Lista dei cardinali nipoti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Cardinal nipote.

Ippolito de' Medici, cardinal nipote di papa Clemente VII e figlio illegittimo di Giuliano di Lorenzo de' Medici

Un cardinal nipote (in latino cardinalis nepos) è un cardinale creato da un papa che sia suo zio o, più in generale, un suo parente. L'usanza di creare cardinali nipoti ebbe origine nel medioevo, ma raggiunse la massima diffusione durante i secoli XVI-XVII[1].

Note sui simboli[modifica | modifica sorgente]

Poiché, per il periodo antecedente al XIII secolo, affermazioni relative ai legami di parentela fra papi e cardinali sono molto spesso non coeve ai personaggi in questione ma molto più tarde, non sono sempre ritenute attendibili dagli storici. Pertanto, si sono usati i seguenti simboli:

  • No-Stemma.png, quando il legame di parentela è dubbio;
  • Berretta cardinalizia.png, quando la promozione al cardinalato è dubbia.

Coloro che hanno occupato l'ufficio curiale di cardinal nipote nel periodo 15661692 sono contrassegnati con il simbolo †.

XI secolo[modifica | modifica sorgente]

Papa Benedetto VIII elevò suo cugino, suo fratello e suo nipote al cardinalato.
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Benedetto VIII
(1012–1024)
Lotario (o Loctarius) seniore circa 1015 Cugino [2]
Giovanni Sconosciuta Fratello Futuro papa Giovanni XIX[2]
Teofilatto Sconosciuta Nipote[3] Futuro papa Benedetto IX[2]
Benedetto IX
(1032–1044, 1045, 1047–1048)
Giovanni Prima dell'aprile 1044 Nipote [4]
Alessandro II
(1061–1073)
S. Anselmo da Lucca Berretta cardinalizia.png Circa 1062 Fratello o nipote [2][5]
Urbano II
(1088–1099)
Odon de Châtillon Circa 1095 Nipote [2][6]

XII secolo[modifica | modifica sorgente]

Papa Innocenzo III fu il primo a creare quattro cardinali nipoti.
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Callisto II
(1119–1124)
Etienne de Bar Berretta cardinalizia.png 1120 Nipote [7][8]
Innocenzo II
(1130–1143)
Gregorio Papareschi 1134/1137 No-Stemma.png Nipote [7][9]
Pietro Papareschi 17 settembre 1143 No-Stemma.png Fratello [7][10]
Lucio II
(1144–1145)
Ubaldo 19 maggio 1144 No-Stemma.png Cugino o nipote [7][11]
S. Guarino da Palestrina 22 dicembre 1144 Parente [12][13]
Adriano IV
(1154–1159)
Boso Breakspeare 21 dicembre 1156 No-Stemma.png Nipote [14][15]
Lucio III
(1181–1185)
Uberto Allucingoli Berretta cardinalizia.png Circa 1182 Nipote [7][16]
Gerardo 18 dicembre 1182 No-Stemma.png Nipote [17]
Clemente III
(1187–1191)
Lotario dei Conti di Segni 22 settembre 1190 No-Stemma.png Sconosciuto Futuro papa Innocenzo III[18][19]
Niccolò Scolari Nipote [20][21]
Celestino III
(1191–1198)
Bobo 20 febbraio 1193 Parente [22][23]
Giovanni di San Paolo No-Stemma.png Nipote [22][24]
Innocenzo III
(1198–1216)
Ugolino dei Conti di Segni 19 dicembre 1198 Cugino Futuro papa Gregorio IX[25]
Giovanni dei Conti di Segni 3 giugno 1200[26] Cugino [25]
Ottaviano dei Conti di Segni 27 maggio 1206[26] Cugino [25]
Stefano Conti 5 marzo 1216[26] Sconosciuto [27]

XIII secolo[modifica | modifica sorgente]

