Liocichla bugunorum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Liocichla bugunorum
Bugunliocichla1.svg
Liocichla bugunorum
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Sylvioidea
Famiglia Leiothrichidae
Genere Liocichla
Specie L. bugunorum
Nomenclatura binomiale
Liocichla bugunorum
Athreya, 2006

La liocicla dei Bugun (Liocichla bugunorum Athreya, 2006) è un uccello passeriforme della famiglia Leiothrichidae.[2]

È stato avvistato per la prima volta nel 1995 ed è stato descritto nel 2006 da un astronomo professionista, Ramana Athreya.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un uccello di piccola taglia che può arrivare ai 22 cm, con il piumaggio color grigio-oliva e il capo nero. La faccia è arancio-gialla e ali rosse, gialle e bianche. La coda è nera con una fiamma di rosso. Le zampe sono rosate e il becco nero.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Gli unici esemplari noti di questa specie si trovano all'interno di una riserva naturale (Eaglenest Wildlife Sanctuary), nel nord-est dell'India.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Liocichla bugunorum in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Leiothrichidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli