Lista di partiti politici dell'Argentina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Politica in Argentina

Coat of arms of Argentina.svg
La Politica nella Nazione Argentina





modifica

Categorie: Politica, Diritto e Stato

L'Argentina come molti altri paesi del mondo ha un sistema politico pluripartitico che però a differenza dagli altri non si divide solo in sinistra, centro-sinistra, centro, centro-destra e destra ma anche in peronismo ed antiperonismo. Ed entrambi i movimenti politici possiedono una propria sinistra e una destra. I principali partiti del paese fino al 2003 sono stati:

Con l'ascesa del peronista socialista Néstor Kirchner nel 2003 il sistema politico si è diviso ulteriormente in kirchnerismo e antikirchnerismo.

In ogni caso in questa pagina i partiti vengono suddivisi nella classifica distinzione sinistra-destra ma con una sottodivisione in kirchnerismo e antikirchnerismo. Da notare che la componente kirchnerista esiste sono nella sinistra e nel centro mentre a destra i partiti sono oppositori a Kirchner per la sua politica economica antiliberista.

Sinistra e Centrosinistra[modifica | modifica sorgente]

Kirchnerismo[modifica | modifica sorgente]

Antikirchnerismo[modifica | modifica sorgente]

  • Unione Civica Radicale, partito politico di centro orientato generalmente al centro-sinistra. Storico partito argentino fondato nel 1892 da esponenti del mondo liberale e laico. Fino alla ascesa di Juan Domingo Peron nel 1946 l'UCR era considerato come rappresentante del mondo del lavoro ma dal quel momento in poi l'UCR è stato identificato come il partito borghese del paese. Nel 1983 Raúl Ricardo Alfonsín, storico esponente della sinistra radicale è stato eletto presidente dell'Argentina. Ha riportato l'UCR al governo dopo la dittatura militare. Negli anni '90 sotto la presidenza peronista liberista di Carlos Saúl Menem il partito si è posto alla sinistra della politica argentina. Con l'ascesa di Kirchner invece il partito si è diviso soprattutto a causa del crollo della presidenza di De La Rua (1999-2001) in sinistra e destra, e l'ala progressista ha sostenuto il governo kirchnerista.

Centro[modifica | modifica sorgente]

Kirchnerismo[modifica | modifica sorgente]

  • Radicali K, così è chiamata la componente dell'UCR che nel 2004 ha lasciato il codesto partito per allearsi con il movimento di Kirchner. Il leader del movimento è l'attuale vicepresidente Julio Cobos. Nel 2008 a seguito del conflitto con il campo agricolo tra la presidente Kirchner e le potenti lobby agricole delle Pampas i radicali k sono usciti dalla maggioranza parlamentare del FPV.

Antikirchnerismo[modifica | modifica sorgente]

  • Consenso Federale, movimento politico creato dall'attuale vicepresidente Julio Cobos in opposizione del governo della presidente Cristina Kirchner. Si definisce come un movimento federale e progressista. Il partito non si è presentato alle elezioni del 2009 perché la Corte elettorale non ha accettato la sua lista.

Destra e centrodestra[modifica | modifica sorgente]