Portrait of papa Alessandro IV
Papa Alessandro IV, cardinal nipote di Gregorio IX, a sua volta cardinal nipote di Innocenzo III, a sua volta cardinal nipote di Clemente III
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Gregorio IX
(1227–1241)
Rinaldo Conti 18 settembre 1227 Sconosciuto Futuro papa Alessandro IV[25][28][29]
Niccolò dei Conti di Segni Berretta cardinalizia.png Dicembre 1228 Nipote [30][31]
Riccardo Annibaldi 1237 Nipote [32]
Innocenzo IV
(1243–1254)
Guglielmo Fieschi 28 maggio 1244 Nipote [25][28]
Ottobono Fieschi Dicembre 1251 Nipote Futuro papa Adriano V[25][28]
Urbano IV
(1261–1264)
Anchero Pantaleone 22 maggio 1262 Nipote [25]
Gregorio X
(1271–1276)
Vicedomino Vicedomini 3 giugno 1273 Nipote o Cugino Futuro papa-eletto, morì prima della proclamazione[25][33]
Giovanni Visconti (esistono molti dubbi - v.note) Berretta cardinalizia.png 1275 (?) Sconosciuto [34][35]
Niccolò III
(1277–1280)
Latino Malabranca Orsini 12 marzo 1278 Nipote [25]
Giordano Orsini Fratello [25][36]
Onorio IV
(1285–1287)
Giovanni Boccamazza 22 dicembre 1285 Parente [25]
Niccolò IV
(1288–1292)
Pietro Colonna 16 maggio 1288 No-Stemma.png Parente [37][38]
Bonifacio VIII
(1294–1303)
Benedetto II Caetani Tra il 23 gennaio e il 13 maggio 1295 Nipote [25][39]
Giacomo Tomasi Caetani (Iacopo Tommasi) 17 dicembre 1295 Sconosciuto [25][39]
Francesco Caetani Sconosciuto [25][39]
Leonardo Patrasso 2 marzo 1300 Zio [25]

XIV secolo[modifica | modifica sorgente]

Il papato di Avignone (1309-1377) vide un grande aumento del numero di cardinali nipoti
Papa Clemente V, il primo papa di Avignone, creò nello stesso giorno ben cinque cardinali nipoti.
Portrait of papa Clemente VI
Papa Clemente VI creò più cardinali nipoti di qualsiasi altro pontefice.
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Clemente V
(1305–1314)
Berenger Fredoli 15 dicembre 1305 Nipote, figlio di Guillaume de Frédol [40]
Arnaud Frangier de Chanteloup Parente stretto, forse nipote [40]
Arnaud de Pellegrue Parente, forse nipote [40]
Raymond de Got Nipote, figlio di Arnaud Garcie de Got [40]
Guillaume Arrufat Parente, forse nipote [40]
Raymond Guillaume des Forges 19 dicembre 1310 Nipote, figlio di Marquise de Got [40]
Bernard Jarre (o Garve) Parente [40]
Arnaud d'Aux 23 dicembre 1312 Parente [41]
Berenguer Fredol Pronipote [40]
Giovanni XXII
(1316–1334)
Jacques de Via 17 dicembre (o 18) 1316 Nipote, figlio di Marie Duese [40]
Gauscelin Jean d'Euse Nipote, figlio di Marguerite Duese [40]
Bertrand du Pouget Parente, forse nipote [40]
Arnaud de Via 20 giugno 1317 Nipote, figlio di Marie Duese [40]
Raymond Le Roux 19 dicembre (o 20) 1320 Parente stretto, forse nipote [40]
Jacques Fournier 18 dicembre 1327 No-Stemma.png Parente Futuro papa Benedetto XII)[42]
Imbert Dupuis Parente, forse nipote [40]
Benedetto XII
(1334–1342)
Guillaume Court 18 dicembre 1338 Parente per parte di madre [40]
Clemente VI
(1342–1352)
Aymeric de Chalus 20 settembre 1342 Cugino [43]
Hugues Roger Fratello [40][44]
Adhémar Robert Cugino o nipote [40]
Gérard Lagarde (o Domar) Cugino [40]
Bernard de la Tour Nipote [40]
Guillaume de la Jugée (Guillaume II Roger) Nipote, figlio di Guillaumette Rogier [40][44]
Nicolas de Besse 19 maggio 1344 Nipote, figlio di Dauphine Roger [45]
Pierre-Roger de Beaufort 28 maggio (o 29) 1348 Nipote Futuro papa Gregorio XI[40][44][46]
Raymond de Canillac 17 dicembre 1350 Nipote [40]
Guillaume d'Aigrefeuille, seniore Cugino [47]
Pierre du Cros Nipote o cugino [40]
Innocenzo VI
(1352–1362)
Andouin Aubert 15 febbraio 1353 Nipote, figlio di Guy Aubert [40]
Pierre de Salvete Monteruc 23 dicembre 1356 Nipote per parte di madre [40]
Etienne Aubert, iuniore 17 settembre 1361 Pronipote [40]
Urbano V
(1362–1370)
Angelic de Grimoard 18 settembre 1366 Fratello [40]
Pierre d'Estaing 7 giugno 1370 Parente [48]
Gregorio XI
(1370–1378)
Jean de Cros 30 maggio 1371 Nipote o cugino [40]
Jean de La Tour Cognato o nipote [49]
Pierre de la Jugée (o Jugie) 20 dicembre 1375 Cugino [40]
Gui de Maillesec Nipote da parte materna [50]
Gérard du Puy Cugino o nipote [40]
Urbano VI
(1378–1389)
Francesco Moricotti 18 settembre 1378 Nipote [51]
Francesco Renzio 21 dicembre 1381 Parente [52]
Pietro Tomacelli Parente Futuro papa Bonifacio IX[52]
Marino Bulcani 17 dicembre 1384 Parente, nipote del cardinale Francesco Renzio [53]
Bonifacio IX
(1389–1404)
Baldassare Cossa 27 febbraio 1402 Lontano parente Futuro antipapa Giovanni XXIII[54]

