Liste degli attacchi dell'Irgun durante gli anni '30

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Durante la Grande Rivolta (1936-1939) degli arabi nel periodo del Mandato britannico in Palestina, in cui più di 320 ebrei furono uccisi da attacchi arabi, l'Irgun organizzò attacchi di rappresaglia contro gli arabi.

A seguito dell'uccisione di cinque ebrei nel kibbutz di Kiryat Anavim il 9 novembre 1937, l'Irgun lanciò una serie di attacchi che si esaurirono solo all'inizio della Seconda guerra mondiale. Gli attacchi dell'Irgun nel corso di tale periodo provocarono l'uccisione di almeno 250 arabi.

Lista dal sito dell'Irgun[modifica | modifica sorgente]

Nel sito web dell'Irgun che descrive il corso degli eventi in quegli anni, molti degli attacchi sottostanti non sono neppure menzionati, essendo l'attribuzione di questi atti contestata, mentre il sito web si assume la responsabilità solo degli attacchi direttamente portati a termine dall'organizzazione.

Di seguito è riportata la lista degli attacchi che sono stati attribuiti all'Irgun e che sono avvenuti nel corso degli anni '30.

  • 20 aprile 1936 - 2 lavoratori arabi in una piantagione di banane uccisi.
  • marzo 1937 - 2 arabi uccisi sulla spiaggia di Bat-Yam.
  • 14 novembre 1937 - 6 arabi sono uccisi in vari scontri a fuoco a Gerusalemme.
  • 12 aprile 1938 - 2 arabi e 2 poliziotti britannici sono uccisi da una bomba su un treno a Haifa.
  • 17 aprile 1938 - Un arabo è ucciso da una bomba esplosa in un caffè a Haifa.
  • 17 maggio 1938 - Un poliziotto arabo è ucciso in un attacco a un autobus lungo il tragitto Gerusalemme-Hebron.
  • 24 maggio 1938 - 3 arabi sono fatti oggetto di colpi d'arma da fuoco e uccisi a Haifa.
  • 23 giugno 1938 - 2 arabi sono uccisi presso Tel-Aviv.
  • 26 giugno 1938 - 7 arabi sono uccisi da una bomba a Giaffa.
  • 27 giugno 1938 - Un arabo è ucciso nel cortile di un ospedale a Haifa.
  • 5 luglio 1938 - 7 arabi sono uccisi in numerosi scontri a fuoco a Tel-Aviv.
  • Lo stesso giorno, 3 arabi sono uccisi da una bomba esplosa in un autobus a Gerusalemme.
  • Lo stesso giorno, un arabo è ucciso in un altro attacco a Gerusalemme.
  • 6 luglio 1938 - 18 arabi e 5 ebrei sono uccisi da due bombe esplose simultaneamente nel mercato arabo dei meloni a Haifa.
  • 8 luglio 1938 - 4 arabi sono uccisi da una bomba a Gerusalemme.
  • 16 luglio 1938 - 10 arabi sono uccisi da una bomba in un mercato di Gerusalemme.
  • 25 luglio 1938 - 39 arabi sono uccisi da una bomba in un mercato di Haifa.
  • 26 agosto 1938 - 24 arabi sono uccisi da una bomba in un mercato di Giaffa.
  • 27 febbraio 1939 - 33 arabi sono uccisi in attacchi multipli, 24 a causa di una bomba nel mercato arabo nel quartiere dei Suq a Haifa e 4 da un'altra bomba nel mercato arabo delle verdure a Gerusalemme.
  • 29 maggio 1939 - 5 arabi sono uccisi da una mina esplosa nel cinema Rex a Gerusalemme.
  • Lo stesso giorno, 5 arabi sono colpiti da armi da fuoco e uccisi nel corso di un raid nel villaggio di Biyar 'Adas.
  • 2 giugno 1939 - 5 arabi sono uccisi da una bomba alla Porta di Giaffa a Gerusalemme.
  • 12 giugno 1939 - Un ufficio postale a Gerusalemme è dinamitato e un esperto di esplosivi britannico che tenta di disinnescare l'ordigno muore.
  • 16 giugno 1939 - 6 arabi sono uccisi in vari attacchi a Gerusalemme.
  • 19 giugno 1939 - 20 arabi sono uccisi da cariche esplosive montate su un asino in un mercato di Haifa.
  • 29 giugno 1939 - 13 arabi sono uccisi in sparatorie multiple nel giro di un'ora.
  • 30 giugno 1939 - Un arabo è ucciso in un mercato di Gerusalemme.
  • Lo stesso giorno, 2 arabi sono colpiti da armi da fuoco e uccisi a Lifta.
  • 3 luglio 1939 - Un arabo è ucciso da una bomba in un mercato di Haifa.
  • 4 luglio 1939 - 2 arabi sono uccisi in due attacchi a Gerusalemme.
  • 20 luglio 1939 - Un arabo è ucciso in una stazione ferroviaria a Giaffa.
  • Lo stesso giorno, 6 arabi sono uccisi in vari attacchi a Tel-Aviv.
  • Lo stesso giorno, 3 arabi sono uccisi a Rehovot.
  • 27 agosto 1939 - 2 ufficiali britannici sono uccisi da una mina a Gerusalemme.

Sono riportate solo le operazioni conclusesi con la morte. L'Irgun ha condotto almeno 60 operazioni s durante questo periodo (Perliger e Weinberg p. 101).

Lista Perliger-Weinberg degli attentati terroristici condotti dall'Irgun dal 1936 al 1939[modifica | modifica sorgente]

La lista seguente è ricavata da un saggio di Arie Perliger e Leonard Weinberg[1]. La lista include solo gli attentati che causarono morti. Non sono incluse quelli che causarono solo feriti o danni materiali. In tutto, l'Irgun si rese responsabile di almeno 60 distinte azioni terroristiche nel periodo osservato.

  • 20 aprile 1936 - vengono assassinati due contadini arabi addetti ad una piantagione di banane.
  • marzo 1937 - due arabi sono uccisi sulla spiaggia di Bat-Yam.
  • 14 novembre 1937 - sei arabi sono uccisi da numerose fucilate a Gerusalemme.
  • 12 aprile 1938 - un attentato dinamitardo contro un treno ad Haifa causa la morte di due arabi e di due poliziotti britannici.
  • 17 aprile 1938 - un arabo resta ucciso da un attentato dinamitardo condotto contro un caffè ad Haifa.
  • 17 maggio 1938 - una bomba posta su un bus in servizio di linea Gerusalemme-Haifa causa la morte di un poliziotto arabo.
  • 24 maggio 1938 - tre arabi sono ucciso da colpi d'arma da fuoco ad Haifa.
  • 23 giugno 1938 - due arabi sono assassinati presso Tel-Aviv.
  • 26 giugno 1938 - un attentato dinamitardo uccide sette arabi a Jaffa.
  • 27 giugno 1938 - un arabo viene ucciso dentro un ospedale di Haifa.
  • 5 luglio 1938 - sette arabi sono assassinati a fucilate a Tel-Aviv.
    • nello stesso giorno - tre arabi restano uccisi da una bomba fatta esplodere a bordo di un autobus a Gerusalemme.
    • nello stesso giorno - un altro arabo viene assassinato a Gerusalemme.
  • 6 luglio 1938 - 23 morti vengono causati da un singolo attentato terroristico perpetrato dall'Irgun: 18 arabi e 5 ebrei restano uccisi dall'esplosione di due bombe nascoste nel mercato arabo di Melon ad Haifa.
  • 8 luglio 1938 - quattro arabi sono assassinati da una bomba a Gerusalemme.
  • 16 luglio 1938 - una bomba nascosta in un mercato di Gerusalemme uccide dieci arabi.
  • 25 luglio 1938 - strage perpetrata con l'impiego di una bomba al mercato di Haifa: tra 39 e 70 (secondo le fonti) arabi restano uccisi.
  • 26 agosto 1938 - nuova strage: 24 arabi restano uccisi a seguito dell'esplosione di una bomba nascosta nel mercato di Jaffa.
  • 27 febbraio 1939 - altra strage: 33 arabi vengono uccisi in diversi attentati, 24 dei quali nel mercato del Suk di Haifa e 4 nel mercato dei legumi di Gerusalemme.
  • 29 maggio 1939 - cinque arabi restano uccisi dall'esplosione di una bomba nascosta nel cinema Rex di Gerusalemme.
    • nello stesso giorno - cinque arabi sono assassinati da un commando terrorista dell'Irgun che assalta il villaggio di Biyar 'Adas.
