Lista di leggi romane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leges
Leges

Senato di Roma
Nome latino Index Legum Urbis
Autore Repubblica e Impero
Anno 509 a.C. - 529 d.C.
Lista di leggi romane

Questa pagina propone una parziale ed ancora incompleta lista di leggi romane. Il nome della legge di solito proviene dalla gens del magistrato proponente (console per la lex comitialis, il tribuno della plebe per gli scita plebis), declinato alla forma femminile, perché in latino legge (lex, legis, nominativo plurale leges) è una parola di genere femminile. Quando una legge è redatta da due consoli, vengono indicati entrambi i nomi, con il nome del più anziano scritto per primo. Alcune leggi in elenco sono state emanate dopo la caduta dell'Impero romano d'Occidente (476 e.v.). Tuttavia esse sono state fortemente influenzate dalle leggi romane promulgate precedentemente.

Leggi romane (in ordine alfabetico)[modifica | modifica sorgente]

LEX
(Leges e Scita plebis)
ANNO OGGETTO DELLA LEGGE
Lex Acilia Calpurnia 67 a.C. Prevede l' esclusione permanente dalla carica in caso di corruzione elettorale
Lex Acilia de intercalando 191 a.C. Adattamento del calendario
Lex Acilia repetundarum 123 a.C. Procedure repetundae per i giurati provenienti dalla classe senatoriale per prevenire la corruzione
Lex Aebutia de formulis circa 150 a.C. Autorizzata discrezione del pretore ad entrare nella corte del praetor urbanus, che poteva riadattare le leggi private di Roma
Lex Aebutia de magistratibus extraordinariis 154 a.C. Legge contro gli accordi tra i magistrati
Lex Aelia et Lex Fufia circa 150 a.C. Due leggi che regolavano gli auspici
Lex Aelia Sentia 4 d.C. Legge contro la liberazione di schiavi
Lex Aemilia ? Distribuzione di liberti
Lex Antonia de Termessibus ? Alleanza con Termessos, città della Pisidia
Leges Antoniae 44 a.C. Provvedimento di Marco Antonio contro la dittatura
Lex Appuleia 103 a.C. e 100 a.C. Provvedimento di Lucio Appuleio Saturnino che istituisce la quaestio perpetua de maiestatis
Lex Aquilia forse 286 a.C. Regola il risarcimento di danni a proprietà
Lex Aternia Tarpeia 454 a.C. Estende la provocatio contro le multe superiori a 3.020 assi
Lex Atinia 149 a.C. Tribuni della plebe automaticamente promossi al Senato
Lex Aufeia 124 a.C. Composizione dei territori asiatici
Lex Aurelia de tribunicia potestate 75 a.C.
Lex Aurelia iudiciaria 70 a.C. Composizione del collegio giudicante la quaestio perpetua de repetundis
Lex Baebia ? Numero di pretori
Lex Calpurnia 149 a.C. Competenza dei giudizi di malversazione a carico dei governatori provinciali affidata ad un tribunale permanente (presieduto dal praetor peregrinus).
Lex Canuleia de conubio 445 a.C. Permetteva a patrizi e plebei di sposarsi tra loro
Lex Cassia 137 a.C. Introduzione del voto segreto
Lex Claudia 218 a.C. Proibisce ai senatori di praticare il commercio
Lex Clodia de iure et tempore legum rogandarum 58 a.C. Liberava l'attività dei comizi da tutti i limiti derivanti dagli "auspici"
Lex Clodia de capite civis Romani 58 a.C. Prevedeva l'esilio per chi avesse condannato un cittadino romano senza aver concesso la Provocatio ad popolum cioè senza accordargli la possibilità di appello al popolo
Lex citationis 426 d.C. Emanata da Valentiniano III. Si stabiliva che avessero valore vincolante in giudizio esclusivamente i pareri espressi dai giuristi Papiniano, Paolo, Gaio, Ulpiano e Modestino (Se tutti erano d'accordo, il parere risultava essere direttamente vincolante. Altrimenti prevaleva l'opinione della maggioranza. Se non prevaleva nessun gruppo, si seguiva quanto affermato da Papiniano)
Lex Cornelia Annalis 81 a.C. Sanzione alle azioni passate di Silla; rafforzamento del Senato - I pretori venivano obbligati ad esercitare la loro giurisdizione concordemente agli editti emanati in precedenza.