XV secolo[modifica | modifica sorgente]

Paolo II, cardinal nipote di Eugenio IV, che era cardinal nipote di Gregorio XII.
Papa Pio II nominò suo nipote Francesco Piccolomini (futuro Pio III) cardinale
Cesare Borgia, cardinal nipote di papa Alessandro VI
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Innocenzo VII
(1404–1406)
Giovanni Migliorati 12 giugno 1405 Nipote [55]
Gregorio XII
(1406–1415)
Antonio Correr 9 maggio 1408 Nipote, figlio di Filippo Correr [55]
Gabriele Condulmer Nipote, figlio di Beriola Correr Futuro papa Eugenio IV[56]
Angelo Barbarigo 19 settembre 1408 Nipote, figlio di Caterina Correr [56]
Martino V
(1417–1431)
Prospero Colonna 24 maggio 1426
In pectore 8 novembre 1430
Nipote, figlio di Lorenzo Onofrio Colonna [55]
Eugenio IV
(1431–1447)
Francesco Condulmer 19 settembre 1431 Nipote [56]
Pietro Barbo 1 luglio 1440 Nipote, figlio di Polissena Condulmer Futuro papa Paolo II[56]
Niccolò V
(1447–1455)
Filippo Calandrini 20 dicembre 1448 Fratellastro [55]
Callisto III
(1455–1458)
Luis Juan del Mila y Borja 20 febbraio 1456
In pectore 17 settembre 1456
Nipote [55]
Rodrigo Borja Nipote Futuro papa Alessandro VI[55]
Pio II
(1458–1464)
Francesco Piccolomini 5 marzo 1460 Nipote Futuro papa Pio III[55]
Niccolò Forteguerri Parente dal lato materno [55]
Giacomo Ammannati Piccolomini 18 dicembre 1461 Adottato [55]
Paolo II
(1464–1471)
Marco Barbo 18 settembre 1467 Sconosciuto [55]
Giovanni Battista Zeno 21 novembre 1468 nipote [55]
Giovanni Michiel nipote [55]
Sisto IV
(1471–1484)
Pietro Riario 16 dicembre 1471 Sconosciuto [55]
Giuliano della Rovere Sconosciuto Futuro papa Giulio II[55]
Girolamo Basso della Rovere 10 dicembre 1477 Sconosciuto [55]
Raffaele Riario Sconosciuto [55]
Cristoforo della Rovere Sconosciuto [55]
Domenico della Rovere 10 febbraio 1478 Sconosciuto [55]
Innocenzo VIII
(1484–1492)
Lorenzo Cybo de Mari 9 marzo 1489 Nipote [55]
Giovanni de' Medici Parente Futuro papa Leone X[57]
Pantaleone Cybo 9 marzo 1489
In pectore
Nipote [58]
Niccolò Cybo Nipote [58]
Alessandro VI
(1492–1503)
Juan de Borja Llançol de Romaní, el mayor 31 agosto 1492 Figlio di un cugino [55]
Cesare Borgia 20 settembre 1493 Figlio Rinunciò il 18 agosto 1498[59]
Giuliano Cesarini Cognato della figlia, Gerolama Borgia [60]
Juan de Borja Llançol de Romaní, el menor 19 febbraio 1496 Pronipote [55]
Amanieu d'Albret 20 marzo 1500 Cognato di Cesare Borgia [61]
Pedro Luis de Borja Llançol de Romaní Pronipote [55]
Francisco de Borja 28 settembre 1500 Parentela dubbia [62]
Juan de Vera Parente [62]
Juan Castellar y de Borja 31 maggio 1503 Cugino di Juan de Borja Llançol de Romaní, el mayor [63]
Francisco Lloris y de Borja Pronipote [63]

XVI secolo[modifica | modifica sorgente]

Papa Leone X con i cugini Giulio de' Medici (a sinistra, futuro papa Clemente VII) e Luigi de' Rossi (a destra), da lui creati cardinali.
Papa Paolo III con il cardinal nipote Alessandro Farnese (a sinistra) e l'altro nipote, Ottavio Farnese
Ranuccio Farnese fu creato cardinale dal nonno Paolo III all'età di 15 anni.
Carlo Borromeo, uno dei pochi cardinali nipoti a essere canonizzato
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Giulio II
(1503–1513)
Clemente Grosso della Rovere 29 novembre 1503 Sconosciuto [64]
Galeotto Franciotti della Rovere Sconosciuto [64]
Marco Vigerio della Rovere 1 dicembre 1505 Lontano parente [64]
Leonardo Grosso della Rovere Cugino [64]
Sisto Gara della Rovere 11 settembre 1507 Sconosciuto [64]
Leone X
(1513–1521)
Giulio de' Medici 23 settembre 1513 Cugino Futuro papa Clemente VII[59]
Innocenzo Cybo Sconosciuto [64]
Luigi de' Rossi 1 luglio 1517 Cugino [65]
Francesco Armellini Pantalassi de' Medici Adottato come figlio [65]
Franciotto Orsini Figlio di Orso Orsini di Monteredondo [65]
Giovanni Salviati Figlio di Lucrezia de' Medici [65]
Niccolò Ridolfi Figlio di Contessina de' Medici [65]
Clemente VII
(1523–1534)
Niccolò Gaddi 3 maggio 1527 Imparentato per mezzo di Caterina de' Medici [66]
Ippolito de' Medici 10 gennaio 1529 Figlio illegittimo di Giuliano de' Medici [67]
Paolo III
(1534–1549)
Alessandro Farnese 18 dicembre 1534 Nipote (figlio del figlio) [59][64]
Guido Ascanio Sforza di Santa Fiora Nipote (figlio della figlia) [64]
Niccolò Caetani 22 dicembre 1536
In pectore 13 marzo 1538
Figlio di un cugino [64]
Tiberio Crispo 19 dicembre 1544 Fratello, da parte di madre, della figlia del papa, Costanza Farnese, forse figlio naturale di Paolo III [68]
Ranuccio Farnese 16 dicembre 1545 Nipote (figlio del figlio) [64]
Giulio Feltre della Rovere 27 luglio 1547 Parente [69]
Giulio III
(1550–1555)
Innocenzo Ciocchi del Monte 30 maggio 1550 Adottato [64]
Cristoforo Guidalotti Ciocchi del Monte 20 novembre 1551 Cugino [64]
Fulvio Giulio della Corgna Nipote da parte di madre [70]
Roberto de Nobili 22 dicembre 1553 Pronipote [64]
Girolamo Simoncelli Pronipote [64]
Paolo IV
(1555–1559)
Carlo Carafa 7 giugno 1555 Sconosciuto [71]
Diomede Carafa 20 dicembre 1555 Parente [64]
Alfonso Carafa 15 marzo 1557 Pronipote [72]
Pio IV
(1559–1565)
Giovanni Antonio Serbelloni 31 gennaio 1560 Cugino di Carlo Borromeo [73]
S. Carlo Borromeo Nipote [64][74]
Mark Sittich von Hohenems (o Marco Sittico Altemps) 26 febbraio 1561 Nipote [64][75]
Alfonso Gesualdo Cognato di Carlo Borromeo [76]
Gianfrancesco Gambara Fratellastro di Carlo Borromeo [76]
Francesco Alciati 12 marzo 1565 Parente [77]
Guido Luca Ferrero Cugino di Carlo Borromeo [77]
Gianfrancesco Commendone Parente [77]
Pio V
(1566–1572)
Michele Bonelli 6 marzo 1566 Pronipote [78]
Girolamo Rusticucci 17 maggio 1570 Parente [79]
Gregorio XIII
(1572–1585)
Filippo Boncompagni 2 giugno 1572 Sconosciuto [80]
Filippo Guastavillani 5 luglio 1574 Sconosciuto [64]
Francesco Sforza di Santa Fiora 12 dicembre 1583 Parente per via della sorella Costanza, moglie del figlio del papa [81]
Sisto V
(1585–1590)
Alessandro Peretti di Montalto 13 marzo 1585 Sconosciuto [64][82]
Gregorio XIV
(1590–1591)
Paolo Emilio Sfondrati 19 dicembre 1590 Sconosciuto [83]
Flaminio Piatti 6 marzo 1591 Parente [84]
Innocenzo IX
(1591)
Giovanni Antonio Facchinetti de Nuce 18 dicembre 1591 Pronipote [64]
Clemente VIII
(1592–1605)
Pietro Aldobrandini 17 settembre 1593 Sconosciuto [85][86]
Cinzio Passeri Aldobrandini Sconosciuto [87]
Silvestro Aldobrandini 17 settembre 1603 Pronipote [64]
Giovanni Battista Deti 3 marzo 1599 Parente [88]
Bonifazio Bevilacqua Aldobrandini Adottato quando era già cardinale il 3 aprile 1601 [88]

