bottigliette in plastica trasparente. Dal 1914 al 1984 le confezioni venivano presentate in tubi di cartone cilindrico. Oggi il Listerine è distribuito in bottigliette di plastica trasparente con tappo con chiusura di sicurezza e con capacità 250, 500 e 750ml.

Prodotto[modifica | modifica wikitesto]

Il Listerine originale (Listerine Original), è un liquido di color ambrato e dal sapore neutro-alcolico. La formulazione prevede oli essenziali (mentolo 0,042%, timolo 0.064%, eucaliptolo 0,092% e metil salicilato 0,06%) ed etanolo al 26,9 %[6]. Dagli anni novanta l'azienda ha cominciato a distribuire dei collutori dal gusto alternativo e dal contenuto alcolico ridotto al 21,6 %. Negli anni 2000 la produzione si è ampliata a collutori, strisce e dentifrici per lo sbiancamento dentale, collutori senza alcol e collutori per bambini.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

  • Listerine Coolmint (1992) - Collutorio aromatizzato alla menta fresca di colore azzurro intenso.
  • Listerine Fresh Burst (1995) - Collutorio aromatizzato alla mentastro verde di colore verde intenso.
  • Listerine Fresh Citrus (2003) - Collutorio aromatizzato agli agrumi di colore arancione.
  • Listerine Teeth & Gum (2005) - Collutorio con aggiunta di fluoruro, aromatizzato alla menta e di colore verde.
  • Listerine Vanilla Mint (2006-2011) - Collutorio aromatizzato alla vaniglia, di colore verde sbiadito.

Cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Nel linguaggio comune il termine "Listerine" viene utilizzato, oltre che per il prodotto stesso, anche per indicare un drink alcolico dal gusto cattivo per il sapore di menta e sentore alcolico forti[7][8]. Nello slang cockney viene inoltre utilizzato come sinonimo di antiamericano[8].
Nel film del 2004 Alfie, Susan importa dell'assenzio illegalmente versandolo dentro delle bottigliette di Listerine

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b www.slideshare.net. URL consultato l'8 novembre 2012.
  2. ^ www.rdhinstl.com. URL consultato il 9 novembre 2012.
  3. ^ Steven D. Levitt, Freakonomics, 2005.
  4. ^ www.listerine.com.sg. URL consultato il 9 novembre 2012.
  5. ^ www.cassies.ca. URL consultato il 9 novembre 2012.
  6. ^ www.ada.org. URL consultato il 9 novembre 2012.
  7. ^ www.wordpress.com. URL consultato il 10 novembre 2012.
  8. ^ a b www.urbandictionary.com. URL consultato il 10 novembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aziende