Lex Cornelia de iniuriis 81 a.C. Fu una legge del dittatore Silla, rogata e poi approvata insieme con le altre leggi criminali, che andava ad istituire la quæstio in materia di crimen iniuriæ, uno dei delitti in origine privato e successivamente, nel periodo del Principato, attratti nella sfera pubblicistica.
Lex Cornelia de provinciis ordinandis 81 a.C. Fu una legge emanata dal dittatore Silla in materia di prorogàtio impèrii, istituto tipico dell’età repubblicana consistente nell’attribuire a magistrati decaduti dalla carica il compito di portare comunque a termine campagne belliche in corso o di proseguire nell’amministrazione delle province conquistate.
Lex Cornelia Sullæ de sicariis et veneficis 81 a.C. Crea la quaestio perpetua sull'omicidio. Regolamentazione delle pene per omicidio e proibizione dello ius vitae ac necis esercitato dai padroni sugli schiavi.
Lex Domitia de sacerdotiis 104 a.C. Stabiliva l'elezione del pontifex maximus
Lex Falcidia 40 a.C.
Lex Fufia circa 150 a.C.
Lex Fufia Caninia 2 a.C. Limitazione nel liberare gli schiavi.
Lex Gabinia? 139 a.C. Introduzione del voto segreto nell'elezione del magistrato di ufficio
Lex Gabinia 67 a.C. Gneo Pompeo Magno possiede speciali poteri nel Mediterraneo per sconfiggere i pirati
Lex Genucia 343 a.C. Uno dei due consoli deve essere un plebeo
Lex Gellia Cornelia 72 a.C. I consoli dell'anno autorizzano Gneo Pompeo Magno a conferire la cittadinanza romana a coloro che egli reputa degni
Lex Hieronica 240 a.C. Tassazione in Sicilia
Lex Hortensia 287 a.C. Equipara le Leges ai Plebisciti
Lex Hortensia de nundinis 287 a.C. Stabilisce che le nundinae (giorni di mercato, in cui le popolazioni rurali confluivano a Roma) devono essere dies fasti
Lex Hostilia probabile 170 a.C. Per la protezione del patrimonio di una persona prigioniera del nemico o in missione per lo stato per cause militari o civili
Lex Hadriana (?) 117-138 Legge di Adriano che permette agli affittuari permanenti di lavorare sul territorio occupato; è un'estensione della Lex Marciana
Lex Icilia 454 a.C. Concessione di terre ai plebei. Dichiarava ager publicus l'Aventino
Lex Julia de civitate 90 a.C. Redatta dal console L. Cesare, offre la cittadinanza a tutte le popolazioni italiche che non hanno mosso guerra contro Roma durante le guerre italiche
Lex Iulia de Adulteriis Coercendis 18 a.C. L'infedeltà viene punita anche pubblicamente, con possibile ammenda. Istituisce la quaestio perpetua de adulteriis
Lex Iulia de collegiis ? Riguardo alla disciplina dei collegia in età Augustea
Lex Iulia de Maritandis Ordinibus 18 a.C. Proibisce di ricevere eredità e di partecipare ai giochi pubblici a coloro che non si vogliono sposare, comprese le giovani vedove.
Leges Iuliae 18 a.C.-9 a.C. Riguardo al matrimonio, adulterio e rispetto del mos maiorum (costumi degli antenati)
Lex Iulia de repetundis 59 a.C. Riguardo all'estorsione nelle province
lex Iulia iudiciorum privatorum 17 a.C. Vieta il processo per Legis actio e da valore solo al processo per formula
Lex Iulia iudiciorum publicorum 17 a.C. Riordina la procedura delle quaestiones perpetuae
Lex Iulia Municipalis 45 a.C. Regolava i municipi dell'Italia romana
Lex Iunia Norbana circa 19 a.C. Riguardo allo status dei liberti
Lex Laetoria ? Punisce chi froda minori di 25 anni
Leges Liciniae Sextiae 367 a.C. In realtà non sono delle leges, ma un compromesso con il quale i plebei ottengono il consolato
Lex Licinia Pompeia 55 a.C. Gneo Pompeo Magno e Crasso prolungano il proconsolato di Gaio Giulio Cesare in Gallia per altri cinque anni
Lex Marciana durante la dinastia dei Flavi
Lex Manilia 66 a.C. Azione di Pompeo contro Mitridate VI del Ponto
Lex Maenia dopo il 293 a.C.