XVII secolo[modifica | modifica sorgente]

La tomba di papa Gregorio XV e del suo cardinal nipote Ludovico Ludovisi
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Paolo V
(1605–1621)
Scipione Caffarelli-Borghese 18 luglio 1605 Adottato [89]
Giambattista Leni 24 novembre 1608 Lontano parente [90]
Tiberio Muti 2 dicembre 1615 Sconosciuto [91]
Gregorio XV
(1621–1623)
Ludovico Ludovisi 15 febbraio 1621 Sconosciuto [89]
Francesco Boncompagni 19 aprile 1621 Sconosciuto [89]
Marcantonio Gozzadini 21 luglio 1621 Cugino [89]
Urbano VIII
(1623–1644)
Francesco Barberini 2 ottobre 1623 Sconosciuto [89]
Lorenzo Magalotti 7 ottobre 1624 Cognato [89]
Antonio Marcello Barberini Fratello [89]
Antonio Barberini 30 agosto 1627 Sconosciuto [89]
Francesco Maria Macchiavelli 6 dicembre 1641 Parente [92]
Innocenzo X
(1644–1655)
Camillo Francesco Maria Pamphili 14 novembre 1644 Figlio della cognata del papa, Olimpia Maidalchini Rinunciò il 21 gennaio 1647[89]
Francesco Maidalchini 7 ottobre 1647 Nipote di Olimpia Maidalchini [93]
Camillo Astalli 19 settembre 1650 Cugino di Olimpia Maidalchini Privato del titolo di nipote nel 1653[94]
Alessandro VII
(1655–1667)
Flavio Chigi 9 aprile 1657 Sconosciuto [89]
Antonio Bichi Sconosciuto [95]
Clemente IX
(1667–1669)
Giacomo Rospigliosi 12 dicembre 1667 Sconosciuto [89]
Clemente X
(1670–1676)
Paluzzo Paluzzi Altieri degli Albertoni 24 gennaio 1664
(da papa Alessandro VII)
Adottato quando era già cardinale [96][97][98]
Vincenzo Maria Orsini 22 febbraio 1672 Parente Futuro papa Benedetto XIII[99]
Innocenzo XI
(1676–1689)
Carlo Stefano Anastasio Ciceri 2 settembre 1686 Lontano parente [100]
Alessandro VIII
(1689–1691)
Pietro Ottoboni 7 novembre 1689 Pronipote [101]
Giambattista Rubini 13 febbraio 1690 Nipote [89]

XVIII secolo[modifica | modifica sorgente]

Papa Pio VII, creato cardinale dal suo parente, Pio VI
Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Clemente XI
(1700–1721)
Annibale Albani 23 dicembre 1711 Sconosciuto [102]
Fabio Olivieri 6 maggio 1715 Cugino [103]
Innocenzo XIII
(1721–1724)
Bernardo Maria Conti 16 giugno 1721 Fratello [104]
Clemente XII
(1730–1740)
Neri Maria Corsini 14 agosto 1730 Sconosciuto [105]
Giovanni Antonio Guadagni 24 settembre 1731 Sconosciuto [106]
Clemente XIII
(1758–1769)
Carlo Rezzonico 11 settembre 1758 Sconosciuto [107]
Pio VI
(1775–1799)
Giovanni Carlo Bandi 29 maggio 1775 Zio [105]
Barnaba Chiaramonti 14 febbraio 1785 Parente da parte di madre Futuro papa Pio VII[108]
Romualdo Braschi-Onesti 18 dicembre 1786 Nipote [109]

XIX secolo[modifica | modifica sorgente]

