Lista di paesi e regioni multilingue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Di seguito una lista di stati e regioni dove vige il multilinguismo.

Africa[modifica | modifica sorgente]

Africa centrale[modifica | modifica sorgente]

Africa orientale[modifica | modifica sorgente]

  • Burundi: francesi e kirundi (ufficiali), diffuso lo swahili
  • Gibuti: arabo e francese (ufficiali), diffusi il somalo e l'afar
  • Eritrea: nessuna lingua ufficiale; lingue autoctone: tigrino, tigre, dahlik, afar, beja e altre lingue locali; usati amarico, arabo, inglese e italiano
  • Kenya: inglese e swahili (ufficiali), diffuse altre lingue tribali
  • Ruanda: francese, inglese e kinyarwanda (ufficiali)
  • Seychelles: francese, inglese e creolo delle Seychelles (ufficiali)
  • Somalia: somalo (ufficiale), diffusi arabo, inglese e italiano
  • Tanzania: swahili (nazionale), diffusi inglese, gujarati e portoghese
  • Uganda: inglese (ufficiale), arabo, luganda, swahili e altre lingue locali

Africa settentrionale[modifica | modifica sorgente]

Africa meridionale[modifica | modifica sorgente]

Africa occidentale[modifica | modifica sorgente]

  • Benin: francese (ufficiale), numerose lingue locali
  • Burkina Faso: francese (ufficiale), numerose lingue locali
  • Capo Verde: portoghese e creolo-portoghese
  • Costa d'Avorio: francese (ufficiali), numerose lingue locali
  • Gambia: inglese (ufficiale), numerose lingue locali (tra cui mandinka, wolof e fula)
  • Ghana: inglese (ufficiale), numerose lingue locali
  • Guinea: francese (ufficiale), fula e susu
  • Guinea-Bissau: portoghese (ufficiale), kriol (creolo-portoghese della Guinea Bissau), lingue locali
  • Liberia: inglese (ufficiale), lingue tribali
  • Togo: francese (ufficiale), lingue tribali (ewe, mina e kabiyé)

Americhe[modifica | modifica sorgente]

Asia[modifica | modifica sorgente]

  • Iraq: curdo e arabo nel nord del Paese.
  • Libano: arabo, diffusi francese e inglese.
  • Cina: cinese mandarino (ufficiale), diffuse altre forme di cinese e le lingue delle varie minoranze etniche.
  • Hong Kong: cantonese, inglese e mandarino.
  • Macao: cinese e portoghese (ufficiali).
  • India: 23 lingue ufficiali, tra cui hindi e inglese. Gli indiani con elevati gradi di scolarizzazione sono solitamente trilingui (lingua nativa, hindi e inglese).
  • Indonesia: la maggioranza della popolazione è bilingue (bahasa Indonesia -idioma ufficiale- e lingua nativa).
  • Israele: presso la comunità ebraica, l'ebraico è solitamente affiancato dalle lingue del Paese d'origine (specie il russo); il bilinguismo (arabo ed ebraico) è diffuso anche presso la comunità palestinese.
  • Giappone: i numerosi discendenti degli immigrati coreani parlano sia il coreano che il giapponese.
  • Malaysia: l'intera popolazione è per lo meno bilingue: malese, cinese, tamil e varie lingue indigene.
  • Filippine: tagalog e inglese (ufficiali). Nelle regioni dove il tagalog è lingua madre, prevale il bilinguismo (tagalog e inglese); nelle altre è diffuso il trilinguismo (alle prime due lingue si affianca cioè la lingua locale). Lo spagnolo quale lingua corrente è invece caduto in disuso.
  • Sri Lanka: cingalese e tamil (ufficiali).
  • Taiwan: cinese, taiwanese, hakka e varie lingue aborigene.
  • Kazakistan: kazako e russo.
  • Kirghizistan: kirghizo e russo (ufficiali).
  • Uzbekistan: uzbeko, russo e tagiko.

Europa[modifica | modifica sorgente]

  • Austria: sono bilingui tedesco-sloveno per ciò che riguarda la segnaletica alcuni comuni della Carinzia e tedesco-ungherese così come tedesco-croato alcuni del Burgenland.
  • Belgio: neerlandese, francese e tedesco. La capitale, Bruxelles, è bilingue.
  • Repubblica ceca: diversi centri abitati dell'area di Zaolzie sono ufficialmente bilingui (ceco e polacco).
  • Croazia: croato e italiano nella Regione Istriana.
  • Danimarca: danese e faroese nelle Isole Fær Øer.
  • Finlandia: finlandese e svedese (ufficiali), e sami nel nord.
  • Francia: francese (ufficiale), diverse regioni sono bilingui: francese e bretone in Bretagna, francese e tedesco in Alsazia, francese e basco nei Pirenei Atlantici, francese e corsa in Corsica, francese e neerlandese nel Nord; ma tutti gli idiomi minoritari non sono ufficiali.
  • Germania: tedesco e sorbo in Lusazia; tedesco e frisone a Frisia settentrionale e Saterland.
  • Gibilterra: inglese (ufficiale), parlati spagnolo e llanito.
  • Irlanda: gaelico irlandese e inglese.
  • Italia: il bilinguismo vige in Val d'Aosta (italiano e francese) e in Alto Adige (italiano e tedesco). In Alto Adige, alcuni comuni trilingui (italiano, ladino e tedesco), mentre alcuni comuni del Friuli-Venezia Giulia sono bilingui (italiano e sloveno). In Sardegna a fianco dell'italiano è ufficiale anche il sardo (segnaletica in numerosi paesi bilingue o solo in sardo), nonostante sia relativamente ancora poco usato in ambito pubblico regionale.
  • Lussemburgo: lussemburghese, tedesco e francese.
  • Malta: maltese e inglese (ufficiali), molto diffuso è l'italiano.
  • Norvegia: le due forme di norvegese (Bokmål e Nynorsk), e sami nel nord.
  • Paesi Bassi: neerlandese e frisone in Frisia.
  • Polonia: polacco e casciubo in Casciubia; polacco e tedesco nel Voivodato di Opole.
  • Regno Unito: gallese e inglese in Galles; inglese, scots e gaelico-scozzese in Scozia; inglese, scots e irlandese in Irlanda del nord.
  • Romania: romeno e ungherese nella Terra dei Siculi; romeno e tedesco in Transilvania.
  • Russia: russo (ufficiale). Nelle varie repubbliche, il russo è affiancato dagli idiomi delle popolazioni "titolari"
  • Slovenia: alcuni comuni bilingui sloveno-italiano (Capodistria, Isola d'Istria e Pirano); sloveno e ungherese nelle zone di confine con l'Ungheria.
  • Spagna: spagnolo (ufficiale), diverse regioni hanno più di una lingua ufficiale: basco e spagnolo (Paesi Baschi e Navarra), spagnolo e galizano (Galizia), spagnolo e catalano (Catalogna, Isole Baleari e Comunità valenciana). Il leonese e il galiziano sono riconosciuti ma non ufficiali in Castiglia e León e l'asturiano nelle Asturie.
  • Svezia: svedese e finlandese a Tornedalen e Haparanda, svedese e sami nel nord.
  • Svizzera: tedesco, francese, italiano e romancio. Alcuni cantoni bilingue francese-tedesco (Vallese, Berna e Friburgo), il Grigioni trilingue tedesco-romancio-italiano.

Oceania[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]