Lex de Maiestate (?)
Lex Menenia Sextia 452 a.C.
Lex Ogulnia 300 a.C. Il sacerdozio è aperto ai plebei
Lex Oppia 215 a.C. Limita l'ornamento delle donne
Lex Ovinia 318 a.C. Permette agli ex-magistrati di diventare senatori
Lex Papiria de dedicationibus circa 304 a.C.
Lex Papiria Julia 430 a.C.
Les Papia de Peregrinis 65 a.C. Deporta stranieri da Roma
Lex Papia Poppaea 9 d.C. Riguardo al matrimonio
Lex Pedia de interfectoribus Caesaris 43 a.C. Punizione dei cesaricidi.
Lex Petronia (?) ? Riguardo alla schiavitù.
Lex Porcia (I) 199 a.C. Estende la provocatio ad populum oltre i 1.000 passi da Roma.
Lex Porcia (II) 195 a.C. M. Porcio Catone proibiva la tortura di cittadini senza un'accusa.
Lex Porcia (III) 184 a.C. Sanziona con la pena capitis il magistrato che non rispetta le norme sulla provocatio.
Lex Plautia Papiria 89 a.C. Garantiva la cittadinanza agli alleati romani.
Lex Plautia Judiciaria (?) ? I giudici possono provenire anche da altre classi, non solo dagli Equites.
Lex Poetelia 313 a.C. Riguardo ai debiti e la schiavitù.
Lex Poetelia-Papiria 326 a.C. Abolizione della schiavitù per debiti.
Lex Pompeia 89 a.C. Riguardo ai diritti di cittadinanza in Gallia.
Lex de Permutatione Provinciae 44 a.C. Autorizza Cesare a trasferire le legioni dalla Macedonia alle nuove province (Gallia Cisalpina e Transalpina), attribuite a Marco Antonio per cinque anni al posto della Macedonia.
Lex Plautia de Reditu Lepidanorum 70 a.C. Concede il perdono a quelli che si erano dissociati da Lepido.
Leges provinciae 146 a.C. Riguardano l'amministrazione delle nuove province.
Lex Publilia Voleronis 471 a.C. Istituzione dell'elezione dei tribuni della plebe da parte dei comizi tributi.
Lex Publilia Philonis De Plebiscitis 339 a.C. Si stabilisce che un plebiscito può avere valore di legge, qualora il Senato abbia concesso la propria preventiva auctoritas.
Lex Quinctia 9 a.C. Regolamentazione degli acquedotti.
Lex Rubria 122 a.C. Autorizza la costruzione di una colonia sulle rovine di Cartagine.
Lex Rupilia 132 a.C. Riforma amministrativa e giudiziaria della provincia Sicilia al termine della seconda guerra servile.
Lex Roscia 49 a.C. Cesare propose i totali diritti romani ai cittadini della Gallia.
Lex Romana Burgundionum ? Raccolta ufficiale di Leges romane emanate dal re dei Burgundi.
Lex Romana Visigothorum 506 d.C. Raccolta ufficiale di Leges romane emanate dal re dei Visigoti, Alarico.
Lex Sacrata 494 a.C.
Lex Scantinia circa 149 a.C. Colpiva i rapporti omosessuali con persone di condizione libera.
Leges Semproniae Agrariae 133 a.C. Redistribuzione dei terreni.
Lex Sempronia de abactis ? Privava i magistrati vittime di abrogatio magistratus dello ius honorum, la possibilità di essere eletti nuovamente.
Lex Servilia Caepio 106 a.C.
Lex Servilia Glaucia 100 a.C.? Riforma la quaestio de repetundis permettendo l'accesso agli equites nelle giurie.
Leges Semproniae agrariae 133 a.C. Leggi redatte da Tiberio Gracco per ridistribuire le terre ai poveri; abrogate dopo il suo assassinio.
Lex Titia 43 a.C. Attribuiva ad Ottaviano, Marco Antonio e a Lepido pieni poteri per sconfiggere gli uccisori di Giulio Cesare; legalizza il secondo triumvirato.
Lex Terentilia proposta 454-452 a.C. Mai approvata: proponeva un comitato per definire i limiti del potere dei consoli.
Lex Terentia Cassia 73 a.C. Salvaguardia la scorta di grano.
Lex Trebonia 55 a.C. Organizzazione delle province.
Lex Tullia 63 a.C. Promossa da Cicerone; riguardo alle frodi nelle elezioni.
Lex Valeria forse nel 509 a.C. e 449 a.C. o 300 a.C. Definisce la possibilità di appellarsi, per ogni cittadino romano, contro una sentenza capitale.
Lex Valeria Cornelia 5 d.C. Riguardo alla votazione nei Comizi centuriati.
Lex Valeria Horatia de provocatione 449 a.C. Vieta l'istituzione di una magistratura esente da provocatio ad populum.
Lex Valeria Horatia de plebiscitis 449 a.C. Legittima l'elezione dei Tribuni della plebe nei Concilia plebis.
Lex Valeria Horatia de tribunicia potestate 449 a.C. Concede l'inviolabilità ai tribuni della plebe.
Leges Valeria Publicola 449 a.C.
Lex Vatinia 59 a.C. Attribuiva a Giulio Cesare il comando della Gallia Cisalpina per cinque anni.
Lex Villia annalis 180 a.C. Stabilisce un'età minima alle cariche del cursus honorum e un intervallo di tempo di due anni da una carica all'altra.
Lex Voconia 169 a.C.

Denominazioni generali[modifica | modifica sorgente]

Senatus consulta[modifica | modifica sorgente]

Leggi romane (in ordine di data)[modifica | modifica sorgente]

ANNO LEX AUTORE CONTENUTO E CONSEGUENZE
509 a.C. Lex Iunia Lucio Giunio Bruto Cacciata di Tarquinio il Superbo e condanna dei Tarquini all'esilio.
509 a.C. Leges Valeriae Publicolae Publius Valerius Publicola Diritto d'appello davanti al popolo per una sentenza di un magistrato romano.
494 a.C. Lex Sacrata Creazione del tribunato della plebe a seguito della prima secessione della plebe.
486 a.C. Lex Cassia agraria (progetto respinto) Spurio Cassio Vecellino Distribuzione delle terre ai plebei e agli alleati latini.
471 a.C. Lex Publilia Voleronis Publilio Volero Istituzione dell'elezione dei tribuni della plebe da parte dei comizi tributi.
462-454 a.C. Lex Terentilia (progetto sostituito) Gaius Terentilius Harsa Diminuzione dei poteri ai consoli, Creazione dei Decemviri.
456 a.C. Lex Icilia de Aventino publicando Lucio Icilio Assegnazione ai plebei in proprietà privata di terreni pubblici sull'Aventino
456/54 Leges Iciliae Lucius Icilius Diritto di parola dei Tribuni della plebe in Senato.
451-449 a.C. Leggi delle XII tavole Decemviri Legibus Scribundis Consulari Imperio (450 a.C.)
Decemviri Legibus Scribundis Consulari Imperio (451 a.C.)
Redazione di codici giuridici in materia civile e penale.
449 a.C. Leges Valeriae Horatiae
e/o Lex Duillia
Lucio Valerio Potito
Marco Orazio Barbato
Definizione del ruolo dei tribuni della plebe,
i plebiscitis votati dai comizi tributi con la ratifica del senato.
448 a.C. Lex Trebonia Lucio Trebonio Aspro Obbligo di proseguire nell'elezione dei tribuni fino a che non sono tutti eletti.
445 a.C. Lex Canuleia Gaio Canuleio Soppressione del divieto di matrimonio tra patrizi e plebei.