Papa Cardinal nipote Data dell'elevazione Legame di parentela Note
Leone XIII
(1878–1903)
Giuseppe Pecci 12 maggio 1879 Fratello [110]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Matthew Bunson, 1995. "Cardinal Nipote". The papa Encyclopedia. Crown Trade Paperbacks. ISBN 0-517-88256-6.
  2. ^ a b c d e Miranda, S. 1998. "XI Century (999–1099)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  3. ^ Nipote sia di Benedetto VIII sia di Giovanni XIX.
  4. ^ Hüls, p. 138, n. 1.
  5. ^ Molte fonti moderne (Hüls, Ganzer, Klewitz, Robinson) non riportano affatto che sia stato creato cardinale.
  6. ^ La fonte per l'affermazione che Odone fosse nipote di Urbano II è Ferdinando Ughelli (1594–1670), considerato affidabile dal Klewitz, che ha potuto verificare le altre affermazioni dell'autore sul personaggio (cfr. Klewitz, p. 115, n. 4, e pp. 159–160). La data della sua promozione è riferita da Hüls, che però non menziona legami di parentela col papa (cfr. Hüls, pp. 103-104).
  7. ^ a b c d e Miranda, S. 1998. "XII Century (1099–1198)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  8. ^ Etienne de Bar, nipote di Callisto II e vescovo di Metz (1120–1163), è comunemente identificato come il cardinale Stefano di S. Maria in Cosmedin, che sottoscrive i privilegi papali tra il 1120 e il 1128, ma Ganzer non crede che de Bar fosse cardinale (cfr. Ganzer, pp. 79–80). Anche Hüls rifiuta questa identificazione e afferma che il cardinale Stefano di S. Maria in Cosmedin era probabilmente il fratello del cardinale Giovanni da Crema (cfr. Hüls, pp. 232–233).
  9. ^ Brixius e Zenker non dicono nulla sulle sue origini, né su un suo legame di parentela con Innocenzo II (cfr. Brixius, p. 42, Zenker, p. 49).
  10. ^ La sua parentela con Innocenzo II non è attestata dalle fonti coeve e non si sa nulla sulla sua vita eccetto il nome di battesimo (Petrus) e il titolo cardinalizio (vescovo di Albano) (cfr. Brixius, pp. 45, 93, Zenker, p. 49).
  11. ^ Altre fonti negano che fosse parente di Lucio II (cfr. Brixius, p. 103, Maleczek, p. 248, n. 283).
  12. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of December 1144". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  13. ^ Gli storici sono in generale concordi nell'affermare che fosse parente di Lucio II (cfr. Brixius, p. 51; Zenker, pp. 41, 218; Robinson, p. 51), con l'eccezione di Maleczek, che afferma che non ve ne è traccia nelle fonti contemporanee (cfr. Maleczek, p. 248, n. 283).
  14. ^ Voce "Boso (Breakspear)" nella Catholic Encyclopedia (1913).
  15. ^ Zenker, pp. 149–150; Robinson, pp. 254–255; c.f. Brixius, pp. 113–114.
  16. ^ Molti storici dubitano della sua promozione al cardinalato, suggerendo che viene confuso con il cardinale Uberto Crivelli, futuro papa Urbano III, visto che a entrambi viene assegnato il titolo di S. Lorenzo in Damaso (cfr. Miranda, S. 1998. "Title of S. Lorenzo in Damaso (nota 6)". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009. Cfr. anche Ganzer, p. 174). Cardella (cfr. L. Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa, Roma 1792, I, pt. 2, pp. 142–143) afferma che fu cardinale, ma solleva l'ipotesi di una confusione con Uberto Crivelli.
  17. ^ Sia Maleczek (p. 78) sia Miranda (cfr. Miranda, S. 1998. Consistory of 1182. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009) affermano che, sebbene molti storici lo considerino parente di Lucio III, il legame non è dimostrato.
  18. ^ Voce "Pope Innocent III" nella Catholic Encyclopedia (1913).
  19. ^ La tradizione che vuole Innocenzo III nipote di Clemente III può essersi originata da una confusione fra nomi (cfr. Michele Maccarrone, Innocenzo III prima del pontificato, Archivo della R. Deputazione romana di Storia patria, 1943, p. 66; H. Tillmann, Ricerche sull'origine dei membri del collegio cardinalizio nel XII secolo, II/2. Identificazione dei cardinali del secolo XII di provenienza Romana, Rivista di Storia della Chiesa in Italia, 1975, p. 371). Maleczek non fa menzione di alcun legame di parentela (pp. 101–104).
  20. ^ Maleczek, pp. 97–98.
  21. ^ Nella storiografia più datata, viene presentato come Nicolò Bobone, nipote di Celestino III, creato cardinale da questo papa nel 1191 (cfr. L. Cardella, Memorie storiche de' cardinali della Santa Romana Chiesa, Roma 1792, I, pt. 2, p. 189; Miranda, S. 1998. Consistory of 1191. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009), ma Maleczek sostiene che fosse nipote di Clemente III e membro della famiglia Scolari.
  22. ^ a b Miranda, S. 1998. “Consistory of 1193”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  23. ^ Maleczek, p. 111.
  24. ^ Maleczek sostiene che la teoria secondo cui Giovanni di San Paolo fosse nipote di Celestino III è basata sull'identificazione molto dubbia del futuro cardinale con il suddiacono papale che fu legato in Francia nel 1191 circa ed è descritto come nipote di Celestino III; pertanto, lo status di Giovanni di San Paolo quale cardinal nipote rimane dubbio (p. 114).
  25. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Miranda, S. 1998. "XIII Century (1198–1303)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  26. ^ a b c Maleczek, pp. 289–290.
  27. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 1216 (X)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  28. ^ a b c George L. Williams, 2004. Papal Genealogy: The Families and Descendants of the Popes. McFarland & Company. ISBN 0-7864-2071-5. p. 32.