  • 2 giugno 1939 - cinque arabi restano uccisi da una bomba fatta esplodere presso la Porta di Jaffa a Gerusalemme.
  • 12 giugno 1939 - un artificiere britannico resta ucciso a Gerusalemme mentre tentava di disinnescare un ordigno esplosivo piazzato dall'Irgun.
  • 16 giugno 1939 - sei arabi sono assassinati a Gerusalemme in una serie di attentati condotti da sicari dell'Irgun.
  • 19 giugno 1939 - ulteriore strage: 20 arabi restano uccisi da una carica esplosiva dissimulata nel carico trasportato da un asino al mercato di Haifa.
  • 29 giugno 1939 - ancora una strage: 13 arabi vengono assassinati a fucilate da sicari dell'Irgun in una operazione terroristica che si protrae per circa un'ora.
  • 30 giugno 1939 - un arabo viene assassinato al mercato di Gerusalemme.
  • nello stesso giorno - due arabi vengono assassinati da sicari dell'Irgun a Lifta.
  • 3 luglio 1939 - un arabo resta ucciso dall'esplosione di una bomba al mercato di Haifa.
  • 4 luglio 1939 - due arabi restano uccisi in due distinti attentati terroristici condotti da terroristi dell'Irgun a Gerusalemme.
  • 20 luglio 1939 - un arabo resta ucciso a seguito di un attentato ad un treno presso Jaffa.
    • nello stesso giorno - sei arabi vengono assassinati in una serie di attentati perpetrati a Tel-Aviv.
    • nello stesso giorno - tre arabi vengono uccisi a Rehovot.
  • 27 agosto 1939 - due ufficiali britannici restano uccisi per l'esplosione di una bomba piazzata da terroristi dell'Irgun a Gerusalemme.

Questa serie di attacchi terroristici coincise in buona parte con la campagna dell'Irgun tesa a facilitare l'immigrazione di ebrei europei che affrontavano la discriminazione, la morte e i pogrom in Europa.

Il primo bastimento giunse il 13 aprile 1937 e l'ultimo il 13 febbraio 1940. Tutte le fonti parlano di circa 18.000 Ebrei sfuggiti al genocidio in Europa con questi mezzi.

Dopo la pubblicazione, da parte inglese, del Libro Bianco nel maggio 1939 (che prevedeva limitazioni all'immigrazione e la creazione di uno stato unico arabo-ebraico entro 10 anni), l'Irgun concentrò i suoi sforzi contro i britannici.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Arie Perliger e Leonard Weinberg, Totalitarian Movements & Political Religions, Vol. 4, No. 3 (2003) pp. 91-118

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Y. 'Amrami, A. Melitz, דברי הימים למלחמת השחרור ("Storia della Guerra d'Indipendenza" in ebraico), Shelach Press, 1951 (raccolta di eventi, molti dei quali riferiti all'Irgun e al gruppo Lehi (Banda Stern).
  • Palestine Post, varie date
  • Arie Perliger e Leonard Weinberg, Totalitarian Movements & Political Religions, Vol. 4, No. 3 (2003), pp. 91-118.
  • Irgun Tzvai Leumi (website): http://www.etzel.org.il.