434 a.C. Lex Aemilia Marco Emilim Mamercino Accorciamento della durata del mandato del censore a 18 mesi rispetto ai 5 anni (lustro)
432 a.C. Lex Pinaria Furia Postumia Collegio dei Tribuni della plebe Divieti per i candidati.
367 a.C. Leggi Licinie-Sestie Gaio Licinio Stolone
Lucio Sesto Laterano
Soppressione del tribunato militare con potere consolare, ristabilimento del console di cui un membro deve essere plebeo,
limitazione dell'occupazione dell''ager publicus
358 a.C. Lex Poetelia Gaio Petelio Proibiva ai candidati di fare propaganda nei giorni di mercato o di frequentare i luoghi dove la gente si riuniva: vedi Tite-Live, Histoire romaine, Livre VII, 15 (12-13)
357 a.C. Lex Duilia Menenia Marco Duilio e Lucio Menenio Limite agli interessi Tite-Live, Histoire romaine, Livre VII, 16 (1)
Lex Manlia de vicensima manumissione Cneo Manlio Capitolino Imposta del 5% per l'affrancazione degli schiavi.
339 a.C. Leges Publiliae Philonis Quinto Publilio Filone Uno dei due censori deve essere plebeo plebiscitos.
326 a.C. Lex Poetelia-Papiria abolizione della servitù per debiti
313 a.C. Lex Ovinia apertura progressiva del Senato ai plebei.
300 a.C. Lex Ogulnia permette l'accesso dei plebei ai collegi dei pontefici e degli auguri.
287 a.C. Lex Hortensia Favorisce i plebei che si trasferiscono in città.
218 a.C. Lex Claudia plebiscito che proibisce ai senatori e ai loro figli di possedere navigli di più di 300 anfore (80 hl), proibendo loro il grande commercio.
204 a.C. Lex Cincia proibizione di patrocinare una causa per danaro o per regali.
195 a.C. Leges Porciae In numero di tre, citate da Cicerone[1].
181 a.C. Lex Cornelia Baebia contro la venalità del corpo elettorale.
180 a.C. Lex Villia Annalis definizione delle regole d'accesso al cursus honorum
173 a.C. Il Tribuno_della_plebe Marcus Lucretius promulga una legge che obbliga i censori a dare in locazione il territorio campano.
159 a.C. Lex Cornelia Fulvia contro la venalità del corpo elettorale.
154 a.C. Leges Aelia Fufia che danno ai consoli il diritto di obnuntiatio, che dà loro la possibilità, con un impiego abile degli auspici, di esercitare un veto di fronte ai tribuni della plebe.
151 a.C. Divieto di rielezione dei consoli.
149 a.C. Il tribuno della plebe Lucio Calpurnio Pisone Frugi fa approvare l'introduzione le quaestiones perpetuae per giudicare i crimini d'estorsione nelle province (de pecuniis repetundis).
149 a.C. Lex Calpurnia introdusse la parità tra i cavalieri e i senatori davanti ai tribunali.
139 a.C. Lex Gabinia tabellaria instaura il voto segreto nei comizi.
137 a.C. Lex Cassia tabellaria proposta da Lucio Cassio Longino Ravilla Stabilisce il voto segreto ai comizi giudiziari salvo il caso di perduellio.
133 a.C. Lex Sempronia frumentaria proposta da Tiberio Gracco Concessione di una distribuzione di grano a prezzo ridotto.
131 a.C. Lex Papiria proposta dal graccano Papirio Carbone Stabilisce il voto segreto durante comizi legislativi
123 a.C. Legge frumentaria.
123 a.C. Lex Rubria Creò due nuove colonie in Italia ed una sul territorio di Cartagine, dichiarato "maledetto" dopo la terza guerra punica.
107 a.C. Lex Coellia legge che introduce il voto segreto in caso di tradimento.
103 a.C. Legge agraria di Saturnino concernante distribuzione di terre ai veterani.
102 a.C. Lex Appuleia de majestate questa legge, proposta da Lucius Appuleius Saturninus, prevedeva la pena di morte per chiunque ledesse la maestà del popolo romano.
95 a.C. Lex Licinia Mucia Ordinava l'espulsione dalla città di Roma ed il rimpatrio nelle loro città natie dei gruppi etnici Latini e Italici, comminando pene severe per chi, con frode, si iscriveva all'anagrafe come cittadino romano.