  29. ^ Ricerche genealogiche più recenti hanno gettato qualche dubbio sulla tradizione che lo identifica come nipote di Gregorio IX (cfr. Paravicini Bagliani, pp. 47–48). Maleczek si limita ad affermare che fosse "probabilmente" un parente di Gregorio IX (cfr. Maleczek, p. 132, n. 43).
  30. ^ Eubel, Vol. I, pp. 6 and 43; Miranda, S. 1998. “Consistory of December 1228”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  31. ^ Miranda aggiunge che la promozione al cardinalato è dubbia. Paravicini Bagliani la nega (cfr. Paravicini Bagliani, pp. 98, 531–532).
  32. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 1237”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  33. ^ Levillain, 2002, p. 657.
  34. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 1275”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  35. ^ Miranda aggiunge che la sua promozione al cardinalato è dubbia. Eubel nega esplicitamente che sia mai stato cardinale (cfr. Eubel, Vol. I, p. 9).
  36. ^ Williams, 2004, p. 37.
  37. ^ DeCormenin, Louis Marie, de Lahaye, vicomte de Louis-Marie. 1857. A Complete History of the Popes of Rome (PDF).
  38. ^ Gihon (cfr. James L. Gihon. p. 25. Eubel, vol. I, p. 11) e Miranda (cfr. Miranda, S. 1998. "Masci". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009; Miranda, S. 1998. "Colonna". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009) non fanno menzione di questo legame.
  39. ^ a b c Williams, 2004, p. 38.
  40. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad Miranda, S. 1998. "XIV Century (1303–1404)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  41. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 23 December 1312 (III)". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  42. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 18 December 1327 (IV)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.; e G. Moroni Dizionario di erudizione storico-ecclesiastica da S. Pietro sino ai nostri giorni, vol. V, p. 5.
  43. ^ Miranda, S. “Consistory of 20 September 1342”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  44. ^ a b c Williams, 2004, p. 42.
  45. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 19 May 1344”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  46. ^ Biraben, Jean-Noël. Ed. Levillain, Philippe. 2002. "Plague." The Papacy: An Encyclopedia. Routledge. ISBN 0-415-92228-3. p. 1222.
  47. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 17 December 1350”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  48. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 7 June 1370”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  49. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 30 May 1371”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  50. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 20 December 1375”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  51. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 18 September 1378". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  52. ^ a b Miranda, S. 1998. "Consistory of 21 December 1381". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  53. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 17 December 1384”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  54. ^ BBKL: Gegenpapst Johannes XXIII
  55. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v Miranda, S. 1998. "XV Century (1404–1503)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  56. ^ a b c d Williams, 2004, p. 47.
  57. ^ Williams, 2004, p. 71.
  58. ^ a b Thomson, 1980, pp. 62–64.
  59. ^ a b c Hsia, Ronnie Po-chia. 2005. The World of Catholic Renewal, 1540–1770. Cambridge University Press. ISBN 0-521-84154-2. p. 102.
  60. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 20 September 1493 (II)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  61. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 20 March 1500 (VIII)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  62. ^ a b Miranda, S. 1998 "Consistory of 28 September 1500 (IX)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  63. ^ a b Miranda, S. 1998. "Consistory of 31 May 1503 (IX)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  64. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u Miranda, S. 1998. "XVI Century (1503–1605)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  65. ^ a b c d e Miranda, S. 1998. "Consistory of 1 July 1517 (V)". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  66. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 3 May 1527 (I)". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  67. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 10 January 1529 (VI)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  68. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 19 December 1544”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  69. ^ Trollope, 1876, p. 51.
  70. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of November 20, 1551 (III)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  71. ^ Williams, 2004, p. 83.
  72. ^ Williams, 2004, p. 86.