91 a.C. Lex Varia Puniva tutti coloro che avevano assistito e consigliato i responsabili delle violenze durante la Guerra sociale.
90 a.C. Lex Calpurnia Autorizza i comandanti romani a concedere la cittadinanza agli alleati che combattevano con loro durante la Guerra sociale.
90 a.C. Lex Iulia de civitate legge accordante agli alleati la cittadinanza romana.
89 a.C. Lex Plautia Papiria Estensione della cittadinanza alle città della Gallia cisalpina durante la guerra sociale.
89 a.C. Lex Pompeia Concessione della cittadinanza romana ad alcune città della Gallia Cisalpina.
82 a.C. Lex Valeria Affida poteri di Dittatore a Silla.
82 a.C. Lex Cornelia Silla Impone la confisca dei beni e la condanna di tutti quelli che avevano combattuto contro di lui a Brindisi nell'83 a.C., ovvero condanna tutti i nemici dello stato.
75 a.C. Lex Aurelia abrogò le restrizioni alla carriera dei tribuni della plebe, concedendo a loro il diritto ad aspirare a qualsiasi magistratura superiore seguendo il normale cursus honorum.
67 a.C. Lex Calpurnia puniva il crimine di brogli elettorali, aggiungendo alla pena pecuniaria anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e dal seggio senatorio.
67 a.C. Lex Roscia Lucio Roscio Fabato Emanata dal tribuno Roscio Fabato: I Cavalieri Romani hanno dei posti separati dal resto del popolo nei Teatri.
67 a.C. Lex Gabinia Conferì un imperium proconsulare di 3 anni sul Mar Mediterraneo e le sue coste (fino a 50 miglia nell'entroterra) a Gneo Pompeo Magno per combattere i pirati.
66 a.C. Lex Manilia concesse a Gneo Pompeo Magno il comando supremo (l'imperium maius) in tutte le province d'Oriente.
59 a.C. Lex Julia Gaio Giulio Cesare Proposta da Cesare, per concedere ai veterani di Pompeo una colonia a Capua.
58 a.C. Lex Clodia Publio Clodio Pulcro Autorizza le associazioni di artigiani.
58 a.C. Lex Clodia de capite civis Romani Publio Clodio Pulcro Sulla messa a morte del cittadino romano senza rispettare la provocatio ad populum.
55 a.C. Lex Licinia Pompeia Accordò un prolungamento di 5 anni dell'imperium di Caio Giulio Cesare nelle Gallie.
52 a.C. Lex Pompeia Modificò la disciplina del reato di brogli elettorali, ordinando l'esilio per i casi più gravi.
49 a.C. Lex Roscia Estese la cittadinanza romana agli abitanti della Gallia Cisalpina.
44 a.C. Lex Antonia abrogazione della Dittatura.
43 Lex Pedia Punizione dei Cesaricidi con l'esilio.
43 Lex Titia Concessione di poteri eccezionali al secondo triumvirato.
40 a.C. Lex Falcidia
18 a.C. Lex Iulia de adulteriis coercendis Su matrimonio e adulterio.
4 d.C. Lex Aelia Sentia Regola l'atto privato di liberazione degli schiavi.
6 Lex Aerarium Militare Per la messa in carico allo stato dei veterani di guerra.
9 Lex Papia Poppaea Contro il celibato.
9 Lex Quinctia Per la regolamentazione degli acquedotti.
24 Lex Visellia Libera i discendenti degli affrancati dalla macule servile.
69 Lex de Imperio Epura e rinnova il senato.
326 Costantino I Divieto del patto commissorio.
331 Legge contro il divorzio presa da Costantino I.
334 Costantino I Legge del 17 giugno di Costantino I sulla tutela delle vedove e degli orfani.
336 Legge del 29 aprile penalizzante il...
426 Legge delle citazioni Teodosio II e Valentiniano III
529 Codice Giustinianeo o
Corpus iuris civilis
Giustiniano I La più grande codificazione del diritto romano antico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Leges Porciae de tergo civium ( Trad. française )