  73. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 31 January 1560”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  74. ^ Voce "Pope Pius IV" nella Catholic Encyclopedia (1913).
  75. ^ Voce "Frascati" nella Catholic Encyclopedia (1913).
  76. ^ a b Miranda, S. 1998. "Consistory of 26 February 1561 (II)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  77. ^ a b c Miranda, S. 1998. Consistory of 12 March 1565." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  78. ^ Lemaitre, Nicole. Ed. Levillain, Philippe. 2002. "Pio V." The Papacy: An Encyclopedia. Routledge. ISBN 0-415-92228-3. p. 1178.
  79. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of May 17, 1570 (III)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  80. ^ Signorotto, Gianvittorio, Visceglia, Maria Antonietta, 2002, p. 142.
  81. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of December 12, 1583 (VII)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  82. ^ Signorotto, Gianvittorio, Visceglia, Maria Antonietta, 2002, p. 92.
  83. ^ Tizon-Germe, Anne-Cécile. Ed. Levillain, Philippe. 2002. "Gregorio XIV." The Papacy: An Encyclopedia. Routledge. ISBN 0-415-92228-3. p. 666.
  84. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 6 March 1591 (II)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  85. ^ Levillain, 1981, p. 1129.
  86. ^ Trollope, 1876, p. 52.
  87. ^ Signorotto, Gianvittorio, Visceglia, Maria Antonietta, 2002, p. 81.
  88. ^ a b Miranda, S. 1998. "Consistory of 3 March 1599". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  89. ^ a b c d e f g h i j k l Miranda, S. 1998. "XVII Century (1605–1700)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  90. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 24 November 1608”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  91. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 2 December 1615". Florida International University. Consultato 6 luglio 2009.
  92. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of December 16, 1641 (VII)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  93. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of October 7, 1647 (IV)”. Florida International University. Consultato 6 luglio 2009.
  94. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 19 September 1650”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  95. ^ Levillain, 2002, p. 467.
  96. ^ Signorotto, Gianvittorio, Visceglia, Maria Antonietta, 2002, p. 153.
  97. ^ Williams, 2004, p. 119.
  98. ^ Levillain, 2002, p. 468.
  99. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of February 22, 1672 (III)”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  100. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 2 September 1686”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  101. ^ Standen, Edith A. 1981. "Tapestries for a Cardinal-Nipote: A Roman Set Illustrating Tasso's "Gerusalemme Liberata." Metropolitan Museum Journal. 16: 147–164.
  102. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 23 December 1711 (VI)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  103. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 6 May 1715". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  104. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 16 June 1721 (I)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  105. ^ a b Miranda, S. 1998. "XVIII Century (1700–1799)." Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  106. ^ Miranda, S. 1998. “Consistory of 24 September 1731”. Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.
  107. ^ Levillain, 1981, p. 1179.
  108. ^ Kazimierz Dopierała, Księga papieży, Pallotinum, Poznań, 1996, pp. 373–374; Damian Hungs: Papst Pio VII
  109. ^ Levillain, 1981, p. 1184.
  110. ^ Miranda, S. 1998. "Consistory of 12 May 1879". Florida International University. Consultato 25 giugno 2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (DE) Brixius, Johannes M., Die Mitglieder des Kardinalkollegiums von 1130–1181, Berlin, 1912.
  • (LA) Eubel, Konrad, Hierarchia Catholica, voll. I-IX, Münster, 1913.
  • (DE) Ganzer, Klaus, Die Entwicklung des auswärtigen Kardinalats im hohen Mittelater, Tübingen, 1963.
  • (DE) Hüls, Rudolf, Kardinäle, Klerus und Kirchen Roms: 1049–1130, Tübingen, 1977.
  • (DE) Klewitz, Hans-Walter, Reformpapsttum und Kardinalkolleg, Darmstadt, 1957.
  • (DE) Maleczek, Werner, Papst und Kardinalskolleg von 1191 bis 1216, Vienna, 1984.
  • Paravicini Bagliani, Agostino, Cardinali di curia e "familiae" cardinalizie dal 1227 al 1254, 2 voll., Padova, 1972.
  • (EN) Robinson, I.S., The Papacy 1073–1198. Continuity and Innovation, Cambridge University Press, 1990.
  • (EN) Thomson, John A. F., Popes and Princes, 1417–1517: Politics and Polity in the Late Medieval Church, Boston, George Allen & Unwin, 1980. ISBN 0-04-901027-1.
  • (EN) Trollope, Thomas Adolphus, The papal conclaves, as they were and as they are, Chapman and Hall, 1876.
  • (EN) Williams, George L., Papal Genealogy: The Families and Descendants of the Popes, McFarland, 2004. ISBN 0-7864-2071-5.
  • (DE) Zenker, Barbara, Die Mitglieder des Kardinalkollegiums von 1130 bis 1159, Würzburg, 1964.
  • (ITA) Antonio Menniti Ippolito, Il tramonto della Curia nepotista. Papi, nipoti e burocrazia curiale tra XVI e XVII secolo, Viella 200 2a ediz. (1a ediz., 1999), isbn 978-88-8334-351-3.